IL DIVANO DEI GIUSTI – “PIRAMIDAL… IL TUO FASCINO EGIZIO… NON CONOSCE ARTIFIZIO”. COME SCORDARE LA POLA PRIMA DI FRANCA VALERI NEL CAPOLAVORO DI LUCIANO SALCE , “BASTA GUARDARLA”, OGGI SU RETE 4 ALLE 16.35 – NATO COME FILM PER MARIA GRAZIA BUCCELLA, ALLORA FIDANZATA DI VITTORIO CECCHI GORI, RIBATTEZZATA “RIECCOLA” DA DINO RISI E VITTORIO GASSMAN, È UN FILM CHE NON CI STANCHIAMO MAI DI RIVEDERE. E DOVE FRANCA VALERI È DAVVERO RISPETTATA E MESSA IN SCENA COME SI DEVE DA REGINA DELLO SPETTACOLO – VIDEO: LA PUNTATA DI STRACULT CON IL CAST

-

Condividi questo articolo



 

 

 

franca valeri basta guardarla 2 franca valeri basta guardarla 2

Marco Giusti per Dagospia

 

Che vediamo oggi? “Piramidal… il tuo fascino egizio… non conosce artifizio”.

 

Come scordare la Pola Prima di Franca Valeri nel capolavoro di Luciano Salce , “Basta guardarla”, che potete rivedere oggi su Rete 4 alle 16, 35, con Carlo Giuffré e Maria Grazia Buccella protagonisti come Silver Boy e Enrichetta Rikk come stelle dell’avanspettacolo.

 

basta guardarla 1 basta guardarla 1

Ma ci sono anche Mariangela Melato come perfida Marisa, la spagnola, in realtà milanesissima, Pippo Franco come coreografo un po’ chiacchierato che insegna a Enrichetta come nuoversi sulla scena (“gomitolo… lampadina”), ma soprattutto Luciano Salce come Farfarello, capocomico impotente ma con fama di scopatore, e Franca Valeri come Pola Prima, sua moglie, che deve salvarlo dalle figuracce irrompendo ogni sera nella stanza del marito per evitare che la ragazza di turno scopra la sua scarsa virilità.

 

maria grazia buccella basta guardarla maria grazia buccella basta guardarla

 

 

Nato come film per la Buccella, allora fidanzata di Vittorio Cecchi Gori, ribattezzata “Rieccola” da Dino Risi e Vittorio Gassman perché imposta in ogni film prodotto dai Cecchi Gori, padre e figlio, scritto da Iaia Fiastri, Steno e Salce sulle memorie dell’avanspettacolo che alla fine degli anni ’60 si stava ormai spegnendo, diretto con un estro strepitoso da Salce che all’ultimo secondo dovendo sostituire Ugo Tognazzi come Farfarello lo fece lui, tornando al tempo dei Gobbi con la sua vecchia amica e partner Franca Valeri, venne da subito riconosciuto, almeno da me e da Giovanni Buttafava, come “il miglior film sull’avanspettacolo, appena guastato da un ricordo del Risi peggiore (Straziami ma di baci saziami)”.

 

 

VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA 2 VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA 2

Giovanni scriveva questo perché il film soffriva un po’ dell’impostazione fumettistica alla “Straziami ma di baci saziami”, con le frasi da cartolina evidenziate sull’immagine.

 

Ma oggi questo effetto è del tutto scomparso, mentre rimangono i numeri magistrali, e tutti originali, che fanno Giuffré e la Melato, il “Coccoricò” è incredibile, la Valeri con “Piramidal” (“tuttankà tuttankà… tutti in camera sua vonno star…”), la Buccella con “Sono Venere 2000 carrozzata speciale”.

 

 

maria grazia buccella venere 2000 in basta guardarla maria grazia buccella venere 2000 in basta guardarla

E rimane il grande lavoro, allora ancora possibile, di recupero dei vecchi sketches dell’avanspettacolo, che Iaia Fiastri e Salce recuperarono proprio girando i vecchi teatrini rimasti e che vediamo qui riproposti da Farfarello e dalla sua compagnia, come “Via col… razzo” con Umberto D’Orsi e Salce, o quello del Metrò, che inizia con “Che piacere che piacere che si prova nel sedere… sul metrò” con tutti gli attori che si inchinano con un movimento a doppio senso.

 

franca valeri basta guardarla franca valeri basta guardarla

Numero che prevede l’entrata in scena di una vecchia. E da quello parte così la frase “chi fa la vecchia?”.

 

E Pola Prima, alias Franca Valeri, che si era rotta in una inutile spaccata sulle scene poco prima, sorprende tutti presentandosi come “la vecchia” del numero. Il film, lasciandosi dietro il problema Buccella, che qui inoltre è bravissima, o la dipendenza da “Straziami”, diventa una specie di spaccato commovente del mondo degli ultimi teatrini di avanspettacolo, che Salce e la Valeri sembrano conoscere o comunque saper interpretare alla perfezione.

 

pippo franco basta guardarla pippo franco basta guardarla

 

Le barzellette sconce di Farfarello e la cofana bianca in testa di Pola Prima sono momenti magistrali di un film che non ci stanchiamo mai di rivedere. E dove Franca Valeri è davvero rispettata e messa in scena come si deve da regina dello spettacolo.

 

carlo giuffre' basta guardarla 2 carlo giuffre' basta guardarla 2

Quello che i grandi produttori e i grandi registi del tempo non seppero darle negli anni ’70 e ’80, e davvero non capisco perché, troppo snob? Poco amata dal pubblico?, troppo milanese?, Salce riesce a renderglielo con la sua Pola Prima. “Piramidal… il tuo fascino egizio…”

mariangela melato carlo giuffre' basta guardarla mariangela melato carlo giuffre' basta guardarla

VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA maria grazia buccella maria grazia buccella VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA VITTORIO CECCHI GORI MARIA GRAZIA BUCCELLA mariangela melato carlo giuffre' basta guardarla mariangela melato carlo giuffre' basta guardarla basta guardarla basta guardarla basta guardarla basta guardarla carlo giuffre' basta guardarla carlo giuffre' basta guardarla mariangela melato basta guardarla mariangela melato basta guardarla luciano salce maria grazia buccella luciano salce maria grazia buccella carlo giuffre' basta guardarla. carlo giuffre' basta guardarla. franca valeri basta guardarla franca valeri basta guardarla franca valeri basta guardarla 4 franca valeri basta guardarla 4 basta guardarla basta guardarla basta guardarla basta guardarla franca valeri basta guardarla 1 franca valeri basta guardarla 1 maria grazia buccella in basta guardarla 1 maria grazia buccella in basta guardarla 1

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

“CONTE? IO SONO UN SOSTENITORE DELL’ATTUALE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. NON NE VEDO DI MIGLIORI ALL'ORIZZONTE E QUINDI TUTTO SOMMATO….” - D’ALEMA SCATENATO AL PREMIO COLALUCCI – "IL CASO DIAWARA? QUI SIAMO OLTRE QUELLO CHE È ACCETTABILE. IL RESPONSABILE NE RISPONDA A SOCIETÀ E TIFOSI - DZEKO? SE A VERONA AVESSE GIOCATO, ALMENO SUL CAMPO AVREMMO VINTO" - GRAVINA: “IN OCCASIONE DI ITALIA-OLANDA A BERGAMO VORREMMO APRIRE OLTRE I MILLE SPETTATORI CONSENTITI” - I PREMIATI: FOTO

viaggi

salute