UN LETTORE CI SCRIVE: “CARO DAGO, SPIACE PER NADIA TOFFA E NESSUNO MERITA DI MORIRE COSÌ (DUE ANNI DI PURA SOFFERENZA PER LE CURE), MA POSSIAMO DIRE CHE L'AFFERMAZIONE DEL 12 FEBBRAIO 2018 (O GIÙ DI LÌ) DELLA STESSA TOFFA DI AVER SCONFITTO IL CANCRO ERA UNA CAZZATA BELLA E BUONA? DOPO DUE MESI NON CURI IL CANCRO. NEMMENO CON IL PENSIERO POSITIVO E LA RADIO. RIMANE INCOMMENTABILE LO SFRUTTAMENTO DE ‘LE IENE’ CHE HA SPETTACOLARIZZATO LA MALATTIA E PURTROPPO MORTE DI UNA LORO DIPENDENTE…”

Condividi questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo:

 

NADIA TOFFA NADIA TOFFA

Caro Dago, spiace per Nadia Toffa e nessuno merita di morire così (due anni di pura sofferenza per le cure), ma possiamo dire che l'affermazione del 12 febbraio 2018 (o giù di lì) della stessa Toffa di aver sconfitto il cancro era una cazzata bella e buona? Dopo due mesi NON curi il cancro. Nemmeno con il pensiero positivo e la radio. Furono tacciati di essere cattivi e hater tutti quelli che misero in dubbio queste parole, quando magari in tanti fecero solo notare che le cose purtroppo non stanno così.

 

Spiace per la donna dietro il fenomeno mediatico e speriamo almeno che ora possa riposare in pace. Rimane incommentabile lo sfruttamento delle IENE che ha spettacolarizzato la malattia e purtroppo morte di una loro dipendente. Aspettiamoci ora uno speciale post mortem targato IENE; evidentemente il programma ha l'esclusiva dove sapremo tutto, tuttissimo sulla morte della loro inviata. Già l'annuncio della dipartita è stato affidato alle IENE e non alla famiglia, come sarebbe usanza e anche buona norma.

Domanda: ma perché le IENE hanno questa passione morbosa per la disinformazione relativa alla salute? Saluti dagli sciacalli,

Lisa

 

nadia toffa nadia toffa nadia toffa nadia toffa nadia toffa nadia toffa nadia toffa nadia toffa NADIA TOFFA NADIA TOFFA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

CONI GELATO – DI FRONTE ALLE DIMISSIONI MINACCIATE DA SPADAFORA, CONTE HA FATTO L’UNICA COSA CHE SA FARE: TIRARSI FUORI E RINVIARE TUTTO A DATA DA DESTINARSI – I GRILLINI SONO INVIPERITI CON IL MINISTRO DELLO SPORT PER ESSERSI FATTO INFINOCCHIARE DA MALAGÒ, DA ITALIA VIVA E DAL PD - LA CONVINZIONE DEL FRONTE “PROGRESSISTA” DEL MOVIMENTO È CHE LO SCONTRO SIA SOLO POLITICO, E CHE DIETRO CI SIA LA MANO DI DIBBA PER FARE ALTRA CACIARA - ORMAI NEL PARTITO È TUTTI CONTRO TUTTI

business

cronache

sport

MA QUALE CONTE! IL VERO OBIETTIVO DI ANDREA AGNELLI È ANDREA PIRLO - LUCA BEATRICE: “DI ‘STI TEMPI NON CI SI PUÒ ACCOLLARE UN DOPPIO INGAGGIO (A SARRI ANDREBBERO COMUNQUE 12 MILIONI PER I PROSSIMI 2 ANNI), DUNQUE A MENO DI DISASTRI EUROPEI NELLA TORINO BIANCONERA SI CONTINUERÀ CON LUI, PREPARANDO IL TERRENO PROPRIO AD ANDREA PIRLO” - “DURANTE LA CONFERENZA STAMPA DEL NUOVO ALLENATORE DELLA JUVENTUS UNDER 23, IL PRESIDENTE HA RINGRAZIATO TUTTI ‘DIMENTICANDOSI’ SARRI. LA VERITÀ È CHE…”

cafonal

viaggi

salute