È MORTO A 84 ANNI GIANNI MINÀ: GIORNALISTA, SCRITTORE E GRANDE INTERVISTATORE, SI È SPENTO DOPO UNA BREVE MALATTIA CARDIACA. A DARE L'ANNUNCIO DELLA SCOMPARSA LA FAMIGLIA, SULLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE - AUTORE DI STORICHE INTERVISTE, SI VANTAVA DI ESSERE AMICO PERSONALE DI MORALES, CASTRO, CHAVEZ E LULA, OLTRE CHE DI MARADONA - GLI INIZI A TUTTOSPORT, POI L'ARRIVO IN RAI: "UN DIRIGENTE POI MI CONFESSÒ: 'NON TE POTEVO DA' DA LAVORA PERCHE' STAVI SULLE PALLE ALL'OMONE'" (CRAXI)"  – LA MACCHINA CON CUI SCARROZZO’ I BEATLES NEL ’65 A ROMA, FELLINI CHE GLI CHIEDE DI ALZARE LA CAMERA (“COSI’ SEMBRO PIU’ MAGRO”) E L'INTERVISTA DI 16 ORE A FIDEL CASTRO CHE ESORDISCE DICENDO: "CERCHERÒ DI SINTETIZZARE” - “MARADONA MI OBBLIGÒ A FILMARE LE SEDUTE DALLO PSICOLOGO, MA HO DECISO DI DISTRUGGERE PARTE DEL MATERIALE” - VIDEO

Condividi questo articolo


 

 

1. ADDIO A GIANNI MINÀ, IL GIORNALISTA AVEVA 84 ANNI: “COLPITO DA UNA MALATTIA CARDIACA”. DA MARADONA A CASTRO, LE GRANDI INTERVISTE

Da www.ilfattoquotidiano.it

 

gianni mina 4 gianni mina 4

A causa di una breve malattia cardiaca, è morto a 84 anni Gianni Minà. L’annuncio della scomparsa del giornalista e scrittore è comparso sulla sua pagina Facebook ufficiale. Nel breve post, accompagnato da una sua foto, si legge che l’autore di storiche interviste, tra gli altri, ai grandi dello sport, della politica mondiale e del cinema, “Non è stato mai lasciato solo, ed è stato circondato dall’amore della sua famiglia e dei suoi amici più cari”. I familiari hanno voluto inviare un ringraziamento speciale al “professor Fioranelli e allo staff della clinica Villa del Rosario che ci hanno dato la libertà di dirgli addio con serenità”.

 

2. BIOGRAFIA DI GIANNI MINÀ

Da www.cinquantamila.it - La storia raccontata da Giorgio Dell'Arti

 

gianni mina diego maradona 2 gianni mina diego maradona 2

• Torino 17 maggio 1938. Giornalista. Grande esperto di Sudamerica. «Sono amico personale di quattro presidenti: Morales, Castro, Chávez e Lula» (nel 2006).

 

• Iniziò la carriera a Tuttosport, quotidiano che avrebbe poi diretto (1996-1998). Dal 1970 alla Rai, nel 1976 curò la sezione spettacolo de L’altra domenica di Renzo Arbore e Maurizio Barendson. Quattro anni dopo collaborò a Mixer. La lunga e discussa intervista a Fidel Castro (immortalata dalla citazione nel film di Oliver Stone Assassini nati) è dell’87. Dal 1991 al 1993 condusse su Raiuno La domenica sportiva.

fulvio lucisano con con robert de niro, gianni mina?? e al pacino per il lancio di sfida senza regole fulvio lucisano con con robert de niro, gianni mina?? e al pacino per il lancio di sfida senza regole

 

• «Ero precario alla Rai. Collaboravo alla rubrica Dribbling di Maurizio Barendson, che è stato il mio maestro. Era direttore generale Ettore Bernabei, il miglior direttore che la Rai abbia mai avuto. Ricordo Willy De Luca, allora direttore del Tg, che quando andavo a chiedergli lavoro mi diceva: “Senti Minà, ma ce l’hai un santo in paradiso?”. Io gli confermavo che non ce l’avevo. Lui si incazzava: “Ma allora che vuoi?”.

