LA GUERRA DI PIERO (AL CORONAVIRUS) – L’AMICA DI CHIAMBRETTI: "COMBATTE IN OSPEDALE. MAI AVREI IMMAGINATO CHE SAREBBE STATO COLPITO DA QUESTA TRAGEDIA. AVER PERSO LA MADRE NELLO STESSO OSPEDALE IN CUI SI TROVAVA HA COSTITUITO LA DISPERAZIONE PIÙ GRANDE. NON SI PUÒ ACCETTARE. QUESTO VIRUS È RIUSCITO AD ALLONTANARE LE PERSONE CHE NON SI ERANO MAI SEPARATE, COME LORO"

-

Condividi questo articolo


Da liberoquotidiano.it

 

piero chiambretti con la madre felicita 3 piero chiambretti con la madre felicita 3

No, la battaglia di Piero Chiambretti contro questo maledetto coronavirus non è ancora finita. Il conduttore di Cr4-La Repubblica delle Donne, infatti, resta ricoverato all'Ospedale Mauriziano di Torino, dove si trova dallo scorso 17 marzo e dove è morta la mamma Felicita, anche lei colpita dal Covid-19. A rivelare quanto ancora per il conduttore Mediaset sia dura ci pensa un'amica, Wilma Ghia, intervistata dal settimanale DiPiù: "Combatte in ospedale - ha spiegato -. Prego per lui.

 

piero chiambretti con la madre felicita2 piero chiambretti con la madre felicita2

Mai avrei immaginato che sarebbe stato colpito da questa tragedia". Dunque, sulla mamma Felicita ha aggiunto: "Se era felice suo figlio, era felice anche lei, che aveva intuito il talento del suo ragazzo. Il suo segreto era quello di farlo sentire libero". Infine, Wilma conclude sottolineando che "per  Chiambretti, aver perso Felicita nello stesso ospedale in cui si trovava ha costituito la disperazione più grande. Non si può accettare. Questo virus è riuscito ad allontanare le persone che non si erano mai separate, come loro", ha concluso.

necrologio felicita chiambretti necrologio felicita chiambretti

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

FIATO ALLE TOMBE! L’ITALIA RIAPRE! – TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE PER RICOMINCIARE A VIVERE DAL 26 APRILE: VIA LIBERA AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI DELLO STESSO COLORE, MENTRE CI VORRÀ UN PASS PER ANDARE IN AREE DI COLORE DIVERSO – TORNA IL GIALLO RINFORZATO. IL COPRIFUOCO RIMANE ALLE 22, MA BAR E RISTORANTI CON TAVOLI ALL'APERTO RIMANGONO APERTI PURE LA SERA. PER GLI ALTRI LOCALI LA DATA DELLA LIBERAZIONE SCATTERÀ IL 1 GIUGNO. COME PER LE PALESTRE - CINEMA, TEATRI E I MUSEI AL 50% DELLA CAPIENZA E…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute