“INDIGNATEVI PER CHI RUBA, NON PER BAGLIONI” - FIORELLO DIFENDE IL "DIVO CLAUDIO" NELLA POLEMICA SUI COMPENSI PER I CONDUTTORI DEL FESTIVAL: C'È UNA LEGGE DI MERCATO PER LA QUALE SE BAGLIONI PORTA TANTISSIMI SOLDI ALLA RAI, COME HA GIÀ DIMOSTRATO L'ANNO SCORSO, GUADAGNA QUESTO. QUESTO NON È UN LAVORO CHE POSSONO FARE TUTTI. LO FAI SE HAI TALENTO…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

fiorello baglioni fiorello baglioni

Franco Grilli per www.ilgiornale.it

 

Rosario Fiorello esce allo scoperto. E, senza fronzoli e senza peli sulla lingua, prende le difese di Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, nel mirino per i loro maxi compensi come conduttori della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo.

 

 

"Perché i giornali e la gente si indignano con i conduttori del Festival di Sanremo Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele per i compensi? E perché non ci si indigna allo stesso modo verso i delinquenti che rapinano, per quelli che non pagano le tasse (e quindi rubano soldi ai contribuenti) o per i politici che mangiano con le mazzette sulle opere pubbliche?", le parole dello showman in una storia pubblicata sul proprio profilo Instagram.

 

FIORELLO E CLAUDIO BAGLIONI FIORELLO E CLAUDIO BAGLIONI

Dunque, la difesa al cantante e direttore artistico della kermesse musicale: "A quelli che si indignano, vorrei dire che Baglioni ha una carriera di anni e anni […] C'è una legge di mercato per la quale se Baglioni porta tantissimi soldi alla Rai, come ha già dimostrato l'anno scorso, guadagna questo".

 

E infine: "Questo non è un lavoro che possono fare tutti. Lo fai se hai talento, come Baglioni, Bisio e Raffaele che oggi guadagnano soldi, mica li rubano. Ma vengono messi sulla pubblica piazza e martoriati, vituperati, lapidati dalla gente che guarda e si indigna".

FIORELLO E CLAUDIO BAGLIONI FIORELLO E CLAUDIO BAGLIONI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“QUALCOSA HA IMPEDITO LA RIEDIZIONE DEL GOVERNO M5S-LEGA CON DI MAIO PREMIER” - NEL LIBRO “LADRI DI DEMOCRAZIA”, PAOLO BECCHI E GIUSEPPE PALMA SVELANO I RETROSCENA DELLA CRISI BALNEARE: “DOMENICA 25 AGOSTO SALVINI CHIAMA MATTARELLA PER  PROPORRE DI MAIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. SE IL PRESIDENTE ABBIA INFORMATO DI MAIO NON LO SAPPIAMO. COSÌ COME NON SAPPIAMO SE ABBIA CHIAMATO ZINGARETTI O QUALCUNO VICINO AL SEGRETARIO DEM. FATTO STA CHE IL GIORNO DOPO IL PD APRE D'IMPROVVISO AL M5S SUL NOME DI CONTE COME PRESIDENTE DEL CONSIGLIO…”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute