IL VAFFA DI HEMINGWAY - LA LETTERA INEDITA ALL'EDITORE IN CUI LO SCRITTORE, GIA' AUTORE AFFERMATO, SI LAMENTAVA DELLE PAROLACCE CENSURATE AL MANOSCRITTO DI ‘MORTE NEL POMERIGGIO’: "SE VUOLE PUBBLICARE ALTRI MIEI LIBRI, È NECESSARIO CHE CAPISCA QUESTO MOLTO CHIARAMENTE. FINCHÉ SONO VIVO E VEGETO PRENDERÒ IO STESSO LE MIE DECISIONI SU COSA VOGLIO O NON VOGLIO SCRIVERE. ALTRIMENTI IL LIBRO VIENE STRAVOLTO"

-

Condividi questo articolo

Riccardo De Palo per “il Messaggero”

 

hemingway hemingway

Ernest Hemingway nel 1932 era già un autore affermato: aveva scritto Addio alle armi ed era noto per il suo carattere senza mezze misure. Quando, il 19 novembre del 1932, si accinse a scrivere al suo editore inglese, Jonathan Cape, era veramente furente. Qualcuno aveva manomesso il suo manoscritto di Death in the Afternoon (Morte nel pomeriggio), un libro sulla tauromachia; e lo aveva fatto in maniera maldestra.

 

LA FURIA

«Tutto il piacere che avevo all'idea di pubblicare il libro in Inghilterra è completamente svanito. Non capisce che se un taglio o cambiamento deve essere fatto, sono io a doverlo decidere, altrimenti il libro viene stravolto»?

 

La lettera, un inedito assoluto, è contenuta nel quinto volume della raccolta completa degli scritti epistolari di Hemingway, in corso di pubblicazione per Cambridge University Press, e anticipata dall'Observer. Sandra Spanier, accademica e curatrice dell'opera (che una volta conclusa sarà composta di ben diciassette volumi), descrive il documento come una «meravigiosa lettera», che dimostra anche quanto non andassero troppo con la mano leggera, al tempo, in fatto di editing. Lo scrittore era infuriato per la precedente lettera di Cape, datata 3 novembre, in cui aveva scritto che «aveva omesso alcune parole che sarebbero risultate inaccettabili per il pubblico inglese».

 

hemingway hemingway

La pruderie degli editori, all'inizio del secolo scorso, era una male diffuso. Ma faceva infiniti danni nei testi letterari. Laddove l'edizione americana di Morte nel pomeriggio riportava le parole go fk yourselves, (andate a farvi fottere) l'edizione inglese di Cape modificava con un go hang yourselves (andate a farvi impiccare). Non solo: la stessa parolaccia diventava, spesso e volentieri, un banale blast, e cioè scoppio, esplosione. Nella lettera, Hemingway si lamenta anche perché il termine bugger, e cioè bastardo, carogna, era stato, a sua volta, edulcorato.

 

«Se vuole pubblicare altri miei libri, è necessario che capisca questo molto chiaramente - incalza lo scrittore - Lei non è il mio vicario. Se il Papa è il vicario di Cristo, è perché il nostro Signore non si trova qui sulla terra per prendere di persona le sue decisioni. Io non sono ovviamente Cristo, ma finché sono vivo e vegeto prenderò io stesso le mie decisioni su cosa voglio o non voglio scrivere».

 

hemingway hemingway

DISTINGUO

«Se lei decide che un libro non sarà pubblicato perché contiene certe parole, e vuole cancellarlo dal programma editoriale per quella ragione, questa è una decisione di sua pertinenza», scrive ancora Hemingway. «Se io concludo che certi termini non siano importanti, ai fini del mio lavoro, e posso cambiarli senza perdere l'effetto o il significato voluti, lo farò senza battere ciglio». Lo scrittore di Fiesta precisa però che preferirebbe «essere dannato», piuttosto che «avere un vicario che decide di dare una sforbiciata ai miei libri per compiacere le biblioteche»

hemingway hemingway hemingway hemingway hemingway cover hemingway cover hemingway hemingway hemingway hemingway hemingway hemingway ernest hemingway e l'alcol 1 ernest hemingway e l'alcol 1 ernest hemingway e l'alcol 6 ernest hemingway e l'alcol 6 ernest hemingway e l'alcol 5 ernest hemingway e l'alcol 5 hemingway hemingway

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

CAIRO-BLACKSTONE 1 A 0 – IL COLLEGIO ARBITRALE DI MILANO HA EMANATO UN PRIMO PARERE SULLA VENDITA DELLA SEDE DI VIA SOLFERINO – HA “ESCLUSO L’INVALIDITÀ DEI CONTRATTI CON CUI È STATA CONCLUSA L’OPERAZIONE” MA CONTESTUALMENTE “HA RILEVATO CHE IL COMPORTAMENTO DELL’ACQUIRENTE POTREBBE DARE LUOGO AL RISARCIMENTO DEL DANNO IN FAVORE DI RCS” – IN PIÙ, HA CONFERMATO CHE L’ITALIA È LA SEDE COMPETENTE DOVE DECIDERE LA CONTROVERSIA (DIVERSAMENTE DA QUANTO SOSTIENE BLACKSTONE)

cronache

sport

CALCIO DOTTO - DI QUANTE VITE (SPORTIVE) DISPONE ZLATAN IBRAHIMOVIC? ORA L’ULTIMO CRAC. STRANO (PSICOSOMATICO?) CHE IL POLPACCIO GLI FRANI MENTRE LA SUA MENTE SI TORCE NEL DUBBIO SE RESTARE O MENO AL MILAN. DOVESSE MAI CHIUDERE CON IL CALCIO, LO FARÀ DA LEGGENDA. UNA PICCOLA ANTICIPAZIONE CE L’HA GIÀ DATA: “NON USCIRÒ DI SCENA ZOPPICANDO, MA A MODO MIO. ANCHE SE DOVESSI CAMMINARE SULL’ACQUA”. OCCHIO AI NAVIGLI (IBRA HA RIPORTATO UNA LESIONE AL POLPACCIO, IL TENDINE D'ACHILLE E' INTEGRO)

cafonal

viaggi

salute