MINIMALISMO INGUINALE - QUIRINO CONTI: DA ROCCO SIFFREDI E LA SUA MONUMENTALE ATTREZZATURA AD ACHILLE LAURO CHE INALBERA CON ORGOGLIO L’ASSENZA DEL “PACCO”: E LA MODA EBBE FINALMENTE IL DEFLAGRANTE ERMAFRODITISMO DEGLI INTERPRETI DI GUCCI. AI QUALI NEI COMPOSIT NON SI RICHIEDE PIÙ ALTEZZA E SPALLE MA L’EVIDENZA DI UN VUOTO INGUINALE CONSOLANTE E POETICO…

-

Condividi questo articolo

Quirino Conti Quirino Conti

Quirino Conti per Dagospia

 

Chi non ricorda l’entusiasmo orgiastico – naturalmente però sempre molto ironico – che zampillò dalle migliori testate nazionali all’apparire di Rocco Siffredi e della sua monumentale (da monumentum) attrezzatura? Identicamente a quello – comunque più colto ma assai meno documentato – per le doti a sua volta sregolate del bellissimo Michael Fassbender.

ROCCO SIFFREDI MALENA ROCCO SIFFREDI MALENA

 

Tanto che, divenuta la dote del primo un luogo comune come i trulli pugliesi o i cipressi toscani, da subito iniziò a essere accolto (con sottili risatine di assenso e più loschi mugugni tra il goloso e il pudico), persino dalla televisione più accorta; e dalla pubblicità, come un Mulino Bianco.

 

achille lauro achille lauro

Mentre il tedesco era costretto ogni volta a spiegare le ragioni coltissime del suo smisurato snudamento; bastando all’altro, all’abruzzese, presentarsi ridanciano in video con moglie e figli, naturali destinatari delle lucrose rendite di una così grande impresa familiare.

 

achille lauro achille lauro

Fino a che non comparve Achille Lauro, che di tutte queste volumetrie fece da subito merce da norcineria. Lui, il solo, l’unico, dopo i grandi Porporino e Senesino, a poter inalberare con orgoglio e mollezza un’assenza tanto desiderabile. Come solo nel Rococò per angeli paffutissimi, ma anche più anticamente su eroici kouroi che, bellissimi e forti, dunque coraggiosi e valorosi, dovevano all’aggraziata modestia dei loro sessi la garanzia di un valore morale intemerato.

achille lauro achille lauro

 

E la Moda ebbe finalmente il suo modello, dopo i primi sparuti esemplari da Riccardo Tisci per Givenchy, quelli da John Galliano per Margiela, e ora il deflagrante ermafroditismo degli interpreti di Gucci. Ai quali nei composit non si richiede più altezza e spalle ma l’evidenza di un vuoto inguinale consolante e poetico.

 

michael fassbender nudo in hunger michael fassbender nudo in hunger

Altro che Bolle con il suo antistante zaino, e quei giovanottoni che da Armani e Versace dovevano forzosamente usare pantaloni vasti e dal cavallo alle ginocchia per un alluso contenuto di smisurate proporzioni.

 

E la Moda ebbe finalmente la sua modernità, in carne e ossa (si fa per dire). Mentre maschi sempre più indolenti gratificavano le proprie compagne di una grazia sconosciuta fino a oggi: con un nuovo genere quale solo la pittura ha da sempre descritto.

 

Meno che a Mantova con quel millantatore di Giulio Romano. Che però, del resto, ora si dice non più troppo gradito dopo l’apparizione malandrina di Lauro. Consolazione un po’ per tutti: per i concisi di natura – così tanto tartassati fino a ora – e per le loro signore, non più obbligate all’elogio fasullo del proprio partner. Perché divenuto davvero (finalmente) di gran moda.

achille lauro achille lauro alessandro michele 6 alessandro michele 6 achille lauro achille lauro MEME SULLA TUTINA DI ACHILLE LAURO MEME SULLA TUTINA DI ACHILLE LAURO achille lauro achille lauro achille lauro achille lauro achille lauro 4 achille lauro 4 alessandro michele 7 alessandro michele 7

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

SIAMO TUTTI ALBERTO SORDI? - TRASPARENTE E MISTERIOSO, ALLEGRO, MA ANCHE TERRIBILMENTE MALINCONICO. IN UN DOC IL RITRATTO DELL'ATTORE: “IO LA TRISTEZZA LA NASCONDO. PERCHÉ A NESSUNO IMPORTA NIENTE DELLA MIA TRISTEZZA. LA TRISTEZZA LA TENGO PER ME” - SORDI COLLEZIONÒ STORIE E FIDANZAMENTI SENZA MAI GIUNGERE AL MATRIMONIO. PER ANDREINA PAGNANI PERSE LA TESTA, MA LA FASCINAZIONE PIÙ FORTE FU PER… - DA RUTELLI E VELTRONI A RICCARDO ROSSI E PAOLA BARALE, ECCO CHI C'ERA ALL'ANTEPRIMA DEL DOCUMENTARIO AL TEATRO ARGENTINA - FOTO + VIDEO

viaggi

salute