LA VENEZIA DEI GIUSTI – CON L’ARRIVO DI HARRY STYLES SOTTO GLI OCCHI DI CENTINAIA DI RAGAZZINE IN ESTASI LA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA SI AVVIA, PER NOSTRA FORTUNA, AI SUOI ULTIMI GIORNI DI ATTIVITÀ – COME SEMPRE, IL PIÙ CHE PIACE AI CRITICI IN SALA, NON È NÉ LO STESSO CHE LEGGIAMO SUI GIORNALI AMERICANI, NÉ QUELLO CHE PIACERÀ ALLA GIURIA. DIFFICILE CAPIRE QUALI SIANO I FILM FAVORITI. PRESUMO, TRA QUELLI VISTI FINORA, "BONES AND ALL" DI LUCA GUADAGNINO, "TAR" DI TODD FIELDS E... - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

 

harry styles 2 harry styles 2

Marco Giusti per Dagospia

 

Con l'arrivo ieri sul tappeto rosso per la presentazione di "Don't Worry Darling" di Harry Styles sotto gli occhi di centinaia di ragazzine in estasi che ha rubato la scena allo scontro da Eva contro Eva tra la protagonista del film, Florence Pugh, nuova strepitosa stella cinema mondiale e la sua regista Olivia Wilde, la Mostra del Cinema di Venezia si avvia, per nostra fortuna, ai suoi ultimi giorni di grande attività.

 

ana de armas marilyn monroe blonde ana de armas marilyn monroe blonde

Certo, mancano ancora la Ana De Armas di "Blonde" di Andrew Dominik. attesissimo biopic su Marilyn Monroe targato Netflix, manca la "Chiara" di Susanna Nicchiarelli interpretata da una delle stelle di "L'amica geniale", Margherita Mazzucco, manca un film forte più per la corsa agli Oscar che per il Leone d'Oro come "The Son" di Florian Zeller, ma il più ormai lo abbiamo visto.

 

tar cate blanchett 8 tar cate blanchett 8

E, come sempre capita, il più che piace ai vecchi e ai giovani critici in sala, che poco si lavano devo dire e ostentano una mise con pesante zainetto, mutandona e polpaccio peloso a vista non sempre gradevolissima, non è né lo stesso che leggiamo sui giornali americani né quelle che probabilmente piacerà alla giuria capitanata da Julianne Moore.

 

 

bones and all bones and all

Così "Tar" con Cate Blanchett che personalmente non mi ha convinto per nulla e che mi crolla ogni giorno di più nella memoria, è stato molto amato dai critici americani, "The Whale" di Darren Aronofsky, che pensavo piacesse molto, ha parecchi detrattori tra i critici importanti internazionali (solo due palle su "The Guardian"), "L'immensità" di Emanuele Crialese è piaciuto più ai critici stranieri che a quelli nostrani, "The Banshees of Inesherin" di Martin McDonagh, odiato da parecchi critici americani, ha invece molto colpito i critici inglesi e americani, oltre a essere uno dei pochi film dove si rispettino le voci e le tradizioni di un paese e a interpretari irlandesi di un secolo fa sono solo attori irlandesi.

 

penelope cruz l immensita penelope cruz l immensita

Come negli ultimi anni, tanti sono i grandi personaggi femminili che si notano nei film in concorso e l'elenco delle possibili vincitrici è davvero lungo, da Cate Blanchett (che però finge malissimo di saper suonare il piano) a Tilda Swinton, da Virginie Efira a Taylor Russell, senza scordare Ana de Armas e Florence Pugh.

 

the banshees of inisherin the banshees of inisherin

Come protagonisti maschili dominano la scena solo Brendan Fraser nel ruolo di Charlie, professore gay e obeso di "The Whale" (ha già vinto, vero?), il duo Brendab Gleeson - Colin Farrell, magari Luigi Lo Cascio e il Daniel Gimenez Cacho di "Bardo".

 

Difficile però, come ogni anno, capire quali siano i film favoriti. Presumo, tra quelli visti finora, "Bones and All" di Luca Guadagnino, "Tar" di Todd Fields e "The Banshees of Inesherim", se si seguono le riviste e i giornali americani.

 

 

the whale the whale

Ma ha delle grandi chances pure "Argentina, 1985" di Mitra, commedia che qui è piaciuta a tutti. Vedremo. Intanto vi consiglio oggi, fuori concorso, "Music for Black Pigeons" dei danesi Jordan Leth e Andreas Koefoed, bellissimo film sul jazz che segue prove e incisioni di un gruppo di jazzisti strepitoso composto da Lee Konitz, Bill Frisell, Mark Turner, Joe Lavano, Jacob Bro.

 

Ogni tanto uno di questi colossi del jazz spiega in prima persona cosa sia per lui suonare jazz. Commovente. Si vede anche il vecchio Lee Konitz che si toglie la dentiera per suonare. E' l'unico film che ho visto in una sala semivuota. A chi interessa oggi il jazz?

argentina, 1985 5 argentina, 1985 5 argentina, 1985 4 argentina, 1985 4

harry styles gemma chan chris pine florence pugh harry styles gemma chan chris pine florence pugh emanuele crialese emanuele crialese l immensita di emanuele crialese l immensita di emanuele crialese l immensita di emanuele crialese l immensita di emanuele crialese harry styles 4 harry styles 4 l immensita di emanuele crialese l immensita di emanuele crialese harry styles 5 harry styles 5 bones and all 4 bones and all 4 tar cate blanchett 6 tar cate blanchett 6 bones and all 8 bones and all 8 bones and all 9 bones and all 9 tar cate blanchett 7 tar cate blanchett 7 harry styles 3 harry styles 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

GRANDE BORDELLO! GINEVRA, TU QUOQUE: E’ STATA CACCIATA DALLA CASA DEL GRANDE FRATELLO LA LAMBORGHINI. CON UNA STORIA DI BULLISMO ALLE SPALLE AVEVA DETTO CHE ERA GIUSTO CHE MARCO BELLAVIA VENISSE BULLIZZATO! ANCHE CIACCI ELIMINATO A FUROR DI POPOLO – IL PRIMO BACIO AL “GF VIP” E’ TRA DUE UOMINI (MA UNO DEI DUE E’ PAZZO DI ANTONELLA FIORDELISI) – ERA DAMIANO DEI MANESKIN L’UOMO ATTOVAGLIATO CON BARBARA POLITI A MILANO? IL COACH CUBANO AMAURYS PEREZ: “OGNUNO CON IL SUO SEDERE CI FA QUELLO CHE VUOLE” (NON SOLO CON QUELLO!)

politica

VAI AVANTI TU CHE A ME VIENE DA RIDERE – MENTRE PER GLI ITALIANI È IN ARRIVO UNA MAXI-STANGATA SULLE BOLLETTE DA 2.942 EURO SU BASE ANNUA A FAMIGLIA, LA MELONI PREFERISCE MANDARE DRAGHI A TRATTARE A BRUXELLES SUL GAS - LA "DRAGHETTA" GIURERÀ DOPO IL CONSIGLIO EUROPEO DEL 20-21 OTTOBRE SULL'ENERGIA (L'ITALIA SARÀ RAPPRESENTATA DAL PREMIER USCENTE). AL COLLE NON DISPIACE QUESTA SOLUZIONE. MA PER LA MELONI IL PROBLEMA E’ L'ASSE GERMANIA-FRANCIA CHE TAGLIA FUORI L'ITALIA MALDESTRA

business

cronache

sport

cafonal

CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

viaggi

salute