LA MELONI SI È MAGNATA “LA BESTIA” DI SALVINI – SONO FINITI I TEMPI IN CUI IL CAPITONE FACEVA IL PIENO DI MI PIACE E COMMENTI SUI SOCIAL, ORA SUL WEB SPOPOLA LA DUCETTA CHE È CAMPIONESSA DI “ENGAGEMENT” (TRADOTTO SIGNIFICA CHE È MOLTO BRAVA AD ATTRARRE L’ATTENZIONE DEI PROPRI SEGUACI) – SU TWITTER VA FORTE CROSETTO, MA LE PERSONE SONO ATTRATTE ANCHE DAI VIDEO ULTRASH DELLA PITONESSA SANTANCHÈ, CHE VIENE ANCORA PERCULATA PER IL SUO CENTROTAVOLA NATALIZIO DELLO SCORSO ANNO – SUI SOCIAL, COME NELLE URNE, DEL PD NON C’È TRACCIA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Emanuele Lauria per “la Repubblica”

 

i politici e i social 4 i politici e i social 4

Scalato Palazzo Chigi, Giorgia Meloni si arrampica anche sui social: in un anno ha guadagnato mezzo milione in più di seguaci. La premier fa il boom, mentre Matteo Salvini - che resta comunque in testa nel dato "storico" (figlio dell'impennata del 2019) - per la prima volta si ferma.

 

Anzi, trasforma una crescita sempre più lenta in un calo di un centinaio di follower. I tempi della "Bestia" che acchiappava internauti sono lontani. È uno dei dati principali dell'analisi dell'attività sulle quattro principali piattaforme (Facebook, Twitter, Instagram, Tik Tok) elaborata dall'Osservatorio della fondazione Italia Digitale.

 

L'engagement (ovvero la capacità di interagire con il pubblico che è dimostrato da like, commenti e link ad altri siti) conferma il sorpasso della leader di Fdi rispetto al segretario della Lega, già registrato il mese scorso.

i politici e i social 3 i politici e i social 3

 

La ricerca, curata da Sandro Giorgetti, prende in considerazione le performance degli altri componenti del governo: tra i più popolari, in ordine di classifica, Daniela Santanchè, Guido Crosetto, Anna Maria Bernini, Nello Musumeci, Antonio Tajani e Roberto Fitto, tutti personaggi conosciuti da alcuni anni anche per le loro apparizioni sui media. Ma è Francesco Lollobrigida che ha l'engagement più alto. Anche perché è molto aumentato, da quando è al governo, il numero di post prodotti: 427 in soli 2 mesi, su Facebook, Instagram e Twitter. […]

 

Nell'engagement generale troviamo un abisso fra le prime tre forze politiche (Fdi, Lega e 5Stelle) e gli altri. Buona la performance di Italia Viva e «drammatico», così lo definisce Giorgetti, il dato del Pd e di Forza Italia. «Per quanto riguarda i dem, sono numeri che confermano la loro scarsa strategia digitale. Peraltro il Pd - aggiunge il curatore dell'analisi - è l'unico partito ad avere un profilo Tik Tok, ma con un numero di follower insignificante, circa 7 mila: un centesimo di quelli che ha conquistato Silvio Berlusconi, che sui social si giova della sua personale popolarità ma non a vantaggio di Fi».

i politici e i social 2 i politici e i social 2

 

Come numero di follower c'è Salvini in testa. Ma prima della Meloni, al secondo posto, troviamo Giuseppe Conte, poi Renzi e Berlusconi. Nella capacità di engagement (cioé - ripetiamo - di "coinvolgere" l'utente) a primeggiare è Meloni, Salvini subito dietro e poi Conte.  […]

CENTROTAVOLA DI NATALE IN CASA SANTANCHE' CENTROTAVOLA DI NATALE IN CASA SANTANCHE' guido crosetto guido crosetto daniela santanche sulla neve foto chi daniela santanche sulla neve foto chi i politici e i social 1 i politici e i social 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! LA VENDETTA DEL CALTA – DOPO AVER RICEVUTO DUE PORTE IN FACCIA AL TENTATIVO DI CONQUISTARE PRIMA GENERALI E POI MEDIOBANCA, IL COLPO FATALE AI SOGNI DI GLORIA VENEZIANI DI CALTAGIRONE È STATO AFFONDATO DA “FURBIZIO” PALENZONA, CHE HA SPOSTATO CRT E BENETTON A SUPPORTO DI DONNET E NAGEL - CON MILLERI CHE SI SAREBBE RIAVVICINATO A NAGEL, CALTA “HA RIMASTO” SOLO CON FAZZOLARI A TRASTULLARSI COL DL CAPITALI – QUANDO LA MILIARDARIA VENDITA DELLA PRELIOS DI PALENZONA AL PIGNATARO RIMANE INCAGLIATA, PARTE LA VENDETTA DI CALTA. E SUL SUO “MESSAGGERO” DI IERI….

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…