“I PRIVILEGI DI UN ‘RAGAZZO FORTUNATO’: JOVANOTTI SCOPRE I FONDAMENTALISTI DELL'ECOLOGIA SOLO ORA CHE TOCCANO I SUOI INTERESSI” – “IL GIORNALE” TORNA SULLA SFURIATA DEL CANTANTE CONTRO "GLI ECONAZISTI": “IL BUONISTA È FINITO BUONISTIZZATO. NON AVEVA FATTO UN PLISSÈ QUANDO GLI STESSI ‘GRETINI’ AVEVANO DETTO NO ALLA TAV, ALLA TAP O AL NUCLEARE. MA APPENA TOCCANO LA SUA ‘GRANDE OPERA’…” 

-

Condividi questo articolo


Francesco Maria Del Vigo per il Giornale

 

jovanotti risponde alle critiche sul jova beach party jovanotti risponde alle critiche sul jova beach party

Alla fine hanno fatto perdere la pazienza anche a lui, l'emblema deambulante e danzante del buonismo, l'uomo sempre, inspiegabilmente, immotivatamente e a volte anche fastidiosamente «positivo», nel senso del pensiero e non dello stramaledetto Covid. Alla fine anche Jovanotti nel suo piccolo - che piccolo non è visto che raccoglie centinaia di migliaia di spettatori in tutta la Penisola - si è incazzato. 

 

Seppure tardivamente e con le parole sbagliate. Piccola premessa necessaria: Lorenzo Cherubini sta spopolando con il Jova Beach Party, un megatour, con un sacco di ospiti, sulle spiagge italiane che macina un successo dopo l'altro. 

 

PALCO JOVA BEACH PARTY 3 PALCO JOVA BEACH PARTY 3

Una specie di Festivalbar a immagine e somiglianza di Jovanotti, un rave party politicamente corretto e a portata di famiglia, una Gardaland musicale. Però - ormai è prassi consolidata -, in Italia quando hai troppo successo e le cose ti vanno troppo bene, in qualche modo, anche se sei il buonistissimo Jovanotti, diventi bersaglio di critiche e odio sociale. 

 

Così, Cherubini, è stato infilzato con due accuse: aver utilizzato dei lavoratori in nero nel montaggio dei palchi (accusa smentita) e, soprattutto, aver inquinato i lidi tricolori con i suoi mega raduni. Anzi, per la precisione, è stato accusato di «greenwashing», parola così antipatica da meritare di finire subito nella spazzatura (ovviamente differenziata).

Insomma, il buonista è finito buonistizzato. E ha iniziato a strillare. 

 

PALCO JOVA BEACH PARTY 2 PALCO JOVA BEACH PARTY 2

«Se voi, econazisti che non siete altro, volete continuare ad attrarre l'attenzione utilizzando la nostra forza, sono fatti vostri. Il nostro è un progetto fatto bene che tiene conto dell'ambiente», ha attaccato il cantante toscano. Posto che il nazismo è una cosa ben più seria di queste piccole bagatelle e bisognerebbe iniziare a pesare le parole, è giusto precisare che Jovanotti scopre i fondamentalisti dell'ecologia solo ora che toccano i suoi interessi. 

 

jovanotti risponde alle critiche sul jova beach party jovanotti risponde alle critiche sul jova beach party

Il profeta della «grande chiesa che passa da Che Guevara e arriva fino a madre Teresa», l'artista del «cancella il debito» che prestò pure una canzone a una campagna elettorale del Pd, all'improvviso si desta dal torpore e scopre che anche tra i «buoni» esistono i cattivi. 

 

Non aveva fatto un plissè quando gli stessi esaltati gretini avevano detto no alla Tav, alla Tap o al nucleare. Ma appena toccano la sua «grande opera» va su tutte le furie e denuncia le storture dei talebani dell'ambientalismo. Privilegi di un «ragazzo fortunato».

ARTICOLI CORRELATI

JOVANOTTI CHECCO ZALONE JOVANOTTI CHECCO ZALONE jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 16 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 16 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 14 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 14 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 20 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 20 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 13 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 13 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 12 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 12 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 21 jova beach party 2022 lignano sabbiadoro 21 PALCO JOVA BEACH PARTY PALCO JOVA BEACH PARTY

 

Condividi questo articolo

media e tv

“VORREI ESSERE GOVERNATO DA UNA PERSONA CHE NON DÀ DEL TU A BARBARA D'URSO (CE N'ERA UNO, L'HANNO DISARCIONATO)” – ALDO GRASSO: “SARÀ DIFFICILE, PERCHÉ I LEADER DEI PARTITI SI SONO ABBANDONATI A TONI CONFIDENZIALI. QUANDO LA POLITICA INSEGUE LA TV (CON L'APPORTO DEI SOCIAL) SUCCEDE CHE ANCHE LA POLITICA SI TRASFORMI NEL TRASH PIÙ COLLAUDATO. IL TRAVASO DAL POPULISMO TV A QUELLO POLITICO È STATO DEVASTANTE. NON SI GOVERNA CON IL ‘LIVE SENTIMENT’ NÉ CON IL TU. SI GOVERNA SOLO CON IL LEI, CON IL SENSO DI RESPONSABILITÀ NEI CONFRONTI DEI PROBLEMI REALI”

politica

business

cronache

sport

cafonal

LUCIO FOREVER – ARRIVA A ROMA LA MOSTRA ITINERANTE “LUCIO DALLA. ANCHE SE IL TEMPO PASSA” NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA DEL CANTAUTORE – ESPOSTI APPUNTI, DIARI, CAPPELLI, OCCHIALI, IL MITICO CLARINETTO, POSTER, DISCHI – ALLA PRESENTAZIONE CARLO VERDONE HA RICORDATO L’AMICIZIA NATA CON “BOROTALCO” E RENZO ARBORE HA RACCONTATO DI QUANDO, A 7 ANNI, HA FATTO DA BALIA  A DALLA: “SONO IL PIÙ ANTICO AMICO DI LUCIO. PER ME È STATO IL FIGLIO DELLA SIGNORA MELOTTI, LA MODISTA AMATA DA MIA MADRE...”

viaggi

salute