 

Poi chiamava i suoi assistenti e diceva: “Vedete di farlo lavorare un po’ di più, per favore”.

 

Sempre meglio del periodo socialista quando, dopo Blitz, per 12 anni non riuscii a fare nulla per la Rete Due. Un dirigente cinico ma simpatico mi ha confessato:

 

“Mo te lo posso dì. Non te potevo dà da lavorà perché tu stavi su le palle all’omone”» (“omone” era il termine con cui, ai tempi, si indicava Craxi; da un’intervista di Claudio Sabelli Fioretti).

 

gianni mina gianni mina

• Da ultimo ha fatto undici dvd su Maradona per La Gazzetta dello Sport (dieci li aveva presentati già nel 2007). Ha ricevuto il premio Trabucchi d’Illasi alla Passione Civile 2012 e quello alla carriera Berlinale Kamera 2007, nel 2008 è stato celebrato alla Casa del cinema di Roma nella retrospettiva Una vita da cronista («Rivedere tutte queste cose è il mio riscatto dopo tanti anni di ostracismo da parte della Rai»).

 

 

• Sposato con Loredana, una figlia

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

GIANNI MINA FIDEL CASTRO GIANNI MINA FIDEL CASTRO gianni mina 3 gianni mina 3 FIDEL CASTRO GIANNI MINA' FIDEL CASTRO GIANNI MINA' GIANNI MINA BEATLES GIANNI MINA BEATLES

.

gianni mina gianni mina roberto rossellini isabella ferrari gianni mina roberto rossellini isabella ferrari gianni mina maradona al san carlo gianni mina e maradona maradona al san carlo gianni mina e maradona maradona al san carlo gianni mina maradona al san carlo gianni mina gianni mina gianni mina GIANNI MINA' MARADONA GIANNI MINA' MARADONA GIANNI MINA - ROBERT DE NIRO - MUHAMMAD ALI - SERGIO LEONE - GARCIA MARQUEZ GIANNI MINA - ROBERT DE NIRO - MUHAMMAD ALI - SERGIO LEONE - GARCIA MARQUEZ FIDEL CASTRO GIANNI MINA' FIDEL CASTRO GIANNI MINA' GIANNI MINA' fidel castro GIANNI MINA' fidel castro GIANNI MINA' beatles GIANNI MINA' beatles gianni minà maradona gianni minà maradona GIANNI MINA DOCUFILM 2 GIANNI MINA DOCUFILM 2 gianni mina diego maradona 1 gianni mina diego maradona 1 gianni mina 2 gianni mina 2 GIANNI MINA MASSIMO TROISI GIANNI MINA MASSIMO TROISI gianni mina 1 gianni mina 1 GIANNI MINA FELLINI GIANNI MINA FELLINI gianni mina diego maradona 3 gianni mina diego maradona 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

PER ROMA È LA FINE DI UN’ERA: CHIUDE I BATTENTI “IL BOLOGNESE” (MA NON PER SEMPRE) – ALFREDO TOMASELLI E SUO FIGLIO ETTORE VENDONO LO STORICO RISTORANTE DI PIAZZA DEL POPOLO, DOVE IN OLTRE 60 ANNI SI SONO ATTOVAGLIATE CELEBRITÀ D'OGNI SORTA, CAPI DI STATO E STARLETTE, BOIARDI DELLA PRIMA REPUBBLICA E ASPIRANTI VIP ACCORSI SPERANZOSI DI FARSI VEDERE DALLA PIÙ REMOTA PROVINCIA – I TOMASELLI PASSANO LA MANO MA LA GLORIOSA INSEGNA RESTERÀ AI NUOVI PROPRIETARI: “RESISTERE AL DEGRADO DEL CENTRO DI ROMA ERA DIVENTATO TROPPO FATICOSO” – QUELLA VOLTA CHE GHEDDAFI TEMETTE DI ESSERE AVVELENATO…

FLASH! – CONFLITTO TOTALE: SALVINI ACCUSA GIORGETTI DI ESSERE LO ZERBINO DELLA DUCETTA E FIAMMA CANTANTE (ARIANNA, SCURTI, FAZZOLARI) - DAL SUPERBONUS RETROATTIVO AL PONTE SULLO STRETTO, DAL MES A DRAGHI A BRUXELLES, DALLA CANDIDATURA VANNACCI ALLE NOMINE IN CDP, I CONTRASTI NON SI CONTANO PIÙ - IL LEADER DELLA LEGA, SEMPRE PIU’ IN AFFANNO PER LA CRESCENTE DISAFFEZIONE DEGLI ELETTORI DEL CARROCCIO, COL SORPASSO DI FORZA ITALIA SUL COLLO, SI SPARA UN CONDONO AL GIORNO MANDANDO ALL’ARIA LE CORONARIE E LE CASSE VUOTE DEL MINISTRO DELL’ECONOMIA…

FLASH! – A BRUXELLES SI CHIEDONO BASITI: PERCHE’ LE BANCHE ITALIANE (DA INTESA A UNICREDIT) NON FANNO PRESSIONE SUL GOVERNO MELONI PER LA RATIFICA DELLA RIFORMA DEL MES? (L’ITALIA DELLA DUCETTA E’ L’UNICO PAESE SU 27 CHE L’HA RIFIUTATO) - IN FIN DEI CONTI, AGGIUNGONO I PARTNER EUROPEI, E’ UNA RIFORMA CHE TOCCA DA VICINO LE ISTITUZIONI CREDITIZIE PERCHE’, IN CASO DI UN EVENTUALE CRACK BANCARIO, DEVE SERVIRE AD EVITARE CHE I GOVERNI NAZIONALI SIANO COSTRETTI A METTERE LA MANO AL PORTAFOGLIO DEI CITTADINI…

DAGOREPORT – PERCHE' L'"INCIDENTE" HA FATTO FELICI IRAN E ISRAELE - RAISI MIRAVA ALLA SUCCESSIONE DELL’85ENNE KHAMENEI. MA, PER IL RUOLO DI GUIDA SUPREMA, L’AYATOLLAH HA SCELTO IL FIGLIO MOJTABA, 'EMINENZA GRIGIA' DEI PASDARAN CHE HANNO IN MANO IL POTERE POLITICO ED ECONOMICO DELL'IRAN – NON SOLO: RAISI AVEVA INIZIATO A INCIUCIARE CON GLI STATI UNITI PER LA STABILIZZAZIONE DEL GOLFO. L’”AMERIKANO” RAISI HA FATTO IMBUFALIRE NON SOLO I PASDARAN, MA ANCHE NETANYAHU, IL QUALE VIVE IN ATTESA DEL RITORNO DI TRUMP ALLA CASA BIANCA E HA BISOGNO COME IL PANE DI UN NEMICO PER OCCUPARE ANCORA LA POLTRONA DI PREMIER... 

MA DOVE STA ZHANG ZHANG? - IL 32ENNE IMPRENDITORE CINESE, DAL 2018 AZIONISTA DI MAGGIORANZA DELL’INTER, NON SI VEDE IN GIRO DA UN ANNO. NON ERA A MILANO NEMMENO PER LA FESTA SCUDETTO. LA VERITÀ È CHE ZHANG NON PUÒ LASCIARE LA CINA DA OLTRE UN ANNO PER LA CONDANNA DEL TRIBUNALE DI HONG KONG A RISARCIRE CHINA CONSTRUCTION BANK E ALTRI CREDITORI DI 320 MILIONI - A QUESTO PUNTO, NON CI VUOLE IL MAGO OTELMA PER SCOPRIRE IL MOTIVO PER CUI IL MEGA-FONDO AMERICANO PIMCO SI SIA RITIRATO DAL FINANZIAMENTO DI 430 MILIONI DI EURO A UN TIPINO INSEGUITO DAI TRIBUNALI, A CUI PECHINO NON RILASCIA IL VISTO PER ESPATRIARE, COME MISTER ZHANG…