IL DIVANO DEI GIUSTI – IERI SONO NUOVAMENTE IMPAZZITO PER LA VISIONE SU LA7, CON COPIA DEVO DIRE PERFETTA, DI “BERLINGUER TI VOGLIO BENE” UN FILM IMPOSSIBILE DA PROGRAMMARE PER IL NUMERO INCREDIBILE DI PAROLACCE E SITUAZIONI SESSUALMENTE AZZARDATE – NON MI HA PARTICOLARMENTE COLPITO LA PRIMA PUNTATA DI “THE REGIME”, RICCA, STRAVAGANTE AMBIZIOSA SERIE DI SKY SU UNO STATO TOTALITARIO EUROPEO NON DEFINITO CHE STA PER SFALDARSI – DIRETTA DA STEPHEN FREARS E INTERPRETATA DA KATE WINSLET – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Marco Giusti per Dagospia

 

BERLINGUER TI VOGLIO BENE 34 BERLINGUER TI VOGLIO BENE 34

Ieri sono nuovamente impazzito per la visione su La7, con copia devo dire perfetta, di “Berlinguer ti voglio bene” di Giuseppe Bertolucci con Roberto Benigni, Carlo Monni, Alida Valli e Mario Pichi. Un film impossibile da programmare per il numero incredibile di parolacce e situazioni sessualmente azzardate, ma che rispecchia perfettamente la Toscana del tempo dove anch’io sono cresciuto.

 

Visto oggi risulta ancora più interessante sia la poetica di Benigni che quella, distinta, di Bertolucci jr. E una volta di più mi rendo conto di quello che abbiamo perso. Dopo un film come quello e dopo il Cioni Mario, Benigni non poteva che scendere a patti con la tv, vedi i programmi con Renzo Arbore, e poi tornare al cinema con i film che gli dettero successo. Compromessi magari inevitabili, ma che furono un tornare indietro, un annacquare la freschezza rivoluzionaria di Berlinguer.

 

 

the regime the regime

Non mi azzardo, invece, a dire molto dopo la prima puntata di “The Regime”, ricca, stravagante ambiziosa serie di Sky su uno stato totalitario europeo non definito che sta per sfaldarsi diretta da Stephen Frears, scritta da Will Tracy (“The Menu”) con Kate Winslet, Matthias Schoenarts, Andrea Riseborough, Guillaume Galliene.

 

Non mi ha particolarmente colpito, ma bisogna vedere almeno un altro paio di puntate per capire meglio. Will Tracy l’ha definita una "Downton Abbey, ma ambientata nel palazzo di un autocrate”.

 

the regime - Kate Winslet the regime - Kate Winslet

Kate Winslet che interpreta il dittatoriale Cancelliere del Regime, ha detto: "Non avevo mai letto una sceneggiatura del genere, non avevo mai incontrato un personaggio come questo. E sapevo che come ruolo per me, non avevo mai interpretato niente di simile prima e volevo fare una commedia. Adoro il fatto che, sì, parla di un dittatore, ma è anche una dittatrice donna. Non è un dittatore uomo. E conoscevo le sfumature e la fragilità femminile che potevo esplorare dietro quella maschera." Girato tutto a Vienna, nello Schönbrunn Palace.

BERLINGUER TI VOGLIO BENE BERLINGUER TI VOGLIO BENE berlinguer ti voglio bene 8 berlinguer ti voglio bene 8 the regime 2 the regime 2 the regime - Kate Winslet 2 the regime - Kate Winslet 2 the regime 1 the regime 1 the regime - Kate Winslet 1 the regime - Kate Winslet 1 BENIGNI BERLINGUER TI VOGLIO BENE BENIGNI BERLINGUER TI VOGLIO BENE BERLINGUER TI VOGLIO BENE 4 BERLINGUER TI VOGLIO BENE 4

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - SULLA SCENA POLITICA, FITTA DI SCAPPATI DI CASA, MANCAVANO SOLO LORO: FASCINA E GALLIANI - L’ANTICO “CONDOR” DEL CAVALIERE È DIVENTATO LO CHAPERON POLITICO DELLA “VEDOVA INCONSOLABILE”, CON IL CONTORNO DEI SECOLARI AMICI DELLA BUONANIMA DI SILVIO, CONFALONIERI E DELL’UTRI - IN OGNI USCITA PUBBLICA, I DUE SONO INSEPARABILI. DEL RESTO, SI CONOSCONO, E BENE. LA SCALATA DELLA “MARIA GODETTI” CALABRO-NAPOLETANA ALL’INTERNO DELL’INNER CIRCLE BERLUSCONIANO AVVENNE GRAZIE A GALLIANI, ALL’EPOCA BOSS DEL MILAN - ORA È CHIARO CHE A TAJANI HA SEMPRE FREGATO POCO DI COSA COMBINA IL DUPLEX FASCINA-GALLIANI. FINO ALLO SCORSA SETTIMANA ALLORCHÉ È ESPLOSA FORZA ITALIA AL COMUNE DI MILANO, DIETRO LA QUALE CI SAREBBERO LE UNGHIE DELLA FASCINA, CHE HA MANTENUTO UN OTTIMO RAPPORTO CON MARINA, VEDI IL DUELLO CONTINUO CON IL FRATELLO PIER SILVIO CHE VUOLE FAR SLOGGIARE LA “VEDOVA INCONSOLABILE” DALLA COSTOSISSIMA MAGIONE DI ARCORE - VIDEO

FLASH! - A TORINO, PER IL DOPO PALENZONA ALLA PRESIDENZA DI CRT, SI STANNO SONDANDO LE ISTITUZIONI SUL NOME DI MICHELE VIETTI, MAGISTRATO EX-CSM, OGGI DISOCCUPATO. UN NOME CHE È GRADITO AL SINDACO DI TORINO, STEFANO LORUSSO, CHE NON HA MAI SOPPORTATO LA PRESENZA E SOPRATTUTTO LA DISUBBIDIENZA DI PALENZONA - A DAR VOCE ALLA CANDIDATURA DI VIETTI C'È LA DI LUI CONSORTE, CATERINA BIMA, CHE RICOPRE IL RUOLO DI VICE PRESIDENTE DI CRT ED È STATA TRA GLI OPPOSITORI DELLA GESTIONE PALENZONA...

DAGOREPORT - CONTINUA L’IMBROGLIO-SCHLEIN: ELLY RINCULA SUL NOME NEL SIMBOLO DANDO LA COLPA A BONACCINI (SIC!) E SI RIMANGIA ''CAPOLISTA OVUNQUE": LO SARA' SOLO AL CENTRO E NELLE ISOLE - ALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PD DI IERI LA SVALVOLATA MULTIGENDER HA PERSO LA MAGGIORANZA DEL PARTITO. I VENTI DI RIVOLTA INVESTONO TUTTE LE VARIE ANIME DEL PD - ELLY SI È RIMBOCCATA LA LAPIDE QUANDO HA DETTO: O IL MIO NOME NEL SIMBOLO O MI METTETE CAPOLISTA IN TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI. DI TALE PROPOSTA, LA ZARINA DEL PD NE AVEVA PARLATO SOLO CON BONACCINI. IL PRESIDENTE DEL PD HA ACCONSENTITO IN CAMBIO DELLA CANDIDATURA NEL SUD DEL RAS DELLE PREFERENZE, RAFFAELE “LELLO” TOPO, FIGLIO DELL’AUTISTA DI GAVA, CHE OVVIAMENTE FA PARTE DELLA SUA CORRENTE (AH! I CACICCHI…) - ALLA FINE VICINO A SCHLEIN RESTANO SOLO IN DUE, IL MULTI-TRASFORMISTA ZINGAR-ELLY E FRANCESCO BOCCIA, IL VERO ARTEFICE DEL SISTEMA PUGLIA, GARANTE DI DECARO ED EMILIANO - ANCHE SE ALLE EUROPEE IL PD GALLEGGERA' AL 20%, SINESTR-ELLY DOVRA' FARE LE VALIGIE...

DAGOREPORT: 100 SCALFARI MENO UNO - NON È SOLTANTO TELE-MELONI A CENSURARE GLI SCRITTORI: C'E' ANCHE IL GRUPPO GEDI – IL LIBRO SUL CENTENARIO DI SCALFARI CURATO DA SIMONE VIOLA, NIPOTE DI EUGENIO, IN EDICOLA INSIEME A ‘’REPUBBLICA’’, SQUADERNA CENTO INTERVENTI DI ALTRETTANTI TESTIMONIAL, TRANNE QUELLO INNOCUO E DEL TUTTO PERSONALE DI GIOVANNI VALENTINI, EX DIRETTORE DELL’ESPRESSO - LE SUE CRITICHE, MANIFESTATE SUL "FATTO QUOTIDIANO" SULL’OPERAZIONE “STAMPUBBLICA” E POI NEL SUO LIBRO SULLA PRESA DI POSSESSO DEL GIORNALE DA PARTE DI ELKANN, GLI VALGONO L’OSTRACISMO E LA DAMNATIO MEMORIAE – IL TESTO CENSURATO…