LORENZETTO MORDE E PANARARI RISPONDE – MASSIMILIANO PANARARI FA “LE PULCI” A STEFANO LORENZETTO, CHE LO AVEVA BACCHETTATO PER DUE PASSAGGI DI UN SUO EDITORIALE: “IL ‘CE NE STANNO’ RIFERITO AI CINGHIALI NELL'ARTICOLO SU ‘LA STAMPA’ RICHIAMA APPOSITAMENTE LA LINGUA DELLA CITTÀ CHE SI TROVA ASSEDIATA DAGLI UNGULATI. IL ‘CARICO DA NOVANTA’ NON RIMANDA ALLE CARTE DA BRISCOLA, NÉ MEN CHE MENO ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA, MA HA A CHE FARE CON L'ESERCITO…”

-

Condividi questo articolo


1. LETTERA DI MASSIMILIANO PANARARI A DAGOSPIA

 

Caro Dottor Stefano Lorenzetto,

 

MASSIMILIANO PANARARI MASSIMILIANO PANARARI

buonasera, è un onore rientrare tra coloro a cui lei fa le pulci (ma non "pulciari", però, in questo caso, a proposito del romanesco). Il "ce ne stanno" riferito ai cinghiali nell'articolo su "La Stampa" richiama appositamente la lingua della città che si trova assediata dagli ungulati, diventati un problema quotidiano di cui si discute nella lingua comune di una città che amo profondamente (oltre a lavorarci, come lei ricorda: in UniMercatorum, in primis, e in Luiss).

 

Il "carico da novanta" non rimanda alle carte da briscola, infatti, né men che meno alla criminalità organizzata, ma ha a che fare con l'esercito, seppure non con lo scomparso servizio militare di leva. Ovvero alla potenza di fuoco dell'allora moderno cannone calibro 90 che negli anni Quaranta venne adottato dall'artiglieria del Regio esercito italiano.

 

Un saluto molto cordiale (e molto rispettosamente guardingo e attento per riuscire a parare o schivare possibili errori e refusi)

 

Massimiliano Panarari

 

 

2. Da “Pulci di notte” di Stefano Lorenzetto da “Anteprima. La spremuta dei giornali di Giorgio Dell’Arti” e pubblicato da “Italia Oggi”

(http://www.stefanolorenzetto.it/telex.htm)

 

STEFANO LORENZETTO STEFANO LORENZETTO

Editoriale di Massimiliano Panarari sulla Stampa: «Non stiamo parlando di cinghiali (di quelli ce ne stanno anche troppi in carne e ossa)». Professore, lei risulta nato a Reggio Emilia: anche se insegna alla Luiss, lasci perdere questi orribili romanismi.

 

Più avanti: «E su Youtube cala il carico da novanta». Ne deduciamo che lei fu militesente e che non gioca a briscola: si cala il carico da undici (l’asso, che vale 11 punti), non da novanta.

 

Da novanta è il pezzo di chi nella mafia gode di grande autorità o, tutt’al più, il pezzo di artiglieria del cannone contraereo utilizzato dall’Italia durante la Seconda guerra mondiale (90 ovviamente era il calibro).

stefano lorenzetto per la quinta volta nel guinness dei primati stefano lorenzetto per la quinta volta nel guinness dei primati massimiliano panarari massimiliano panarari massimiliano panarari massimiliano panarari STEFANO LORENZETTO STEFANO LORENZETTO

 

Condividi questo articolo

media e tv

MA I DEPUTATI DEM SI ASPETTAVANO DI TROVARE AL 41 BIS INTELLETTUALI DELLA "RIVE GAUCHE"? SERRACCHIANI, VERINI, ORLANDO, OLTRE CHE CON COSPITO, AL PENITENZIARIO DI SASSARI HANNO PARLATO ANCHE CON UN BOSS DELLA CAMORRA, UN KILLER DELLA ‘NDRANGHETA E LO STRAGISTA DI CAPACI – LUNARE LA GIUSTIFICAZIONE: “NON SAPEVAMO CHI FOSSERO. I LORO NOMI LI ABBIAMO SAPUTI DOPO L'INTERVENTO DI DONZELLI” – I DEM SI DIFENDONO: “INUTILE DIRE CHE COSPITO CI HA ORDINATO DI PARLARE CON GLI ALTRI DETENUTI. È UNA CRETINATA”

politica

business

cronache

LA STRATEGIA DI COSPITO: MAGNA E MORI – PRIMA DI INIZIARE LO SCIOPERO DELLA FAME, L’ANARCHICO AVEVA IN MENTE DI INGRASSARE (GIÀ PESAVA 120KG) PER FAR DURARE LA PROTESTA IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE E SCATENARE L’INFERNO DI POLEMICHE CHE È RIUSCITO A GENERARE - QUANDO È STATO TRASFERITO AL 41BIS, E HA CAPITO QUANTO FOSSE DURO IL CARCERE DI MASSIMA SICUREZZA, HA INIZIATO A COMPRARE DEGLI INTEGRATORI PER RESISTERE IL “PIÙ A LUNGO POSSIBILE” – I COLLOQUI TRA COSPITO E I MEDICI: “SO QUAL È IL PESO SOTTO IL QUALE NON POSSO SCENDERE...”

sport

cafonal

CAFONALINO CAN CAN! – FRANCESCA PAPPALARDO, L’ESTETISTA CHE SI FA CHIAMARE “LOOKMAKER”, FESTEGGIA I SUOI 40 ANNI CON UNA SERATA A TEMA “MOULIN ROUGE ALLA VACCINARA” – TRA L’OTTANTINA DI AMICHE, CLIENTI E SVIPPATI PRESENTI SUL ROOFTOP DELL’HOTEL VALADIER, AVVISTATI CLIZIA INCORVAIA E UN PAOLO CIAVARRO INQUARTATO, UNA SOLITARIA MANILA NAZZARO, GIACOMO URTIS CON FLUENTE CHIOMA BIONDA E PETTORALI TETTONICI IN BELLA VISTA – OSPITE D’ONORE VALERIONA MARINI, CHE METTE A DURA PROVA LE CUCITURE DEL VESTITINO DI CRISTALLI E PAILLETTES – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute

L'EPIDEMIA DI VAIOLO DELLE SCIMMIE IN EUROPA SI STA SPEGNENDO: SOLO 23 NUOVI CONTAGI - SU SCALA GLOBALE, INVECE, L'OMS HA RILEVATO UN AUMENTO DEI CONTAGI. NELLA SETTIMANA TRA IL 23 E IL 29 GENNAIO SONO STATI REGISTRATI NEL MONDO 403 NUOVI CASI, IL 37,1% IN PIÙ RISPETTO ALLA SETTIMANA PRECEDENTE, DISTRIBUITI IN 20 PAESI NEL MONDO. IL MAGGIOR NUMERO DI CONTAGI È STATO REGISTRATO IN MESSICO (72 NUOVI CASI), REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (69), USA (42), BRASILE (40), GUATEMALA (34)…