"FORSE HO PRESO IL CORONAVIRUS TOCCANDOMI GLI OCCHI, POI MI E’ ARRIVATA LA FEBBRE A 40". “BEATROCE” LORENZIN DAVANTI A UNA ATTONITA BIANCA BERLINGUER RACCONTA LA SUA BATTAGLIA CONTRO “LA BESTIACCIA” DI VIRUS - "SE ANDIAMO AVANTI COSÌ TRA 2 O 3 SETTIMANE ARRIVEREMO A 10MILA CASI AL GIORNO. CERTO, NON POSSIAMO RICHIUDERE TUTTO MA…” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

https://www.raiplay.it/video/2020/10/cartabianca---13-10-2020-d84b309a-fff1-483a-b3b5-7b597a4e694d.html

 

 

Da liberoquotidiano.it

 

beatrice lorenzin bianca berlinguer beatrice lorenzin bianca berlinguer

"Forse so come ho fatto a prendere il coronavirus". L'ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin rivela in collegamento con Bianca Berlinguer a #Cartabianca i propri sospetti sulle origini del contagio.

 

Qualche giorno fa l'ex ministra aveva definito il virus "una brutta bestia", sottolineando di essere stata "sempre molto attenta" a rispettare le misure di sicurezza imposta da Oms, Cts e governo. Difficile non crederle, anche in virtù del suo ruolo politico svolto con il centrosinistra. Ma la sua positività è la dimostrazione di come sia facile sottovalutare le insidie del Covid.

 

 

beatrice lorenzin beatrice lorenzin

"Non ho più la febbre e altri sintomi forti, ora ho solo mancanza di olfatto e gusto e stanchezza. Sono stata molto attenta - ribadisce la Lorenzin -, forse mi sono contagiata toccandomi gli occhi. All'inizio non ho avuto grandi sintomi, poi mi è arrivata la febbre a 40". La Berlinguer e l'altro ospite, il professor Massimo Galli, ascoltano in silenzio. La conduttrice con gli occhi sbarrati. "Se andiamo avanti così - ha poi ammonito l'ex ministra -, tra 2 o 3 settimane arriveremo a 10mila casi al giorno. Certo, non possiamo richiudere tutto ma, dal punto di vista organizzativo, dobbiamo andare a cercare i pazienti".

beatrice lorenzin beatrice lorenzin

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute