POSTA! - SANDRA ZAMPA HA PROSPETTATO UN NATALE SOLO CON I PARENTI DI PRIMO GRADO. CHE PER CHI NON LO SAPESSE SONO FIGLI E GENITORI. I FRATELLI E I NIPOTI SONO DI SECONDO GRADO. MARITO E MOGLIE NON SONO PARENTI. CHE IL GOVERNO CI METTA UNA PEZZA CREANDO I CONGIUNTI DI PRIMO GRADO?

-

Condividi questo articolo

SANDRA ZAMPA SANDRA ZAMPA

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera 1

Caro Dago, ieri sera Sandra Zampa ha prospettato un Natale solo con i parenti di primo grado. Che per chi non lo sapesse sono figli e genitori. I fratelli e i nipoti sono di secondo grado. Marito e moglie non sono parenti. Che il governo ci metta una pezza creando i congiunti di primo grado?

ilm'ot

 

Lettera 2

DOMENICO ARCURI CON LA MASCHERINA CALATA SOTTO IL NASO DOMENICO ARCURI CON LA MASCHERINA CALATA SOTTO IL NASO

Caro Dago, il Governo:  «Dpcm della scorsa settimana non si tocca, rimane com'è perché sta funzionando». Ma certo che funziona! Ieri ci sono stati "solo" 623 morti.

Kevin DiMaggio

 

Lettera 3

Caro Dago, Covid, sarà Domenico Arcuri il responsabile per la distribuzione dei vaccini. Un regalo ai no-vax?

Luca Fiori

 

Lettera 4

travaglio ingroia in vacanza travaglio ingroia in vacanza

Caro Dago, Di Pietro, Palamara, Ingroia. Quest'ultimo ieri si è beccato un anno e dieci mesi per peculato. I grandi magistrati moralizzatori di Berlusconi uno dopo l'altro cascano nella polvere.

J.R.

 

Lettera 5

Caro Dago, "Sicilia e Servizi", l'ex pm Antonio Ingroia è stato condannato, con rito abbreviato, a un anno e 10 mesi di carcere per peculato. Wow! Anche lui assieme all'amico Marco Travaglio nel club dei "pregiudicati".

travaglio ingroia travaglio ingroia

Maury

 

Lettera 6

Caro Dago, se il governo si fosse mosso per tempo, non solo nella prima ma soprattutto nella seconda ondata, gran parte delle morti si sarebbero potute evitare. Ieri siamo arrivati a 43.000 morti, mille volte quelli del Ponte Morandi . Come mai al premier Conte e ai suoi ministri, attaccati alle poltrone col Vinavil, non viene riservato lo stesso trattamento applicato ai manager ed ex vertici di Autostrade? 

Fritz

L ULTIMO DPCM DI CONTE – MEME L ULTIMO DPCM DI CONTE – MEME

 

Lettera 7

Caro Dago, per alleggerire lo "stress" delle strutture sanitarie, il Governo sta valutando la possibilità di aprire nuovi Covid Hotel. E allora perché non aprire anche dei Covidland Park dove i malati asintomatici possano andare a divertirsi per smaltire lo stress senza che nessuno gli rompa i marroni?

Lino

 

Lettera 8

GIUSEPPE CONTE E LA CHIUSURA DEI BAR BY CARLI GIUSEPPE CONTE E LA CHIUSURA DEI BAR BY CARLI

Caro Dago, nei reparti di medicina nei nostri ospedali in quasi tutta Italia non c'è più posto per i ricoveri no Covid. Quindi c'è l'obbligo di soccorrere i migranti in mare ma non c'è l'obbligo di soccorrere chi si presenta in ospedale?

Ranio

 

Lettera 9

Caro Dago, in Perù riapre Kuélap, che fu abitata dal "Popolo delle nuvole". Una bella coincidenza. Sembrano gli antenati dei votanti che hanno fatto la differenza per mandare Joe Biden alla Casa Bianca.

Claudio Coretti

 

Lettera 10

joe biden joe biden

Caro Dago, la commissaria europea all'Eguaglianza: "Non ci deve essere spazio nell'Unione europea per l'odio e la discriminazione contro la comunità Lgbtiq". Una volta dicevi "discriminazione contro gli omosessuali" e tutti capivano. Adesso c'è un acronimo indecifrabile, "Lgbtiq", che si allunga di giorno in giorno e sembra destinato ad assorbire l'intera gamma di lettere presente sulla tastiera del pc.

Nino

 

Lettera 11

Caro Dago, elezioni Usa 2020, in Georgia si ricontano le schede a mano e in Pennsylvania un dipendente delle poste denuncia brogli: un dirigente ha chiesto ai dipendenti di retrodatare le schede arrivate per posta dopo l’Election Day. Naturalmente la realtà si rivela diversa da quella prospettata dai giornaloni. Che in questi giorni hanno scritto che a Donald Trump non rimane altro che riconoscere la cosiddetta vittoria di 

DOMENICO ARCURI FRANCESCO BOCCIA DOMENICO ARCURI FRANCESCO BOCCIA

Joe Biden.

Ezra Martin

 

Lettera 12

Caro Dago,, Zingaretti: su Facebook: "Il 12 novembre 2003 Al Qaeda colpì la base italiana di #Nassiriya. L'attentato provocò 28 morti, 19 italiani e 9 iracheni. Per non dimenticare". Non faccia il furbo. Tutti ricordano che nei cortei di allora la sinistra scandiva "Dieci, cento, mille Nassiriya". 

P.F.V.

JOE BIDEN RON KLAIN JOE BIDEN RON KLAIN

 

Lettera 13

Caro Dago, Joe Biden ha scelto Ron Klain come suo capo dello staff. Klain fu consigliere di presidenti e vicepresidenti democratici oltre che dello stesso Biden negli anni 80. Arriva il "cambiamento"! Essendo stato eletto grazie ai voti postali di persone decedute, "Sleepy Joe" seleziona collaboratori tra i morti viventi.

Tommy Prim

 

Lettera 14

dibattito donald trump joe biden dibattito donald trump joe biden

Caro Dago, il New York Times ha contattato gli uffici dei massimi funzionari elettorali di ogni stato federale per chiedere se sospettassero o avessero prove di frodi elettorali . Tutti quelli contattati hanno affermato che non ci sono state irregolarità che hanno influito sul risultato delle elezioni presidenziali 2020. Perbacco! Anche questo "sondaggio" del NYT sarà preciso come quelli che davano Joe Biden in vantaggio di 8-12 punti percentuali su Donald Trump?

Nereo Villa

 

Lettera 15

kamala harris e douglas emhoff 5 kamala harris e douglas emhoff 5

Dago darling, il titolo del grande successo dei Procol Harum era "A whiter shade of pale". Ora bisognerebbe aggiornarlo in "A whiter shade of black" per Kamala. Sinceramente non mi pare sia nera (e non ci sarebbe niente di male se lo fosse, anzi) come sostiene Lilly Gruber e tanti altri devoti del Bilderberg ("In Gold we trust").

 

Gran confusione sulle sue origini. Prima era afroamericana, poi giamaicoamericana, poi indoamericana (per la gran gioia di Modi e dei suo indiani d'India), domani chissà. Comunque sia, sarebbe molto bello se diventasse Presidentessa degli USA. Il Regno Unito é stata retto da varie donne di grande spessore (da Elisabetta I a Elisabetta II). La Santa Madre Russia da 4 imperatrici (autocratiche!) nel 1700! L'Olanda da varie e valide regine. Noi abbiamo le dimenticatissime quote rosa... aspetta e spera. Ossequi 

biden kamala harris biden kamala harris

Natalie Paav 

 

Lettera 16

Preclaro Dago,  vedo che ormai viaggiamo spediti verso una vera dittatura… (non solo sanitaria) Dopo aver messo agli arresti domiciliari metà paese ( per adesso), dopo aver assunto pieni poteri in modo da bypassare il Parlamento, dopo aver fatto "acquisti" senza gare d'appalto e secretato il tutto… (chissà perché...), dopo aver secretato i dati “scientifici” che dovrebbero supportare le decisioni governative (perché!!), dopo aver mandato le forze dell’ordine ad inseguire chi è senza mascherina invece che i malviventi veri  si arriva a paventare di mandare l'esercito in Campania come ordine pubblico per presunti ed eventuali disordini di piazza (attenzione PRESUNTI !!!).

conte casalino conte casalino

 

Perciò mi chiedo il prossimo passo quale sarà?  sparare ad alzo zero sulla folla?? D’altronde ricordiamoci che nel PD ci sta ancora chi applaudiva a carri armati sovietici nelle strade di Praga e Budapest mentre per i 5 Stelle gli idoli sono il Venezuela di Maduro e l’Iran degli ayatollah  perciò la deriva è quella…    Una domanda… ma esiste ancora la Costituzione in Italia ma soprattutto esiste ancora un Presidente della Repubblica? Col vecchio governo era loquace (in critica) al limite del logorroico…con questo ( e con suoi misfatti) è loquace come un pesce……

Asgaqlun

 

Lettera 17

anthony fauci donald trump anthony fauci donald trump

Colendissimo Dago, adesso che la trionfale baldoria mediatica dei giornalisti si sta attenuando, possiamo fare qualche considerazione? Il fatto che Mr Trump fosse impresentabile, non vuol dire che la coppia Biden-Harris abbia ripristinato la democrazia.

Sorge una domanda, neanche difficile: chi ha vinto veramente le elezioni?

 

 Ovviamente occorrevano un paio di persone per la presidenza e la vicepresidenza. E dal cilindro sono usciti due personaggi che fanno la gioia dei media e che si comportano molto bene durante le cerimonie e fanno dei bei discorsi alati. Ma la domanda è ancora: chi ha vinto le elezioni? Che tradotto in pratica: chi prenderà le decisioni? La mia risposta: qualcuno che non ha partecipato alle elezioni. Alla faccia della democrazia.

 

I giornalisti hanno fin qui discettato sulle incapacità di Trump, e si sono auto-accreditati come grandi conoscitori del mondo reale. Bene, adesso tocca a loro guardare oltre alle due figure impiegatizie di cui sopra, per capire chi sono i veri decisori.

 

Per concludere, un piccolo mistero. Il sistema elettorale americano in passato presupponeva che i voti per eleggere il presidente fossero espressi al seggio, con qualche milione di voti in arrivo per posta. Improvvisamente, 100 milioni di americani votano per posta e quelli che vanno al seggio risultano essere neanche 50. Cioè, è cambiato di fatto il sistema elettorale e nessuno dei media ha detto beh. Ed apparentemente nessuno è a conoscenza delle motivazioni di questo cambiamento (epocale).

donald trump donald trump

 

E però c’è più di un ma. Mr Trump (impresentabile ma non scemo!) ha cominciato da subito a sbraitare che i voti per posta erano illegali. Nel contempo la grande stampa non ha fatto altro – da subito! – che segnalare che i voti per posta erano a favore di Biden. Sfera di cristallo? Oppure sussistevano indizi sul fatto che gli elettori repubblicani fossero allergici alla posta? I giornalisti - anche quelli italiani – pensano di aver vinto le elezioni. Pensano di essere stati in grado di orientare l’opinione pubblica……..ed invece sono stati – ancora una volta -manipolati! O nel caso dei più sprovveduti: automanipolati. 

Saluti da Stregatto

 

Lettera 18

quartier generale pfizer a new york quartier generale pfizer a new york

Caro Dago, vorrei esprimere qualche perplessità sul  vaccino Pfizer-Biontech, così come per  tutti gli altri in arrivo in questi giorni.

Premessa: io sono assolutamente favorevole ai vaccini! Credo che siano stati fondamentali per debellare le peggiori malattie che flagellavano l'umanità.

Al dunque: affinché un vaccino che sia valido giunga a chi deve essere vaccinato occorrono dai 2 ai 5 anni. Le fasi principali e i tempi sono questi:

• ricerca: circa 1 anno e non meno di 6 mesi;

• sperimentazione: minimo 1 anno;

• produzione: dai 3 mesi in su;

• distribuzione: dai 3 mesi in su.

 

La ricerca, la produzione e la distribuzione hanno dei tempi minimi praticamente fissi. Quindi, per ridurre i tempi totali si può intervenire solo sulla sperimentazione. Però, una sperimentazione frettolosa può essere mal fatta e dare risultati differenti da quelli reali.

albert bourla 12 albert bourla 12

Ecco, quindi, i limiti che la stessa casa farmaceutica ci tiene a specificare.

Innanzitutto, ci dicono che funzioni al 90%. Per cui, contano sul fatto che il restante 10% (per una percentuale dell’85-95%) dei casi, sia già immune o, se infettato, sarà asintomatico. Una furbata per dirci che ha funzionato benissimo.

 

In realtà, un vaccino per malattie serie dovrebbe funzionare per il 99% dei vaccinati e per non meno del 95%, altrimenti non si crea la cosiddetta immunità di gregge. Al riguardo, c'è già chi dice che i vaccini antinfluenzali hanno un'efficacia di circa il 60%. Ed è vero! Non a caso, gran parte dei vaccinati spesso si ammalano di influenza. Tra l'altro, i vaccini antinfluenzali coprono ceppi influenzali di 3-4 anni prima e mai quelli più recenti. Poi, non si era detto che che il Sars-CoV2 "non provoca una normale influenza"? Possiamo permetterci di vaccinare il personale sanitario che potrebbe comunque infettarsi e morire?

 

quartier generale pfizer a new york 3 quartier generale pfizer a new york 3

Il secondo limite, molto importante, riferito dalla stessa casa farmaceutica, è quello di non sapere quanto tempo durerà l’immunità. Pare che loro la garantiscono per almeno 2 mesi. Un tempo a dir poco ridicolo, considerando che occorreranno molti più mesi (almeno 6-8) per vaccinare l’80-90% dei cittadini dei Paesi occidentali. Pertanto, un vaccinato potrebbe ammalarsi dopo soli 3-4 mesi dalla vaccinazione. Ecco il motivo per cui una sperimentazione lunga (minimo un anno!) è fondamentale ai fini di una garanzia sulla durata e la sicurezza da effetti collaterali di un vaccino.

 

Infine, ma non per ultimo, questo vaccino va conservato a circa -80°C. Questo vuol dire che poche industrie potranno produrlo e che ci saranno diversi problemi nella distribuzione e nella conservazione. Per esempio, il trasporto non potrà avvenire in normali camion o furgoni frigoriferi (di quelli per i surgelati, per intenderci) ma le dosi di vaccino dovranno essere poste in contenitori con azoto liquido. Il cui prodotto potrebbe creare molti problemi durante il viaggio e nel caso d’incidenti.

 

quartier generale pfizer a new york 2 quartier generale pfizer a new york 2

Poi c’è la giusta conservazione, e non tutte le strutture mediche e ospedaliere hanno frigoriferi da -80. Per ultimo, tale tipo di conservazione sarebbe un limite per i Paesi più poveri e più caldi dell’Africa, dell'America latina e del Sud-Est Asiatico. Tutto ciò vale solo se il virus nel frattempo non sia mutato. Altrimenti è tutto inutile. Non è un caso se Anthony Fauci ha definito i risultati solo "molto buoni". Termine differente da "ottimali" o "definitivi". Ha poi aggiunto di sperare che "a breve potremo forse avere due vaccini" Siamo sicuri che questo strombazzato vaccino Pfizer-Biontech sia la soluzione? 

(Il Gatto Giacomino)

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS – SI PARTE DAL CONFLITTO TRA MICOSSI E PADOAN, SI CONTINUA CON IL CANDIDATO CEO ANDREA ORCEL, SPINTO DA CONSIGLIERE DIEGO DE GIORGI, SI PROSEGUE CON LA ROGNA DELLA FUSIONE CON MPS, CHE VEDE L’OPPOSIZIONE DEI 5STELLE E ORA ANCHE DI DEL VECCHIO - IL PATRON DI LUXOTTICA STA DIVENTANDO DAVVERO UN GROSSO PROBLEMA: SI È MESSO CONTRO NAGEL IN MEDIOBANCA, CONTRO DONNET IN GENERALI, CONTRO IL MEF SU MPS. IN QUESTO STALLO PERICOLOSO, BRILLA L’ASSORDANTE SILENZIO DI BANKITALIA

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute