IL NECROLOGIO DEI GIUSTI – IN QUESTI BRUTTI GIORNI PERDIAMO ANCHE CLAUDIO RISI, 71 ANNI, REGISTA, SCENEGGIATORE, FRATELLO DI MARCO, FIGLIO DI DINO, NIPOTE DI NELO – SIMPATICO, INTELLIGENTE, ALLEGRO, SEMPRE DISPONIBILE, È MORTO PER LE COMPLICAZIONI DI UN BRUTTO INFARTO. HA DIRETTO UNA DELLE SERIE DI MAGGIOR SUCCESSO E CULTO DELLA TV ITALIANA, “I RAGAZZI DELLA 3A C”, 1987-89, IL NOSTRO “HAPPY DAYS” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

 

Claudio Risi rip

Marco Giusti per Dagospia

 

claudio risi claudio risi

Ecco. In questi brutti giorni perdiamo anche Claudio Risi, 71 anni, regista, sceneggiatore, fratello di Marco, figlio di Dino, nipote di Nelo. Simpatico, intelligente, allegro, sempre disponibile, è morto per le complicazioni di un brutto infarto che lo aveva colpito ormai due mesi fa. Ha diretto una delle serie di maggior successo e culto della tv italiana, “I ragazzi della 3a C”, 1987-89, il nostro “Happy Days”, ben 33 episodi che lasciarono il segno tra i ragazzi cresciuti negli anni ’80, dove unì a un gruppo di fresche presenze, Fabio Ferrari, Fabrizio Bracconeri, Claudia Vegliante, Stefania Dadda, Sharon Gusberti, vecchi e gloriosi caratteristi del cinema vanziniano più bello, da Guido Nicheli a Nicoletta Elmi a Ennio Antonelli, con apparizioni strepitose di Dagmar Lassander, Max Turilli, Sabrina Ferilli, Jimmy il Fenomeno, Martine Brochard, Paolo Panelli. La serie venne anche premiata con due Telegatti.

schermata 2020 04 26 alle 17.00.41 schermata 2020 04 26 alle 17.00.41

 

i ragazzi della terza c 1 i ragazzi della terza c 1

Nato a Berna nel 1948, Claudio entrò giovanissimo nel cinema, seguendo il padre come assistente per tutti gli anni ’70 e ’80, in film come “Sono fotogenico”, “Sesso e volentieri”, “Fantasma d’amore”, “Dagobert”, lavorando anche con Mario Monicelli (“Vogliamo i colonnelli”), Carlo Di Palma (“Teresa la ladra”) e Franco Giraldi. Esordì nel cinema giovanil-vacanziero con il divertente e riuscito “Windsurf – IL vento nelle mani”, 1984, girato nella costa vicino a Sabaudia, con Pierre Cosso, Lara Lamberti, che si firmava Lara Nazinski, Urbano Barberini, un giovanissimo Alessandro Gassman, Paola Onofri, seguito da un primo tv movie, “Yesterday” con Jackie Basehart e dal giustamente celebre “I ragazzi della 3 C”.

 

claudio risi e massimo ceccherini presentazione film matrimonio a parigi claudio risi e massimo ceccherini presentazione film matrimonio a parigi pugni di rabbia 1 pugni di rabbia 1

Lontano dal cinema più impegnato del fratello Marco, provò con “Pugni di rabbia” con Ricky Memphis e Johara Farley, qualcosa di più duro, ma tornò presto a occuparsi di commedia con la serie tv “S.P.Q.R”, 1998, nata dopo il successo dell’omonimo film di Carlo Vanzina. Nelle 11 puntate della serie troviamo però un cast diverso rispetto al film, Antonello Fassari, Nino Frassica, Nadia Rinaldi, Cristiana Capotondi, con apparizioni di Alvaro Vitali, Gigi Marzullo, Guido Nicheli e di Elenoire Casalegno come Poppea. Girò poi il film tv “A caro prezzo”, 1999, con Cesare Bocci e, assieme al padre Dino, il documentario “Rudolf Nureyev alla Scala”, 2005, con interventi di Roberto Bolle. Negli ultimi anni, dopo la fine della coppia Boldi-De Sica, protagonisti dei cinepanettoni classici di Aurelio De Laurentiis, era stato chiamato a dirigere Massimo Boldi e un bel gruppo di comici in due film di un certo successo, “Matrimonio alle Bahamas” e “Matrimonio a Parigi”. Film molto liberi, pieni di energie, e molto divertenti.  

ricky memphis pugni di rabbia ricky memphis pugni di rabbia i ragazzi della terza c 3 i ragazzi della terza c 3 claudio risi con massimo boldi presentazione di matrimonio a parigi claudio risi con massimo boldi presentazione di matrimonio a parigi claudio risi con massimo boldi sul set di matrimonio alle bahamas claudio risi con massimo boldi sul set di matrimonio alle bahamas pugni di rabbia pugni di rabbia i ragazzi della terza c i ragazzi della terza c i ragazzi della terza c 2 i ragazzi della terza c 2 claudio risi 1 claudio risi 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute