IL DIVANO DEI GIUSTI - È LA PRIMA VOLTA CHE PASSA IL THRILLER PORNO CON MOANA POZZI DEL MITICO PIERO VIVARELLI, “PROVOCAZIONE” - MENTRE I PIÙ IMPORTANTI REGISTI SI SCALDANO CON LA PUBBLICITÀ, DA KORINE A MAINETTI, DA GUADAGNINO A GARRONE, ATTENZIONE PERCHÉ RAI1 SI OSA INSINUARE NELLE BATTAGLIE DEI FILM PIÙ STRACULT CON ''IL CRIMINE NON VA IN PENSIONE'' - POI IL TRASHONE ''BELLI FRESCHI'' CON DE SICA-BANFI EN TRAVESTI, E CHRISTIAN CHE DISSE ''RISPETTO A ME LINO ERA PROPRIO DONNA DENTRO''

-

Condividi questo articolo



 

Marco Giusti per Dagospia

belli freschi christian de sica lino banfi belli freschi christian de sica lino banfi

 

Che vediamo oggi? Mentre i più importanti registi non solo italiani si stanno scaldando con la pubblicità, da Harmony Korine per Gucci, Gabriele Mainetti per Il Mulino Bianco, Luca Guadagnino per Bottega Veneta, Matteo Garrone per Dior, attenzione, perché oggi addirittura Rai Uno si osa insinuare nelle battaglie del film più stracult della serata alle 21. La rete capitana della Rai osa proporre infatti alle 21, 25 “Il crimine non va in pensione” di Fabio Fulco con Stefania Sandrelli, Ivano Marescotti, Gianfranco d’Angelo, Franco Nero, Salvatore Misticone alias Scapece, e una Gisella Sofio alla sua ultima apparizione, una recente commedia, 2017, con arzilli vecchietti di un ospizio che mettono in piedi addirittura un colpo. Ottima idea anche per non finire nelle rsa di Gallura e Fontana. Scelta comunque bizzarra per Rai Uno.

oci ciornie oci ciornie

 

La più sguaiata Cine 34 propone invece alle 21, 10 il trashone di Enrico Oldoini “Belli freschi” con Christian De Sica e Lino Banfi, guitti d’avanspettacolo, che si travestono da donne per sfuggire ai cattivi. Scritto da Liliana Betti, già assistente di Fellini, Paolo Costella e Oldoini stesso, è una sorta di remake caciarone del capolavoro di Billy Wilder “A qualcuno piace caldo”, insomma. C’è pure il vecchio Lionel Stander che si innamora di Banfi vestito da donna.

 

Nelle intenzioni la coppia Banfi-De Sica era lanciato come “l’accoppiata più devastante del cinema d’evasione”, coppia però che non verrà mai più riproposta, mentre Oldoini, che fino a allora aveva diretto film ritenuti di “gusto”, venne retrocesso tra i registi più bassi e il suo film bollato di infamia. Tanti anni dopo Christian che adorava il film e la coppia en travesti, diceva che rispetto a lui Lino era proprio “donna dentro”.

 

Rai Movie si mette l’abito serioso del buon cinema e propone alle 21, 10 il bel thriller gangsterisco “Era mio padre” di Sam Mendes con Tom Hanks in fuga col figlioletto dai boss di Chicago, inseguito dal cattivissimo killer Jude Law. Ci sono anche un memorabile Paul Newman e Jennifer Jason Leigh.

provocazione con moana pozzi provocazione con moana pozzi

 

Non sarà Scorsese, ma il film, tratto da un graphic novel di Collins e Rayner, ha una grande costruzione narrativa e visiva, opera di Conrad Hall, geniale direttore della fotografia che vinse un Oscar, ahimé postumo, per il film, e un grande cast di attori. Ricordo che passa anche il notevolissimo “JFK. Un caso ancora aperto” di Oliver Stone con Kevin Costner, Donald Sutherland, Jack Lemmon, Sissy Spacek, alla stessa ora si La7. Ottimo film. Molto più banale il pasticcione un po’ thriller un po’ fantascienza “Deja vu. Corsa contro il tenpo” del pur bravissimo Tony Scott con Denzel Washington e Paula Patton, Nove alle 21, 25.

provocazione film con moana pozzi 3 provocazione film con moana pozzi 3

 

In seconda serata, vedo troppe repliche, come “Bye Bye Baby” di Enrico Oldoini con Luca Barbareschi fra Brigitte Nielsen e Carol Alt, con aggiunta di Alba Parietti su Cine 34 alle 22, 50, ma su Cielo alle 22, 50, è la prima volta che passa il thriller porno del mitico Piero Vivarelli “Provocazione” con Moana Pozzi che se la spassa in una villa al mare con due figliastre un po’ svogliate, Hula e Petra, Così viene chiamato per le ripetizioni Marino Masè, e tutte e tre cercheranno di farselo. Grandi esibizioni delle ragazze. Ovviamente. Ricordo che andai a intervistare Vivarelli e Moana per “Il Manifesto”…

 

operazione paura operazione paura

Altro film imperdibile della notte è il capolavoro gotico di Mario Bava “Operazione paura” con Giacomo Rossi Stuart, Micaela Esdra e Erika Blanc su Cine 34 alle 00, 35. Grande film seminale per tutto l’horror successivo, ha delle soluzioni visive che ritroveremo davvero in molti film anche recenti. All’1 vedo che arrivano due grandi film, lo scatenatissimo e drogatissimo “Paura e delirio a Las Vegas” di Terry Gilliam con Johnny Depp e Benicio Del Toro come Hunter Thompson e il suo amico Gonzo in giro per l’America tra visioni di ogni tipo, Iris, e il meraviglioso biopic su Liberace “Dietro i candelabri” di Steven Soderbergh con un Michael Douglas mai visto così bravo in coppia con Matt Damon. Ma ci sono anche Debbye Reynolds, Rob Lowe, Dan Aykroyd.

 

Qualcuno mi spieghi perché alle 3 di notte su Rai Movie sia stato relegato un film che vorrei proprio rivedere, “Oci ciornie” di Nikita Mikalkov con Marcello Mastroianni, Silvana Mangano, Elena Sofonova, Marthe Keller. Ricordo che all’epoca tutti gli attori italiani avrebbero fatto anche gratis un film di Mikalkov. Altri tempi, eh?

oci ciornie oci ciornie belli freschi christian de sica lino banfi belli freschi christian de sica lino banfi oci ciornie oci ciornie provocazione con moana pozzi provocazione con moana pozzi provocazione film con moana pozzi 5 provocazione film con moana pozzi 5 provocazione con moana pozzi provocazione con moana pozzi belli freschi christian de sica lino banfi belli freschi christian de sica lino banfi operazione paura operazione paura

 

Condividi questo articolo



media e tv

BYE BYE RAITRE, ARRIVA “LA CASALESE” - IL NUOVO ASTRO NASCENTE DELLA RAITRE CHE FU DI ANGELO GUGLIELMI E OGGI GUIDATA DAL PARAGRILLINO FRANCO DI MARE È TALE NOEMI GHERRERO, NAPOLETANA COME IL DIRETTORE, UFFICIALMENTE ATTRICE. L’UNICO FILM DA PROTAGONISTA AGLI ATTI SI CHIAMA  ‘OPERAZIONE SPARTACUS, LA CASALESE’ - DOVRÀ AIUTARE I TELESPETTATORI AD ARRICCHIRE IL LORO ITALIANO IN UN PROGRAMMA ISPIRATO AL VECCHIO MAESTRO MANZI. MA BASTA DARE UN'OCCHIATA AL SUO PROFILO FACEBOOK PER CAPIRE CHE FORSE ANCHE LEI AVREBBE BISOGNO DI UN RIPASSO...

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''