IL NECROLOGIO DEI GIUSTI - SE NE VA A 83 ANNI UN ALTRO PEZZO DI STORIA: ROBERT FREEMAN, FU NON SOLO IL FOTOGRAFO UFFICIALE DEI BEATLES NEI PRIMI ANNI DELLA LORO CARRIERA MA REALIZZÒ LE COPERTINE DEI LORO PRIMI CINQUE DISCHI E DEI TITOLI DI TESTA DEI LORO PRIMI FILM - FIGURA FONDAMENTALE DELLA 'SWINGING LONDON', REALIZZÒ IL PRIMO CALENDARIO PIRELLI DELLA STORIA – LA FOTO DI LENNON CON IL PANDA

-

Condividi questo articolo

Marco Giusti per Dagospia

 

robert freeman robert freeman

Un altro pezzo di storia se ne va. Robert Freeman, scomparso a 83 anni, fu non solo il fotografo ufficiale dei Beatles nei primi anni della loro carriera, dall’agosto del 1963 al 1968, ma realizzò le copertine dei loro primi cinque dischi e dei titoli di testa dei loro primi film, A Hard Day’s Night a Help! Ma sono celebri anche i suoi ritratti di Andy Warhol, Sophia Loren, Muhammed Ali. Figura fondamentale della Swinging London, Freeman, che si era laureato a Cambridge nel 1959, passò molto presto alla fotografia, collaborando per “The Sunday Times” e realizzando una serie di celebri ritratti di grandi uomini politici, come Nikita Krusciov, ma soprattutto di musicisti jazz, a cominciare da John Coltrane, Dizzie Gillespie, ecc.

 

robert freeman lennon panda robert freeman lennon panda

Nel 1963 realizza il primo Calendario Pirelli della storia, quello cioè del 1964, e sempre nell’agosto del 1963, invitato da Brian Epstein a fotografare i Beatles, diventa non solo il loro fotografo ufficiale, ma qualcosa di più, visto che cura l’immagine delle copertine dei dischi e dei primi film nati proprio dai dischi. Legatissimo a Richard Lester aveva realizzato anche i titoli del film manifesto del tempo, The Knack, con Rita Tushingham. Sembra che la sua prima fidanzata, la modella tedesca Sonny Freeman, una delle ragazze del primo Calendario Pirelli, ebbe in quegli anni una storia Segreta con John Lennon. Una storia importante, visto che Lennon le dedicò, pare, “Norvegian Wood”.

 

Grande occhio del tempo, Freeman diresse un film legatissimo alla scena londinese e musicale del tempo, Le toccabili-The Touchables, 1968, dove quattro belle ragazze, Judy Huxtable, Esther Anderson, Monika Ringwald e Kathy Simmonds, rapiscono un cantante rock per farci l’amore. Il film non ebbe un vero successo, ma è pieno di musica e di modelle meravigliose. Diresse un altro film qualche anno dopo, Secret World-La promesse, una sorta di Grazie zia ambientato in Francia dove un nipotino orfano viene consolato da Jacqueline Bisset, la bellissima amante del nonno.

robert freeman robert freeman

 

Qualche anno fa, nel 2015, uno dei suoi due figli, Dean, mise in vendita una celebre fotografia di John Lennon con un piccolo panda per aiutarlo e salvare il suo archivio. Già colpito da un infarto e molto malato, Freeman, definito dal figlio “molto dandy e molto eccentrico”, aveva rifiutato qualsiasi forma di aiuto da parte degli amici, ma viveva malamente in un ostello e tutto il suo meraviglioso archivio di 60 anni di carriera, con foto non solo dei Baetles ma di star come Marianne Faithfull, Charlton Heston, Sophia Loren, giaceva in un garage e rischiava di andare distrutto. 

robert freeman mccartney robert freeman mccartney robert freeman beatles robert freeman beatles

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute