“È TUTTO MERAVIGLIOSO A 'LA VITA IN DIRETTA', SIA LA VITA CHE LA DIRETTA” - ALDO GRASSO PERCULA IL PROGRAMMA DI ALBERTO MATANO: “LE INVIATE ASSOMIGLIANO TUTTE ALLA MITOLOGICA SILVANA DI PAOLA CORTELLESI E TRATTANO OGNI ARGOMENTO ALLO STESSO MODO. È TUTTO MERAVIGLIOSO, ANCHE LA STORIA DELLA BADANTE CHE SPOSA L’OTTANTENNE E GLI PROSCIUGA IL CONTO. LUNEDÌ C’ERA MARA VENIER CHE MATANO VENERA COME UNA MADONNA PELLEGRINA. E IL PROF BASSETTI CHE ORMAI È DI CASA E SI DÀ DEL TU CON MARA, COME UNO DI FAMIGLIA…”

-

Condividi questo articolo


Aldo Grasso per "www.corriere.it"

 

alberto matano a la vita in diretta 3 alberto matano a la vita in diretta 3

È tutto meraviglioso a «La vita in diretta», sia la vita che la diretta. Da tempo, non seguivo questa trasmissione che la Rai sostiene essere «una finestra dinamica sulla vita comune degli italiani che accompagna i telespettatori, informando, emozionando e divertendo». È tutto meraviglioso a «La vita in diretta»: il sorriso di Alberto Matano e la cronaca, gli ospiti e le storie di vita, i grandi personaggi del giornalismo e i protagonisti della televisione.

 

la vita in diretta 1 la vita in diretta 1

Lunedì, per esempio, in studio c’era Mara Venier che Matano venera come una madonna pellegrina, ma c’erano anche Rita Dalla Chiesa, Pino Strabioli e un certo Pierpaolo Petrelli, di cui tutti tessevano le lodi, che mi ha fatto sentire un escluso perché non so niente di lui.

 

pierpaolo pretelli e mara venier a la vita in diretta pierpaolo pretelli e mara venier a la vita in diretta

Ma è bastato vedere Mara ai fornelli (in un servizio sulla sua vita) perché tutto diventasse meraviglioso, in diretta. C’era anche il prof. Bassetti, quello di Genova, che ormai è di casa e mi par di aver capito che si dà del tu con Mara, come uno di famiglia. «La vita in diretta» è famiglia, dove ci si vuol bene, dove la vecchia «finestra sul mondo» è diventata una «finestra dinamica», qualunque cosa significhi. È tutto meraviglioso, anche la storia della badante che sposa l’ottantenne e gli prosciuga il conto in banca, anche il sindaco di Terni e la sua famosa ordinanza contro gli abiti succinti, anche l’ignobile manifestazione anti-green pass di Novara.

 

alberto matano a la vita in diretta 5 alberto matano a la vita in diretta 5

Sì, perché le inviate assomigliano tutte alla mitologica Silvana di Paola Cortellesi, e trattano ogni argomento allo stesso modo. Come se il tempo fosse sospeso. Se il tempo non passa, significa che «La vita diretta» è una nuvola, che il conduttore e gli ospiti sono la pura voce senza nome di una favola, che la cronaca più opaca assurge a una dimensione fantastica: informando, emozionando e divertendo...

alberto matano a la vita in diretta 4 alberto matano a la vita in diretta 4 la vita in diretta la vita in diretta alberto matano a la vita in diretta 2 alberto matano a la vita in diretta 2 LA VITA IN DIRETTA ALBERTO MATANO LA VITA IN DIRETTA ALBERTO MATANO alberto matano la vita in diretta alberto matano la vita in diretta

 

alberto matano la vita in diretta alberto matano la vita in diretta alberto matano a la vita in diretta 1 alberto matano a la vita in diretta 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – JOE BIDEN VUOLE CHE GIORGIA MELONI METTA ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL G7 L’USO DEI BENI RUSSI CONGELATI. PER CONVINCERE LA DUCETTA HA SPEDITO A ROMA LA SUA FEDELISSIMA, GINA RAIMONDO, SEGRETARIO AL COMMERCIO – GLI AMERICANI PRETENDONO DALL’EUROPA UN'ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ DOPO TUTTI I MILIARDI CHE WASHINGTON HA POMPATO A ZELENSKY. MA METTERE MANO AI BENI RUSSI È UN ENORME RISCHIO PER L’UNIONE EUROPEA: POTREBBE SPINGERE ALTRI PAESI (CINA E INDIA SU TUTTI) A RIPENSARE AI LORO INVESTIMENTI NEL VECCHIO CONTINENTE…

DAGOREPORT – PARTITI ITALIANI, PERACOTTARI D'EUROPA - L’ASTENSIONE “COLLETTIVA” SUL PATTO DI STABILITÀ È STATA DETTATA SOLO DALLA PAURA DI PERDERE CONSENSI IL 9 GIUGNO - SE LA MELONA, DOPO IL VOTO, PUNTA A IMPUGNARE UN PATTO CHE E' UN CAPPIO AL COLLO DEL SUO GOVERNO, IL PD DOVEVA COPRIRSI DAL VOTO CONTRARIO DEI 5STELLE – LA DUCETTA CONTINUA IL SUO GIOCO DELLE TRE CARTE PER CONQUISTARE UN POSTO AL SOLE A BRUXELLES. MA TRA I CONSERVATORI EUROPEI STA MONTANDO LA FRONDA PER IL CAMALEONTISMO DI "IO SO' GIORGIA", VEDI LA MANCATA DESIGNAZIONE DI UN CANDIDATO ECR ALLA COMMISSIONE (TANTO PER TENERSI LE MANINE LIBERE) – L’INCAZZATURA DI DOMBROVSKIS CON GENTILONI PER L'ASTENSIONE DEL PD (DITEGLI CHE ELLY VOLEVA VOTARE CONTRO IL PATTO)…