C’È CHI SCENDE E CHI SALINI – NEL CDA RAI DI IERI È STATO APPROVATO IL BILANCIO MA NIENTE NOMINE, CHE COMUNQUE ARRIVERANNO ALL’INIZIO DELLA SETTIMANA PROSSIMA: A RAI 1 CIRCOLANO SEMPRE I NOMI DI MILO INFANTE E FRANCO DI MARE – TRA POCHI GIORNI SARANNO RISOLTE (POSITIVAMENTE) ANCHE LE QUESTIONI RELATIVE AI CONTRATTI CON VESPA E FAZIO… – IL TESTO DELLA LETTERA INVIATA ALLA VIGILANZA SULL0'INCARICO DI FOA A "RAI COM"

-

Condividi questo articolo

Marco Antonellis per Dagospia

 

fabrizio salini marcello foa fabrizio salini marcello foa

Un cda teso, veloce, come non c’erano stati finora. E’ stato il consiglio di amministrazione Rai di ieri che ha visto l’approvazione del bilancio ma nessuna nomina che, comunque, non sarebbe dovuta essere approvata dal cda. Ma chi pensa a uno stop dovuto all’immobilismo e alle tensioni politiche in attesa delle elezioni europee sbaglia.

 

Milo Infante Milo Infante

Le nomine arriveranno all’inizio della settimana prossima, forse già lunedì. Salini, spiegano da viale Mazzini, non vuole attendere le elezioni europee. Tra i nomi ci sono quelli di Massimo Ferrario alla produzione Tv, di Felice Ventura al personale, di Marcello Giannotti alla comunicazione, ma potrebbero esserci sorprese. Per le direzioni di rete a Rai1 circolano sempre i nomi di Milo Infante, Franco di Mare, Maria Teresa Fiore e Franco Argenziano. Dovrebbe invece restare tutto invariato dalle parti di Freccero a Rai2 e di Coletta a Rai3. 

 

FRANCO DI MARE A UNOMATTINA FRANCO DI MARE A UNOMATTINA

Insomma, anche le vicedirezioni di rete arriveranno a brevissimo, certamente prima delle elezioni: l’unico ritardo è dovuto alla volontà di Salini di coinvolgere i direttori di rete nelle scelte. La politica scelta dall’AD è rispettare l’autonomia dei direttori di rete, aumentando in tal modo le loro responsabilità e lasciando onori ma anche tutti gli oneri e presentando il conto nel caso i risultati non siano quelli attesi. In tal senso, è sempre più evidente una mancata sintonia dell’AD con alcuni direttori che porta a continui confronti su nuovi programmi e palinsesti: l’AD ha più volte espresso disappunto per alcune scelte che sembrano dettate da logiche più politiche che televisive e ha invitato a tenere il timone su criteri che rispondano al bene esclusivo della Rai.

FABRIZIO SALINI FABRIZIO SALINI

 

Nel suo ruolo intende, pur vigilando costantemente sulle scelte dei direttori per evitare danni di immagine all’Azienda, rispettare comunque l’autonomia dei direttori anche se il suo obiettivo principale è di tenere l’occhio verso il futuro della Rai. In tal senso, sta proseguendo anche sulla strada della razionalizzazione dei costi: dopo aver portato recentemente a casa la sostanziosa riduzione del costo del Paradiso delle Signore, l’AD si avvia nei prossimi giorni, a quanto apprende Dagospia, a risolvere positivamente le questioni relative ai contratti con Bruno Vespa e Fabio Fazio chiudendo due questioni oggetto di polemiche quotidiane che rovinano l’immagine della Rai.

 

marcello foa 4 marcello foa 4

E chi ha incontrato in queste ultime ore Salini parla di un manager impegnato e concentrato esclusivamente sul prodotto, deciso a portare a casa alcuni punti fondamentali che possano proiettare la Rai nel futuro, a cominciare dalla valorizzazione di Rai Play, uno dei punti centrali e forti del Piano industriale. 

 

 

LA LETTERA INVIATA DALLA RAI ALLA VIGILANZA

 

RICHIESTA “INFORMAZIONI ED EVENTUALE DOCUMENTAZIONE CIRCA PRECEDENTI IN RAI DI CONFERIMENTO DI INCARICHI OPERATIVI AL PRESIDENTE”

 

Riguardo tale richiesta va preliminarmente chiarito che al Presidente RAI Dott. Foa non è stato conferito dal Consiglio di RAI COM alcun incarico operativo. Tutte le deleghe gestionali, non riservate collegialmente al Consiglio, sono state attribuite all’Amministratore Delegato Dott.ssa Maggioni. RAI COM è una società a socio unico, interamente controllata (100% del capitale sociale) da RAI Spa, che su di essa esercita la direzione ed il coordinamento espressamente previsti per simili casi dagli art. 2497 e seguenti del Codice Civile. Direzione e coordinamento vengono esercitati sia attraverso le Funzioni aziendali (es. bilancio consolidato) sia attraverso la collegialità dei designati RAI Spa nel Consiglio della controllata. Si realizza in tale modo piena conoscenza e trasparenza degli interessi delle due società (madre e figlia) e piena legittimazione delle espressioni di voto nelle rispettive sedi consiliari con puntuale rispondenza al dettato dell’art. 2391 del Codice Civile. A ciò aggiungasi che, sotto il profilo procedurale e di legittimità, le designazioni operate dal Consiglio RAI Spa per le cariche in RAI COM, ivi inclusa quella del Presidente, (deliberate con l’astensione dei designati) sono state sottoposte alla procedura di preventiva approvazione prevista dalla direttiva MEF 16/03/2017.

 

MARCELLO FOA FABRIZIO SALINI MARCELLO FOA FABRIZIO SALINI

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dato infatti riscontro positivo alla comunicazione sottoposta da RAI Spa, confermando che: “Al riguardo, non si ravvisano, anche alla luce della Direttiva del Ministero dell’Economia e delle Finanze- 16 marzo 2017, concernente l’individuazione dei componenti degli organi sociali delle società partecipate dal Ministero, elementi ostativi alle designazioni delle candidature individuate nelle note di cui alle premesse”.

 

Ciò chiarito sul piano normativo, procedurale e di opportunità infrasocietaria, si riportano di seguito alcuni precedenti di designazioni e nomine rispondenti alla medesima logica di presidio della capogruppo sulle società partecipate:

 

ANNA MARIA TARANTOLA ANNA MARIA TARANTOLA

Dott.ssa Anna Maria Tarantola, Presidente di RAI Spa (luglio 2012 – agosto 2015), con ampi poteri individuali di gestione, è stata designata e poi nominata: - componente del Consiglio Direttivo di CONFINDUSTRIA; - componente della Giunta di CONFINDUSTRIA; - consigliere di Amministrazione della partecipata operativa ISTITUTO DELLA ENCICLOPEDIA ITALIANA – TRECCANI Spa; - Vice Presidente di EBU (European Broadcasting Union)

LUIGI GUBITOSI LUIGI GUBITOSI

Dott. Luigi Gubitosi, Direttore Generale di RAI Spa (2012 – 2015), con ampi poteri individuali di gestione è stato designato e poi nominato: - Consigliere di Amministrazione della controllata RAI WAY Spa; - Presidente del Consiglio di Amministrazione della controllata SIPRA Spa (oggi RAI Pubblicità Spa)

 

Campo dall'Orto e Maggioni Campo dall'Orto e Maggioni

Dott. Antonio Campo dell’Orto, Direttore Generale di RAI Spa (2015 - 2017), con accresciuti poteri individuali di gestione, ex lege 220/2015, è stato designato e poi nominato: - componente del Consiglio Generale di CONFINDUSTRIA Radio Televisioni; - membro del Supervisory Board della partecipata operativa EURONEWS SA (Francia)

mario orfeo mario orfeo

Dott.ssa Monica Maggioni, Presidente di RAI Spa (agosto 2015 – luglio 2018), è stata designata e poi nominata: - componente del Consiglio Generale di CONFINDUSTRIA Radio Televisioni; - consigliere di Amministrazione della partecipata operativa ISTITUTO DELLA ENCICLOPEDIA ITALIANA – TRECCANI Spa; - membro del Supervisory Board della partecipata operativa EURONEWS SA (Francia)

 

Dott. Mario Orfeo, Direttore Generale di RAI Spa (luglio 2017 – settembre 2018), con i medesimi ampi poteri ex lege 220/2015, è stato designato e poi nominato: - componente del Consiglio Generale di CONFINDUSTRIA Radio Televisioni.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute