ROCK A MILLE WATTS – CON IL SUO PARTICOLARISSIMO TIMING, UN TOCCO SWING, SEMPRE SUL TEMPO PUR APPARENDO SEMPRE FUORI CENTRO, IL BATTERISTA METRONOMO CHARLIE WATTS ERA IL VERO PUNTO DI INCROCIO TRA I MUSICISTI DEGLI STONES. HA SEMPRE CONTINUATO A STUDIARE JAZZ, PER TUTTA LA VITA - "PER UNA VOLTA, IL MIO TEMPISMO È STATO LEGGERMENTE SBAGLIATO", AVEVA DETTO CON UNA PUNTA DI IRONIA DOPO L’INTERVENTO - VIDEO

- -

 

-

Condividi questo articolo


Carlo Moretti per repubblica.it

 

 

charlie watts 4 charlie watts 4

Morto il batterista dei Rolling StonesCharlie Watts. Aveva 80 anni. "Per una volta, il mio tempismo è stato leggermente sbagliato" aveva detto con una punta di ironia dopo l’intervento del quale non era stata specificata la natura. Watts aveva fatto sapere di aver bisogno di riposo e di non poter prendere parte alle prove della band che inizieranno tra un paio di settimane.

 

Grande appassionato di jazz, che continuava a suonare parallelamente alla sua attività con gli Stones, Charlie Watts era stato l'ultimo tra i componenti ad unirsi alla band. Si era fatto le ossa suonando nei locali a Londra nei primi anni Sessanta esibendosi al fianco di Alexis Korner. Fu soltanto nel gennaio del 1963 che egli si unì alla band di Jagger, Richards, Wyman e Jones, per rimanervi poi fino alla sua morte.

 

charlie watts 5 charlie watts 5

Con il suo particolarissimo timing, un tocco swing, sempre sul tempo pur apparendo sempre fuori centro, Watts era il vero punto di incrocio tra i musicisti degli Stones, libero anche di tenere il tempo a prescindere persino dal bassista Bill Wyman. Ha sempre continuato a studiare jazz, per tutta la vita, e amava dire "Non sapevo niente di R&B, per me il blues era Charlie Parker quando suonava lentamente". Uno dei suoi modelli era il batterista e band leader americano Chico Hamilton. Andando ad abitare con Richards e Jagger nel leggendario appartamento londinese di Edith Grove, Watts verrà introdotto dagli altri Stones al blues e al rock'n'roll nascente. Keith Richards l'ha sempre stimato moltissimo, considerandolo ancora oggi "il miglior batterista con cui abbia mai suonato".

rolling stones 3 rolling stones 3 il comunicato ufficiale della morte di charlie watts il comunicato ufficiale della morte di charlie watts rolling stones 1 rolling stones 1 charlie watts 2 charlie watts 2 charlie watts 11 charlie watts 11 charlie watts 8 charlie watts 8 charlie watts 9 charlie watts 9 charlie watts 13 charlie watts 13 charlie watts 10 charlie watts 10 charlie watts 7 charlie watts 7 charlie watts 12 charlie watts 12 CHARLIE WATTS PISCIA FOTO DI MANKOWITZ CHARLIE WATTS PISCIA FOTO DI MANKOWITZ

 

Condividi questo articolo

media e tv

A LUME DI CANDELA - GIORGIA MELONI HA CHIESTO A FUORTES DI RIEQUILIBRARE LA RAI E NUOVI INNESTI: PER IL RUOLO DI DIRETTORE GENERALE CIRCOLA IL NOME DI ROBERTO SERGIO - ARRIVA LA SERIE TV CON LA FAMIGLIA CARRISI - ILARIA D'AMICO HA CONTRATTO BIENNALE BLINDATO CON LA RAI - MORGAN E ASIA ARGENTO INSIEME IN TV - PAURA A MATTINO 5: INCENDIO DIETRO LE QUINTE - TOMMASO ZORZI NON HA PIU’ IL TOCCO MAGICO: FA FLOP SU DISCOVERY CON DUE PROGRAMMI CANCELLATI E UN ALTRO A RISCHIO - SONIA GREY SI INTERROGA SU INSTAGRAM: DAL SEXTING ALLE DIMENSIONI DEL PENE - CONTINUA A SLITTARE IL PROGRAMMA “NON SONO UNA SIGNORA”, IL DRAG SHOW CONDOTTO DA ALBA PARIETTI DESTINATO AL PRIME TIME DI RAI2. PERCHE'?  

politica

business

cronache

sport

DOPO AVER SCASSATO IL BILANCIO DELLA JUVE, CR7 PUO’ DARE LA MAZZATA DEFINITIVA A AGNELLI - RONALDO È PRONTO A PRESENTARE LA “CARTA SEGRETA” IN PROCURA. IL PORTOGHESE È STATO RICONOSCIUTO DAI SINDACI COME “CREDITORE” DI 20 MILIONI DI EURO. LA SUA RICHIESTA DI ACCESSO AGLI ATTI È STATA RESPINTA PERCHÉ "GENERICA". MA PER GLI INQUIRENTI LUI HA IL DOCUMENTO – LA SOCIETA’ DI REVISIONE DELOITTE: "NEI BILANCI MANCANO I DEBITI" – I RISCHI DI “SANZIONI, ESCLUSIONE O LIMITAZIONE ALL'ACCESSO ALLE COMPETIZIONI” PER LE CONTROVERSIE CON LA UEFA…

cafonal

viaggi

salute

“ENTRO FINE ANNO AVREMO 10 MILIONI DI ITALIANI A LETTO CON L'INFLUENZA” - IL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO: “NEGLI ULTIMI ANNI DI VIRUS NE È CIRCOLATO POCO PER VIA DI MASCHERINE E DISTANZIAMENTO E PER QUESTO ABBIAMO UNA QUOTA MAGGIORE DI POPOLAZIONE PREDISPOSTA AL CONTAGIO - GLI ANTIBIOTICI NON VANNO MAI PRESI, NEMMENO A SCOPO PROTETTIVO PER I PIÙ ANZIANI, COME QUALCHE VOLTA ERRONEAMENTE SENTO DIRE. UNICA ECCEZIONE LA FANNO LE PERSONE CHE SOFFRONO DI BRONCHITE CRONICA O NEL CASO CI SIA UNA CONTEMPORANEA INFEZIONE BATTERICA. È SCONSIGLIATO FARE DA SÉ..."