“LA COLPA NON ERA DI KASIA SMUTNIAK” – SALVO VENEZIANO RICORDA PIETRO TARICONE A 10 ANNI DALLA MORTE: “SPERO TU MI ABBIA PERDONATO, CHE HO PORTATO DENTRO DI ME UN RANCORE MICIDIALE PER LA MAMMA DI TUA FIGLIA” – LORENZO BATTISTELLO: “AI SUOI FUNERALI C’ERA SOLO MARINA LA ROSA, CHE MI CONTESTÒ IL FATTO DI NON ESSERE ANDATO AI FUNERALI. CREDO CHE SE FOSSE SUCCESSO OGGI SAREMMO STATI…”

-

Condividi questo articolo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

29/06/2010 Un maledettissimo giorno.. ricordo quella maledetta chiamata come se fosse oggi... Mi rimbomba ancora nelle testa dopo 10 anni (salvo ........... Si ? Pietro non più con noi ....? Caro Pietro spero tanto che tu mi abbia perdonato, che ho portato dentro di me un rancore micidiale per la mamma di tua figlia ,perché per me "la colpa era sua" con quella passione del paracadutismo .. lo so lo so sono stato stupido a pensare queste cose ... ma il dolore e la rabbia acceca le persone ..... PS chiedo scusa anche alla tua compagna . . ? Cmq io personalmente ti porterò sempre dentro di me .. #pietrotaricone #salvoveneziano #grandefratello #ricordi #pertuttalavita

Un post condiviso da Salvo Veneziano ? (@salvovenezianoofficial) in data:

 

kasia smutniak pietro taricone kasia smutniak pietro taricone

 

1 – PIETRO TARICONE MORTO 10 ANNI FA. SALVO VENEZIANO: «RANCORE PER KASIA SMUTNIAK, SPERO TU MI ABBIA PERDONATO»

Silvia Natella per www.leggo.it

 

Pietro Taricone, il ricordo di Salvo Veneziano: «Spero che tu mi abbia perdonato, la colpa non era di Kasia Smutniak». Sono trascorsi dieci anni dalla morte del "Guerriero" della prima edizione del Grande Fratello. Taricone è scomparso in un incidente paracadutistico il 29 giugno del 2010. Poche ore fa il suo compagno di avventura Salvo Veneziano ha voluto ricordarlo in un malinconico post su Instagram.

 

«Un maledettissimo giorno - scrive il 'pizzaiolo' di quell'edizione -  ricordo quella maledetta chiamata come se fosse oggi... Mi rimbomba ancora nelle testa dopo 10 anni (Salvo ........... Si ? Pietro non più con noi .... ».

Salvo Veneziano Salvo Veneziano

 

Veneziano, che ha partecipato anche all'ultima edizione vip del reality ed è stato squalificato, chiede anche scusa alla madre di sua figlia, Kasia Smutniak, per il rancore covato dopo l'incidente.

 

«Caro Pietro - continua il post - spero tanto che tu mi abbia perdonato, che ho portato dentro di me un rancore micidiale per la mamma di tua figlia ,perché per me "la colpa era sua" con quella passione del paracadutismo... Lo so lo so sono stato stupido a pensare queste cose, ma il dolore e la rabbia acceca le persone... PS. chiedo scusa anche alla tua compagna. Io personalmente ti porterò sempre dentro di me».

 

il cast della prima edizione del grande fratello il cast della prima edizione del grande fratello

2 – PIETRO TARICONE MORTO 10 ANNI FA, LORENZO BATTISTELLO: "PERCHÉ AI FUNERALI DEI CONCORRENTI DEL GRANDE FRATELLO C'ERA SOLO MARINA"

Da www.liberoquotidiano.it

 

PIETRO TARICONE MARINA LA ROSA PIETRO TARICONE MARINA LA ROSA

Dieci anni fa moriva Pietro Taricone, indimenticato protagonista del primo storico Grande Fratello. Un dramma per la compagnia di allora, Kasia Smutniak, e per i telespettatori, Ma gli ex compagni di reality, da Rocco Casalino a Cristina Plevani o Salvo Veneziano, non lo vissero tutti nello stesso modo. Al funerale celebrato a Roma, per esempio, di tutti i concorrenti partecipò solo Marina La Rosa.

lorenzo battistello lorenzo battistello

 

Ed è un altro ex, Lorenzo Battistello,  a spiegare a Fanpage cosa accadde. "Marina si era trasferita a Roma. Anche Pietro viveva lì e si frequentavano, avevano un legame di amicizia. Quando Pietro è morto, Marina era ai funerali. Aveva un rapporto di conoscenza anche con Kasia Smutniak.

 

L’ha vissuto in maniera più dolorosa per questo. All’epoca mi contestò il fatto di non essere andato ai funerali. Io mi trovavo a 1000 chilometri e ricordo che i funerali furono celebrati molto velocemente, pochi giorni dopo mi pare. Fu uno shock, non ebbi nemmeno il tempo di organizzare lo spostamento. Poi Marina è una persona molto sensibile",

rocco casalino grande fratello rocco casalino grande fratello

 

In generale, spiega Battistello, 10 anni fa era diverso il rapporto tra i primi ex gieffini rispetto a oggi: "Ai funerali di Pietro c’era solo Marina. Credo che se fosse successo oggi saremmo stati lì tutti e nove. È stato il momento, nella nostra testa il Grande Fratello in quel periodo era finito. Quell’unità mancata all’epoca l’abbiamo ritrovata adesso", con i concorrenti riuniti in una chat su Whatsapp.

pietro taricone al grande fratello pietro taricone al grande fratello

GRANDE FRATELLO UNO FOTO DI GRUPPO GRANDE FRATELLO UNO FOTO DI GRUPPO ROCCO CASALINO AL GRANDE FRATELLO ROCCO CASALINO AL GRANDE FRATELLO ROCCO CASALINO AL GRANDE FRATELLO ROCCO CASALINO AL GRANDE FRATELLO lorenzo battistello lorenzo battistello lorenzo battistello lorenzo battistello

pietro taricone al grande fratello pietro taricone al grande fratello

lorenzo battistello lorenzo battistello

Salvo Veneziano 1 Salvo Veneziano 1 pietro taricone al grande fratello pietro taricone al grande fratello pietro taricone nella casa del grande fratello 1 pietro taricone nella casa del grande fratello 1 pietro taricone nella casa del grande fratello pietro taricone nella casa del grande fratello pietro taricone al grande fratello pietro taricone al grande fratello

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute