“PIÙ CHE ALBA SEI UN TRAMONTO”. E LA PARIETTI LO INCENERISCE: “MA VERAMENTE LA RAI LA PAGA PER DIRE QUESTE FESSERIE?” - BOTTA E RISPOSTA AL VETRIOLO DALLA BALIVO TRA ALBA E IL ‘CRITICONTE’ DANIELE RADINI TEDESCHI CHE LA INSOLENTISCE SUL  FILM “IL MACELLAIO - “TU SEI UN NOBILE? TI MANCA UN PO’ DI NOBILTÀ, POTREI DARTI DELLE LEZIONI...”. E POI LA BOCCIATURA FINALE: “RITORNI A SETTEMBRE DELL’ANNO PROSSIMO…” - FOTO+VIDEO

Condividi questo articolo



 

Da corriere.it

alba parietti alba parietti

 

L’opinionista e critico d’arte Daniele Radini Tedeschi rivolge una domanda ad Alba Parietti durante la puntata «Vieni da Me» di Caterina Balivo, su Rai Uno, ma la showgirl non sente e replica: «Con i miei 58 anni portati orgogliosamente sono diventata sorda». Radini Tedeschi replica:

 

«Allora più che un’alba sei un tramonto». Gelo in studio e la Parietti risponde piccata: «Tu sei un nobile? Ti manca un po’ di nobiltà, potrei darti delle lezioni...». A quel punto arriva la vera domanda del Criticone che chiede: «Come mai non ci sono state più pellicole come il Macellaio, è diventata vegana?». Caterina Balivo prova a smorzare i toni: «Se è una battuta, non l’ho capita...». Ma il danno è fatto e la tensione in studio è latente

 

alba parietti alba parietti alba parietti alba parietti alba parietti alba parietti ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI alba parietti alba parietti ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI ALBA PARIETTI alba parietti alba parietti

 

Condividi questo articolo



media e tv

QUANTO CI MANCA UGO TOGNAZZI - IL RICORDO DEL FIGLIO RICKY A 30 ANNI DALLA SCOMPARSA: “È STATO UN MATRIARCA. AMAVA IL CINEMA E LE DONNE. GLI ULTIMI ANNI SONO STATI TRISTI. PASOLINI DISSE CHE ERA LA PERSONA PIÙ SENSIBILE E INTELLIGENTE MAI CONOSCIUTA" - “MIO PADRE SOFFRÌ PER "IL VIZIETTO". GIÀ IL TITOLO GLI FACEVA RIBREZZO E NON GLI PIACEVANO LE SCENE” – QUELLA VOLTA CHE ANDÒ DA UN GRAFOLOGO PER INDIVIDUARE L'AMICO CHE AVEVA STRONCATO UNA SUA PASTA E FAGIOLI - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute