“MEGLIO IL CIBO O IL SESSO? FACCIO FATICA A RISPONDERE. È DIFFICILE...” – CRISTINA D’AVENA ON FIRE AI “LUNATICI” DI “RADIO2”: “SONO MEDITERRANEA, SONO FATTA UN PO' AD ANFORINA, HO I FIANCHI PIÙ PRONUNCIATI, DOVREI FARE PALESTRA E SMALTIRE IL MIO PUNTO CRITICO, INVECE SONO PIGRA E MANGIONA" - "HO SEMPRE AVUTO TANTI CORTEGGIATORI. ADESSO SONO BELLI FORTI, SUI SOCIAL C’È ANCHE QUALCHE MANIACO, SCRIVONO COSE INCREDIBILI” – “IL CATCALLING? A ME NON È CAPITATO SPESSO. OGNI TANTO: MA IO MI GIRO E…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Da "I Lunatici - Radio2"

 

cristina davena cristina davena

Cristina D'Avena è intervenuta ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta da mezzanotte alle quattro, live anche su Rai 2 tra la mezzanotte e cinquanta e le due e trenta circa.

 

Cristina D'Avena ha parlato un po' di se: "Qual è la sigla dei cartoni a cui sono più affezionata?

 

Avendone cantate tantissime, anche negli ultimi anni, sono arrivata quasi a 750. A parte Kiss me Licia, che amo tantissimo, non saprei indicarne una. Ce ne sono tante.

 

Ad indicarne una faccio fatica. Licia rimane la sigla indiscussa che io amo più in assoluto.

 

CRISTINA D'AVENA ABBARBICATA A ROCCO SIFFREDI CRISTINA D'AVENA ABBARBICATA A ROCCO SIFFREDI

 

La prima sigla che ho cantato? 'Bambino Pinocchio', si chiamava così. Quando ho capito che sarebbe diventato un lavoro? Quando ero ragazzina andavo a scuola, facevo il primo anno dell'università, non mi sembrava vero.

 

Cantavo le mie sigle, mi fermavano per strada, canticchiavano le mie sigle, ma non mi rendevo conto. Dopo aver interpretato il telefilm di Licia, ci chiamavano sia a me che al produttore il direttore della rete per farci i complimenti.

 

cristina d'avena cristina d'avena

Ho iniziato a fare concerti, mi hanno iniziato a chiamare per altre trasmissioni, ero sempre in sala di incisione, uscivano dischi, a quel punto mi sono resa conto che Cristina piaceva tanto al pubblico e che quindi doveva dedicarsi ancora di più al suo pubblico. Sicuramente ho preso consapevolezza dal telefilm, dalla seconda o terza serie di Licia. Giravo per strada e le persone mi chiamavano Licia, mi chiedevano autografi, ero affezionatissimi.

 

CRISTINA D'AVENA CRISTINA D'AVENA

Lì ho capito che stavo diventando grande. In famiglia non hanno mai intralciato le mie scelte, certe mio padre essendo un medico mi diceva di non abbandonare l'università e di arrivare fino alla fine. Gli ho dato retta, anche se mi manca qualche esame per laurearmi in medicina. E' uno dei miei sogni. Chissà se riuscirò a finire. Mi piacerebbe tanto. Avrei voluto specializzarmi in neuropsichiatria infantile. Non so se riuscirò a farlo, ma almeno finire l'università sì".

cristina d’avena e pasquale finicelli interpretano negli anni ’80 i personaggi di licia e mirko trasposizione del famoso cartone animato giapponese kiss me licia cristina d’avena e pasquale finicelli interpretano negli anni ’80 i personaggi di licia e mirko trasposizione del famoso cartone animato giapponese kiss me licia

 

Sul rapporto con la sua fisicità: "Ho sempre avuto tanti corteggiatori, anche all'epoca di Licia. Adesso ci sono corteggiatori belli forti. Sui social c'è anche qualche maniaco, a volte mi fanno divertire, scrivono cose incredibili che uno può leggere e basta. Il mondo di internet è un po' così. Non mi metto tanto in mostra, però ogni tanto mi espongo. Anche io ho le mie fragilità.

 

A volte non mi piaccio abbastanza, ho dei punti che non mi piacciono di me. Sono mediterranea, sono fatta un po' ad anforina, ho i fianchi più pronunciati, dovrei fare palestra e smaltire il mio punto critico, invece sono pigra e mangiona, credo che il cibo sia uno dei piaceri più belli della vita e quindi non mi trattengo più di tanto. CIbo o sesso? Bah, faccio fatica a rispondere. E' difficile".

 

Ancora Cristina D'Avena: "Cosa mi fa arrabbiare? Le bugie. Quando uno mi mente e me ne accorgo mi arrabbio tantissimo, le bugie e l'incoerenza non le sopporto. Sono una persona estremamente coerente, se dico una cosa è quella".

 

cristina d avena instagram cristina d avena instagram

Sul catcalling: "A me personalmente non è capitato spesso. Ogni tanto. Ma io mi giro, guardo e me ne vado. E' inutile rispondere, ti giri, guardi, sorridi e te ne vai. Spiazzi di più così".

 

Sulla pandemia: "Pensavo che ci avrebbe reso migliori, invece non è così. Le persone sono diventate molto più intolleranti, c'è tanto nervosismo, tanta confusione, le persone sono stanche e quindi sono diventate un po' più cattive. Vedono subito il marcio.  Ma non siamo tutti così".

cristina d'avena e pasquale finicelli mirko ieri oggi cristina d'avena e pasquale finicelli mirko ieri oggi cristina d avena instagram cristina d avena instagram cristina davena 3 cristina davena 3 cristina d'avena 10 cristina d'avena 10 cristina davena 4 cristina davena 4 cristina d'avena cristina d'avena cristina d'avena cristina d'avena cristina d'avena cristina d'avena cristina davena 1 cristina davena 1 cristina davena 2 cristina davena 2 cristina d avena instagram cristina d avena instagram cristina davena vestita come la barbie cristina davena vestita come la barbie cristina d'avena e pasquale finicelli mirko cristina d'avena e pasquale finicelli mirko cristina d avena instagram cristina d avena instagram

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI - “ESTERNO NOTTE”, SERIE DI SEI PUNTATE, O SE PREFERITE FILM DI SEI ORE O SEI FILM DI UN’ORA L’UNA, DEDICATI AL RAPIMENTO MORO, E’ DI GRAN LUNGA LA MIGLIOR PELLICOLA ITALIANA DELLA STAGIONE – UN VIAGGIO DI GRANDE INTELLIGENZA DENTRO IL CUORE PROFONDO DEL PAESE, SENZA DOVER PER QUESTO FARE RIVELAZIONI SORPRENDENTI O SPOSARE QUALCHE TESI. BELLOCCHIO SA COME NON CADERE NELLE TRAPPOLE DEL CINEMA POLITICO, ESSENDOCI NATO DENTRO. LA DEMOCRAZIA CRISTIANA LA SBRIGA GIÀ NELLA PRIMA, INCREDIBILE SCENA, DOVE VEDIAMO... – VIDEO

politica

“LA RUSSIA NON SARA’ LA PRIMA A LANCIARE UN ATTACCO NUCLEARE, PUÒ LANCIARLO SOLO COME RAPPRESAGLIA” - IL VICE PRIMO MINISTRO RUSSO, YURY BORISOV, SI “ACCODA” ALLE DICHIARAZIONI PIU’ MITI DI PUTIN SULLO SCONTRO CON L’OCCIDENTE E RASSICURA SUL FATTO CHE MOSCA NON VUOLE SCATENARE UN CONFLITTO ATOMICO - MA SULLE ALTRE ARMI LA RUSSIA SI DA’ DA FARE: IL PORTAFOGLIO ORDINI DI ARMI DESTINATE ALL'EXPORT SI AVVICINA AI 50 MILIARDI DI DOLLARI - PRINCIPALI ACQUIRENTI? INDIA, CINA, EGITTO E ALGERIA…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute