“ERA MEGLIO CHE BERLUSCONI NON SI FACESSE UN’IDEA SBAGLIATA”. ALTRE CHICCHE DALL’AUTOBIOGRAFIA DI WOODY ALLEN - IL REGISTA PARLA MALE DI TUTTI, MA NON DI WEINSTEIN: “AVEVA OCCHIO PER I FILM ECCENTRICI E ORIGINALI, ANCHE SE NON AVREI MAI LASCIATO CHE FINANZIASSE UN MIO FILM PERCHÉ SI IMPICCIAVA” – “‘TO ROME WITH LOVE’ È UN BRUTTO TITOLO. VOLEVO CHIAMARLO ‘NERO FIDDLED’, MA AI MIEI FINANZIATORI VENNE UN COLPO E…”

-

Condividi questo articolo

 

 

Federico Pontiggia per “il Fatto quotidiano”

 

woody allen a proposito di niente woody allen a proposito di niente

Woody contro tutti. Nell' autobiografia A proposito di niente, Allen spara nel mucchio: da Mia a Ronan Farrow, da Roman Polanski al #MeToo, fino agli attori che l' hanno rinnegato. Strano ma vero, salva Harvey Weinstein, non spettatori e lettori: "Di vivere nel cuore e nella mente del pubblico non mi importa niente, preferisco vivere a casa mia". Che per siglare un memoir, già disponibile in eBook e dal 9 aprile in libreria con La nave di Teseo, non è male. L' ottantaquattrenne regista non si limita a levare i proverbiali sassolini dalla scarpa, dalle quattrocento pagine piovono pietre.

 

la vera dedica a soon yi di woody allen la vera dedica a soon yi di woody allen

Mia Farrow. L' ex compagna e musa poi acerrima nemica e grande accusatrice è il bersaglio principe dell' avvelenata. Prima usa l' ironia e la battezza "anagraficamente corretta" quale partner, poi fa il signore: "Su Mia circolavano voci cui mi rifiutavo di dare credito", quindi inizia a farla a pezzi. Sistematicamente.

 

woody allen 3 woody allen 3

Il tramite sono i figli, biologici e adottivi, tra cui la futura moglie Soon-Yi: "Mia era convinta che Soon-Yi fosse un' idiota. () In seguito avrei capito che Soon-Yi era un diamante allo stato grezzo e che Mia non era una supermamma". Rispetto agli annosi addebiti di violenze sulla figlia Dylan, rende pan per focaccia: "Soon-Yi fu l' unica figlia adottiva che osò opporsi a Mia e incorse nella sua ira. Per questo venne picchiata - una volta con una spazzola, un' altra con un telefono; una volta Mia le lanciò contro un coniglio di porcellana, mancandola di poco".

 

woody allen woody allen

La mira l' aggiusta lui: "Appena Mia scoprì la nostra relazione, adunò tutti i suoi figli e non risparmiò loro nulla. Dopo aver detto loro che avevo violentato Soon-Yi - per cui Satchel, a quattro anni, diceva alla gente: 'Mio padre scopa mia sorella' - cominciò a fare telefonate per dire che avevo stuprato sua figlia minorenne. Dopodiché la chiuse in camera da letto, la prese a botte e a calci".

 

woody allen woody allen

Dylan Farrow. 4 agosto 1992, il giorno in cui a detta della figlia Dylan, che all' epoca aveva sette anni, Woody l' avrebbe molestata. Allen ha un' altra versione: "Siccome non c' era posto per sedermi, mi piazzai sul pavimento e per un attimo posso avere appoggiato la testa in grembo a Dylan, che era sul divano. Di certo non feci nulla di inopportuno".

woody allen e soon yi previn woody allen e soon yi previn

Ronan Farrow. Sostenitore della sorella Dylan nelle accuse al padre, Ronan Farrow è stato con le sue inchieste giornalistiche tra i fautori del #MeToo, ed è proprio lì che Woody lo bastona: "Volevano (il New York Magazine, ndr) dedicare a Soon-Yi la copertina ma dovettero desistere dopo che Ronan fece un' altra telefonata. Ora, non è la quintessenza dell' ipocrisia il fatto che Ronan abbia scritto un libro dove racconta dei tentativi della Nbc di sabotare la sua indagine su Harvey Weinstein? Sarei tentato di dire: basta che funzioni".

 

dylan farrow dylan farrow WOODY ALLEN HARVEY WEINSTEIN WOODY ALLEN HARVEY WEINSTEIN

Harvey Weinstein. Premesso che "non avrei mai lasciato che producesse o finanziasse un mio film, perché () si impicciava e cambiava e rimontava", per il produttore condannato a ventitré anni di reclusione per abuso sessuale e stupro ha invero parole di encomio: "Oltre a essere un abile distributore, Harvey aveva un occhio per i film eccentrici e originali, ad alcuni dei quali aveva associato il proprio nome".

 

Roman Polanski. "Come regista mi sento naturalmente inferiore a Roman", confessa Allen, che convinto di andarci a cena si ritrovò invece nella villa di Roman Abramovich a Cap d' Antibes, ma nello scontro con la Farrow, Polanski non viene risparmiato: "Malgrado la finta indignazione per il presunto stupro di una minorenne, Mia prese un aereo per andare a Londra e testimoniare a favore di Roman Polanski, che aveva ammesso di avere avuto un rapporto sessuale con una minorenne e per questo era andato in galera".

mia e ronan farrow mia e ronan farrow

All' uopo, ricorda la replica di Samantha Geimer, la vittima di Polanski, alla Farrow: "Non ho bisogno delle sue scuse e non le voglio. Mi sono sentita usata da una persona che voleva vendicarsi contro Woody Allen".

 

scarlett johansson e woody allen 3 scarlett johansson e woody allen 3

#MeToo. Woody non ci sta a passare per nemico delle donne: "A dire il vero, per uno che ha subìto la sua dose di attacchi da parte dei talebani del #MeToo, non mi sembra certo di avere sminuito l' altro sesso".

 

Timothee Chalamet e woody allen Timothee Chalamet e woody allen woody allen fotografato da diane keaton nella quarta di copertina del suo libro a proposito di niente woody allen fotografato da diane keaton nella quarta di copertina del suo libro a proposito di niente

Gli attori (e il New York Times). Gli attori che l' hanno boicottato e rinnegato, prima li infilza: "C' è chi ha dato il suo compenso in beneficenza piuttosto che accettare soldi 'sporchi'. È un gesto meno eroico di quello che sembra, dato che noi possiamo permetterci di pagare solo il minimo sindacale". Poi li deride, con un rammarico per il "suo" giornale: "Un conto è se attori e attrici senza sale in zucca saltano su a dichiararsi pentiti di avere lavorato con me; ma il New York Times, fatto di uomini e donne seri che la pensano come me sulle cose importanti, mi ha proprio sorpreso".

silvio berlusconi silvio berlusconi

 

Berlusconi. "Cresciuto con De Sica, Fellini e Antonioni", Allen ha avuto "l' onore di dirigere il grande Roberto Benigni" in To Rome with Love, che "è un brutto titolo.

BENIGNI IN MUTANDE IN TO ROME WITH LOVE BENIGNI IN MUTANDE IN TO ROME WITH LOVE

Nelle mie intenzioni doveva essere Nero Fiddled ("'Nerone suonava la lira', più o meno" nella traduzione offerta a piè di pagina), ma ai miei finanziatori venne un colpo.

Mi pregarono di cambiarlo almeno per il mercato italiano. Dopo tutto, era meglio che Berlusconi non si facesse un' idea sbagliata".

woody allen e soon yi lasciano la casa di epstein woody allen e soon yi lasciano la casa di epstein soon yi previn e mia farrow 1 soon yi previn e mia farrow 1 dylan farrow dylan farrow woody allen woody allen WOODY ALLEN E MARIEL HEMINGWAY IN MANHATTAN WOODY ALLEN E MARIEL HEMINGWAY IN MANHATTAN woody allen gianni schicchi woody allen gianni schicchi woody allen woody allen woody allen woody allen

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute