PROVACI ANCORA, NANNI! A 70 ANNI, VISTO CHE AL CINEMA IL MEGLIO LO HA GIA' DATO, NANNI MORETTI SI BUTTA SULLA REGIA TEATRALE: LA SUA MESSINSCENA DI “DIARI D’AMORE” DI NATALIA GINZBURG DEBUTTA OGGI AL TEATRO ARGENTINA DI ROMA – “COME PER I MIEI FILM, NELLO SPETTACOLO HO EVITATO SOLUZIONI DI REGIA SBRUFFONE E AUTOCOMPIACIUTE. NON VOLEVO CHE PROTAGONISTA FOSSE UNA REGIA SODDISFATTA DI SÉ STESSA E DELLE..."

-

Condividi questo articolo


Emilia Costantini per il “Corriere della Sera – ed. Roma” - Estratti

NANNI MORETTI DIARI D AMORE NANNI MORETTI DIARI D AMORE

 

Anche Nanni Moretti si converte al palcoscenico. Per la prima volta il grande regista firma la messinscena di due opere di Natalia Ginzburg con lo spettacolo Diari d’amore. Fragola e panna-Dialogo , dal 23 maggio al 2 giugno al Teatro Argentina, prodotto dallo Stabile di Torino.

 

Assiduo frequentatore delle sale teatrali come spettatore, soprattutto dopo la pandemia come egli stesso ha affermato, varca la soglia della quarta parete, dirigendo cinque attori-attrici non da dietro la consueta cinepresa: protagonisti Valerio Binasco, Daria Deflorian, Alessia Giuliani, Arianna Pozzoli e Giorgia Senesi.

 

nanni moretti al quirinale nanni moretti al quirinale

Fragola e panna , finora mai rappresentata, commedia del 1966, scritta un anno dopo la più famosa Ti ho sposato per allegria , potrebbe essere definita una «ilarotragedia», ovvero ci si difende dal tragico con ilarità. Dialogo si trasforma, in realtà, nei monologhi isolati dei due personaggi principali, che portano a galla anni di cose taciute, insoddisfazioni represse.

 

In altri termini, con questa nuova avventura artistica Moretti intende proporre al pubblico, stavolta quello «dal vivo», nuclei familiari disarmonici, gente che si lascia vivere senza entusiasmi, esseri deboli, dai valori etici inconsistenti. La scelta di queste due commedie è dovuta principalmente al fatto che, in esse, la grande scrittrice palermitana gioca con i valori cari alla società borghese: matrimonio, fedeltà, maternità, amicizia.

 

NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO 55 NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO 55

Tutti temi trattati con parole di una levità che ne rivela, al tempo stesso, le relative fragilità. E tale leggerezza rende così possibile una chiave di lettura fredda, una sorta di lente di ingrandimento che converte in commedia fatti altrimenti tragici della vita dei protagonisti.

 

È la denuncia di una società che resta indifferente nei confronti dei fatti della vita, che non partecipa mai seriamente, piuttosto rimuove quel poco di senso di colpa che, timidamente, affiora.

 

nanni moretti a teatro nanni moretti a teatro

Dirigere per la prima volta attori a teatro è molto diverso dal cinema: «Si ha più tempo per lavorare sui personaggi — ha affermato Moretti in una recente intervista al Corriere della Sera di Bologna — Come per i miei film, nello spettacolo ho evitato soluzioni di regia sbruffone e autocompiaciute. Non volevo che protagonista fosse una regia soddisfatta di sé stessa e delle proprie soluzioni. Volevo che protagonisti fossero gli attori e naturalmente i personaggi creati da Natalia Ginzburg»

NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO 2 NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO 2 NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO NANNI MORETTI TEATRO CARIGNANO TORINO

 

nanni moretti a teatro nanni moretti a teatro

(...)

nanni moretti a teatro nanni moretti a teatro nanni moretti a teatro nanni moretti a teatro NANNI MORETTI NANNI MORETTI

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE