LA VENEZIA DEI GIUSTI - IN UNA PROIEZIONE ILLUMINATA DALLA PRESENZA DI SALVINI, FIDANZATO DELLA PRODUTTRICE FRANCESCA VERDINI, ABBIAMO VISTO IL DOCUMENTARIO "FRANCO ZEFFIRELLI CONFORMISTA RIBELLE" DI ANSELMA DELL’OLIO, RITRATTONE INFINITO DEL REGISTA FIORENTINO DA POCO SCOMPARSO CHE VANTA NON POCHE PERLE STRACULT, A COMINCIARE DALL'ODIO PER LA JUVENTUS. O DAL RACCONTO DELLE BOTTE TRA LUCHINO VISCONTI E IL SUO ALLIEVO ZEFFIRELLI DOPO LA LORO ROTTURA. LE COSE PIÙ DIVERTENTI VENGONO DALLE STORIE PIÙ INTIME, E DAL FOLLE IMPEGNO POLITICO A FIANCO DI BERLUSCONI CHE LO PORTARONO A ESSERE ELETTO, CON SUCCESSIVA PENSIONE, COME SENATORE….

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

matteo salvini e francesca verdini a venezia 2 matteo salvini e francesca verdini a venezia 2

In una proiezione illuminata dalla presenza di Salvini, fidanzato della produttrice del film Francesca Verdini e da Giuliano Ferrara, marito della regista Anselma Dell'olio, abbiamo visto il documentario "Franco Zeffirelli conformista ribelle", ritrattone infinito del regista fiorentino da poco scomparso che vanta non poche perle stracult, a cominciare dall'odio per la Juventus.

 

franco zeffirelli conformista ribelle 1 franco zeffirelli conformista ribelle 1

O dal racconto delle botte tra Luchino Visconti e il suo allievo Zeffirelli dopo la loro rottura. "Si picchiano come uomini" fu il commento della costumista Anna Anni che riporta un divertito Maurizio Millenotti. O la vendetta di Nureyev contro Zeffirelli reo di averli portato via un bel giovane marinaio, col grande ballerino che assalta la villa di Positano del regista e, grazie al controllo dei suoi intestini, gli caga su ogni gradino. Per poi fracassare ogni ben di dio nella casa e quindi finire a botte con lo stesso maestro.

 

anselma dell'olio anselma dell'olio

O il racconto che riporta Roberto Bolle della stroncatura della pompieristica  "Aida" del 2006, che Paolo Isotta salvò solo per le "chiappe di Bolle". Massimo attenzione, rispetto al cinema  è stato dato alla vita stessa di Zeffirelli e all'opera, cominciando dal rapporto con  Visconti, ma le cose più divertenti vengono dalle storie più intime, e dal folle impegno politico a fianco di Berlusconi che lo portarono a essere eletto, con successiva pensione, come senatore.

 

SILVIO BERLUSCONI VLADIMIR PUTIN FRANCO ZEFFIRELLI SILVIO BERLUSCONI VLADIMIR PUTIN FRANCO ZEFFIRELLI

Una decisione, lessi in un articolo del Corriere avvenuto proprio a Venezia dopo le pernacchie e i fischi (ero ben presente) al suo supercamp  "Young Toscanini. Anticomunista da sempre   come dice anche nel documentario  Zeffirelli rispose così all'odio che gli nutriva la sinistra in Italia e decise la notte stessa, chiamando al telefono Berlusconi, di far parte di Forza Italia.

 

Questo nel documentario della Dell'olio non c'è, ma c'è nel racconto al Corriere dove dice che i critici erano stati muniti di fischietti per massacrare il film. Cosa assolutamente non vera. Fu allora che Zeffirelli decise di non  mettere più piede a Venezia. Lo fa oggi con questo documentario tutto sommato troppo lungo ma divertente e pieno di interviste e materiali, scortato da Salvini che non avrà mai visto un film di Zeffirelli in vita sua.

franco zeffirelli conformista ribelle franco zeffirelli conformista ribelle matteo salvini e francesca verdini a venezia 6 matteo salvini e francesca verdini a venezia 6 matteo salvini e francesca verdini a venezia 4 matteo salvini e francesca verdini a venezia 4 franco zeffirelli conformista ribelle franco zeffirelli conformista ribelle matteo salvini e francesca verdini a venezia 1 matteo salvini e francesca verdini a venezia 1 matteo salvini e francesca verdini a venezia 5 matteo salvini e francesca verdini a venezia 5 matteo salvini e francesca verdini a venezia 3 matteo salvini e francesca verdini a venezia 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

GRANDE BORDELLO! GINEVRA, TU QUOQUE: E’ STATA CACCIATA DALLA CASA DEL GRANDE FRATELLO LA LAMBORGHINI. CON UNA STORIA DI BULLISMO ALLE SPALLE AVEVA DETTO CHE ERA GIUSTO CHE MARCO BELLAVIA VENISSE BULLIZZATO! ANCHE CIACCI ELIMINATO A FUROR DI POPOLO – IL PRIMO BACIO AL “GF VIP” E’ TRA DUE UOMINI (MA UNO DEI DUE E’ PAZZO DI ANTONELLA FIORDELISI) – ERA DAMIANO DEI MANESKIN L’UOMO ATTOVAGLIATO CON BARBARA POLITI A MILANO? IL COACH CUBANO AMAURYS PEREZ: “OGNUNO CON IL SUO SEDERE CI FA QUELLO CHE VUOLE” (NON SOLO CON QUELLO!)

politica

VAI AVANTI TU CHE A ME VIENE DA RIDERE – MENTRE PER GLI ITALIANI È IN ARRIVO UNA MAXI-STANGATA SULLE BOLLETTE DA 2.942 EURO SU BASE ANNUA A FAMIGLIA, LA MELONI PREFERISCE MANDARE DRAGHI A TRATTARE A BRUXELLES SUL GAS - LA "DRAGHETTA" GIURERÀ DOPO IL CONSIGLIO EUROPEO DEL 20-21 OTTOBRE SULL'ENERGIA (L'ITALIA SARÀ RAPPRESENTATA DAL PREMIER USCENTE). AL COLLE NON DISPIACE QUESTA SOLUZIONE. MA PER LA MELONI IL PROBLEMA E’ L'ASSE GERMANIA-FRANCIA CHE TAGLIA FUORI L'ITALIA MALDESTRA

business

cronache

sport

cafonal

CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

viaggi

salute