POSTA! - UN TEMPO DIETRO OGNI MISFATTO VERO O PRESUNTO C'ERANO I "SERVIZI DEVIATI". ORA C'È LA RUSSIA - MAESTRO DAGONOV, E SECONDO TE, CHI FA SPARIRE 49 MILIONI DA UN PARTITO POI NE CERCA ALTRI 65 PER RI-DARGLIELI? - QUELLA FANATICA COMUNISTA-NAZISTA CAROLINA RACHIETTA...

-

Condividi questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera 1

luca palamara 2008 luca palamara 2008

Caro Dago, ieri il dott. Palamara ha fatto tremare il CSM con un minaccioso discorso in stile Craxi. Probabilmente le parole del Magistrato sono verissime come quelle del Segretario Socialista. La storia si ripete. Temo, allora, l'epilogo pure.

SDM

 

Lettera 2

Caro Dago, il premier Conte: "Quelle legate ai migranti sono questioni complesse e nessuno può pensare di poterle risolvere da solo". Serve l'aiuto di Carola Rackete?

Bug

 

Lettera 3

alessandra locatelli 8 alessandra locatelli 8

Caro Dago,  Alessandra Locatelli, neo-ministra alla Famiglia, tempo fa chiese che venissero tolte le foto di Mattarella dagli uffici pubblici. Forse, come asserito dalla sinistra per il crocifisso, affinché i migranti non rimangano "turbati"?

Lucio Breve

 

Lettera 4

Caro Dago, la polizia di Latina ha rintracciato e fermato due stranieri richiedenti asilo, un 20enne di origini irachene e un 30enne egiziano, accusati di violenza sessuale e rapina in concorso ai danni di una donna italiana proprio mentre, bagagli alla mano, stavano per fuggire. È la conferma che non fuggono da guerre, fame e povertà, ma da reati che probabilmente erano abituati a commettere già nei loro Paesi e ora vorrebbero continuare a fare in Europa, dove le pene previste sono assai più leggere.

EPA

 

Lettera 5

Alberto Bagnai Claudio Borghi Alberto Bagnai Claudio Borghi

Caro Dago, la bozza sul processo penale contenuta nella riforma della Giustizia del ministro Bonafede prevede che sarà il Csm a indicare alle procure i criteri in base ai quali definire le priorità dell'azione penale, cioè a quali reati dare la precedenza. Tutti quelli che non riguardano i grillini e la Casaleggio Associati? 

Berto

 

Lettera 6

Caro Dago, nel 2018 l'Italia è stato il Paese Ue con il tasso di natalità più basso: 7,3 per mille. Avranno tenuto conto che quelli che  governano attualmente si stanno comportando come bambini?

A.B.

 

Lettera 7

goofy 7 alberto bagnai claudio borghi goofy 7 alberto bagnai claudio borghi

Ciao Dago, il mondo si è capovolto. Dopo averci smaronato per decenni sul fatto che banche e aziende dovevano essere grandi, per reggere la globalizzazione, oltre la minimo salariale, ora l'UE ci dice che "grande non è necessariamente bello". Ok, ma sono le cose che Bagnai, Borghi, Rinaldi e Company vanno dicendo da oltre 10 anni, passando per pericolosi pazzi sovranisti. Quindi gli argomenti sono intelligenti e validi solo se sono presentati dalla stessa parte che li ha rinnegati per vent'anni..

Ah, questa Europa, così ricca di volpi e... di polli da spennare ;-)

Johnkoenig

P.S.

Dillo a Renzi e tutto il PD, quelli che "la competenza..."

 

Lettera 8

angela merkel ursula von der leyen angela merkel ursula von der leyen

Caro Dago, nella scala dei valori dei 5 Stelle, che non appoggeranno mai alcun condono (relativamente alla nuova ipotesi di pace fiscale), rientrano nella categoria "evasori" anche quelli che hanno avuto collaboratrici familiari in nero? Anche gli imprenditori che ganno fatto lavorare in nero persone che di lavorare avevano bisogno? Urge un inventario interno al movimento....

Saluti previdenziali!

Luca

 

Lettera 9

Caro Dago, non vedo motivo di preoccupazione, frau Merkel ha solo delle scosse di assestamento...Chiedi agli amici dell'INGV.

Pietro Angeli

 

conte merkel conte merkel

Lettera 10

Caro Dago, Di Maio: «Il taglio dei parlamentari votato dal Senato segna la fine di un'ingordigia politica che è andata avanti per decenni e ora molti dovranno cercarsi un lavoro». Ma questo "grande lavoratore" ha veramente la faccia come il posteriore. Vedremo nella prossima legislatura se sarà il suo faccino a sparire dai banchi del Parlamento o il limite dei due mandati a sparire dal codice etico grillino.

Furio Panetta

 

Lettera 11

Caro Dago, la procura di Milano ha aperto un fascicolo d'inchiesta con l'ipotesi di "corruzione internazionale" sulla vicenda dei presunti finanziamenti russi ricevuti dalla Lega. L'inchiesta è partita dopo una serie di articoli del settimanale "L'Espresso". Eccoli. Pronti!Toghe rosse, giornale area Pd... Sembra tutta una cosa fatta in casa dalla sinistra. Resta solo da vedere se Luca Lotti approverà i nomi dei magistrati a cui è stata affidata l'inchiesta o se farà pressioni affinché vengono cambiati...

B.Ton

 

Lettera 12

MATTEO SALVINI E VLADIMIR PUTIN MATTEO SALVINI E VLADIMIR PUTIN

Onorevole Dago, i giornali di regime, post elezioni europee ci dicono che non è cambiato nulla anche se la precedente maggioranza non esiste più e che i cattivoni sovranisti sono stati messi sottolio. Oggi ci dicono che per eleggere la von di turno, mamma Merkel sta chiedendo alla destra sovranista i voti. Ma poi continuano a dire che non contano, sono isolati e messi ai ferri dalla capitana e soci vari. Sembrano tanti parenzo compatibili, visto che Lilli sta in vacanza.

Saluti - peprig

 

Lettera 13

Caro Dago, il Senato ha approvato la riduzione dei parlamentari; resta però l'anacronistica figura dei "senatori a vita". Considerando che nella maggior parte dei casi si tratta di personaggi più che ricchi, che partecipano solo alla prima seduta per ritirare  tesserino e consegnare iban, mi permetto di suggerire un emendamento. Eliminare lo stipendio sostituendolo con un gettone di presenza, forse avremo il piacere di vederli dare il loro "elevato contributo" ai lavori parlamentari.

matteo salvini vladimir putin gianluca savoini matteo salvini vladimir putin gianluca savoini

FB 

 

Lettera 14

Dago darling, un tempo dietro ogni misfatto vero o presunto c'erano i "servizi deviati". Ora c'é la Russia... per la gran gioia di giornalisti sedicenti super partes come Enrico Mentana. E' molto divertente guardare il suo riepilogo iniziale delle notizie che poi svilupperà nel suo TG delle 20. Quando, guarda caso, viene interrotto da 2 spot di Pub, uno dei quali  parla di come combattere gli "agenti inquinanti". Ossequi 

Natalie Paav

 

Lettera 15

Caro Dago, protesta del Pd alla Camera dopo l'inchiesta giornalistica di BuzzFeed sui presunti finanziamenti russi alla Lega. Ma senti chi parla. Proprio loro che erano culo e camicia non con la Russia, ma con l'Unione Sovietica ai tempi in cui aveva i missili con le testate atomiche puntati contro l'Italia. Al solito pretendono di impartire lezioni di moralità senza avere le carte in regola.

vincent lambert vincent lambert

Matt Degani

 

Lettera 16

Caro Dago, è morto Vincent Lambert, il paziente tetraplegico in stato vegetativo da quasi 11 anni diventato il simbolo in Francia del dibattito sull'eutanasia. Quando hai la sfortuna di trovarti in questo stato, nei primi tempi risulti utile come "cavia", a scopo di studio, per sperimentare. Vedono come reagisci alle cure, osservano quanto impiega l'organismo a deteriorarsi e tante altre cose utili alla "Scienza".

 

Col passare degli anni, però, quando tutti gli esperimenti possibili sono stati effettuati e a nulla sono serviti, diventi un peso. Non sei utile più nemmeno come cavia. E quindi lo Stato decide che è giunto il momento di staccare la spina, perché i costi per mantenerti in "vita" sono troppo alti. Il gioco non vale la candela e quindi ti buttano via come una scarpa vecchia. C'est la vie.

vincent lambert vincent lambert

Maxmin

 

Lettera 17

Caro Dago, a Frosinone un autista Cotral è indagato per aver preso a calci e pugni un migrante che non voleva scendere dal bus fuori servizio. Nel video si vede chiaramente che lo stava trasportando di peso fuori dal mezzo. È solo quando l'africano comincia a fare resistenza, divincolarsi e menare le mani per ribellarsi che l'uomo inizia a picchiarlo. E cosa doveva fare?

 

Quando un autista ti dice di scendere, devi scendere. Perché la responsabilità di quel che succede sul mezzo è sua. E come nei porti. Se la Guardia di Finanza ti dice di non atttraccare tu non lo fai, perché sapranno loro il motivo per cui te lo stanno dicendo. Certo è che se i migranti sono abituati ad arrivare clandestinanente, senza documenti, infrangendo sentenze della Corte europea e leggi dell'Italia, una volta sbarcati penseranno che nel nostro Paese, per loro, sia lecito continuare a comportarsi così.

Ettore Banchi

test invalsi test invalsi

 

Lettera 18

Caro Dago, oggi il tg1 ha lanciato l'allarme sugli studenti italiani che sarebbero scarsamente preparati in base alle prove Invalsi. Nessuno dice,pero',che queste prove,a partire dalla scuola primaria, sono molto difficili e non correlate con i libri di testo usati .Ti consiglio di procurartene qualcuna e metterti al tavolino per svolgerle. Sono prove che in una classe possono essere svolte facilmente da 2 3 studenti in media. Prove d'elite insomma. Ma i cervelloni del ministero si ostinano a propinarle e questi sono i risultati.

Saluti

Giorgio

 

Lettera 19

matteo salvini matteo salvini

Assistiamo oggi alla canea più spudorata e sporca che sinistra e corifei vari potessero inscenare. Con il sangue agli occhi, come le jene che si apprestano a sbranare la preda, insatanassati dal desiderio di distruggere moralmente e fisicamente il malcapitato Matteo Salvini, le orde barbare del PD (partito della distruzione d'Italia), dei Leu, dei sinistrati di ogni risma e, perchè no, dei falsi giuda del movimento a 5 stelle, si sono precipitati a circondare il Capitano leghista per fargli finalmente la festa, per fargli pagare il suo ardire, il suo essere sè stesso (merce rara essere sè stessi, seppur con tanti difetti) sempre e comunque.

 

Insomma il solito balletto schifoso anti Salvini che non mi è simpatico, fa spesso cose sbagliate, potrebbe essere meno facilone, ma ha coraggio da vendere e il coraggio direbbe Dagospino immerso nelle tenebre del suo sitocloaca, uno non se lo può dare. O c'è o un c'è! E a proposito di coraggio - lasciando perdere la questione Lega Russia, sui cui ne vedremo delle belle - vorrei spendere poche righe per una donna coraggiosa.

matteo salvini alessandra locatelli matteo salvini alessandra locatelli

 

Questa sì coraggiosa, altro che la fanatica comunista-nazista Carolina Rachietta (alias Carola Rackete, oppure Racchetta, non certo missile come qualche sprovveduto, tra cui anche qualche bellimbusto politico,  ha avuto il coraggio di dire in tv). Bene, la donna coraggiosa di cui parlo oggi si chiama Ornella Mariani da Benevento.

 

Nota come scrittrice, ha avuto il fegato di denunciare il GIP Alessandra Vella di Agrigento (divenuta celebre solo per aver salvato la Rachietta dall'arresto con tutto quello che è seguito) per "Delitto contro la personalità dello Stato " ...poichè la sua decisione ha "svilito ed esautorato le Forze dell'Ordine impegnate in loco, offendendo i sentimenti e i valori dello Stato Italiano" etc. etc..

 

MEME - CAROLA RACKETE COME LA ISOARDI IN BRACCIO A SALVINI MEME - CAROLA RACKETE COME LA ISOARDI IN BRACCIO A SALVINI

Ornella Mariani ha fatto la sua scelta coraggiosa, infischiandosene del sentiment delle sinistre, degli alfieri del pensiero unico e della stampa schierata sempre e comunque contro la Lega e a favore di Ue, Ong e tutte le altre realtà che hanno un solo obiettivo: far diventare l'Italia non più la Patria degli italiani ma una terra di conquista e laboratorio di nuove civiltà (barbariche)! Mi auguro che qualche giornale segua la vicenda Mariani senza lasciarla - è il caso di dirlo - naufragare nel mare magno.

Luciano

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute