LA VENEZIA DEI GIUSTI - POSSIBILE AMBIENTARE UNA SORTA DI VIOLENTO POST-ATOMICO, ANZI POST-PANDEMICO, IN QUEL DI TARANTO, UTILIZZANDO GLI STABILIMENTI COME FOSSERO GIÀ IL FANTASMA DI UNA CITTÀ FINITA IN MANO ALLE GANG DI RAGAZZINI ORFANI? L’IDEA DI QUESTO “MONDOCANE”, OPERA PRIMA DI ALESSANDRO CELLI, È MOLTO INTERESSANTE. I SET DI TARANTO E IL CASTING DI GIOVANI ATTORI CHE PARTE DI QUELLA REALTÀ HANNO TRAGICAMENTE VISSUTO E CONTINUANO A VIVERLA, RENDE IL FILM QUALCOSA DI DIVERSO DA UNA FICTION TELEVISIVA VOLENTEROSA E... - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Marco Giusti per Dagospia

 

mondocane 1 mondocane 1

Possibile ambientare una sorta di violento post-atomico, anzi post-pandemico, in quel di Taranto, utilizzando gli stabilimenti come fossero già il fantasma di una città finita in mano alle gang di ragazzini orfani?

 

L’idea di questo “Mondocane”, opera prima di Alessandro Celli, che lo ha scritto con Antonio Leotti, presentato a Venezia alla Settimana della Critica e in uscita in sala il 3 settembre, è molto interessante, come lo è l’idea di cinema di genere che da qualche anno portano avanti, in forme diverse, qui unite, Gianluca Curti della Minerva e Matteo Rovere della Groenlandia.

 

alessandro borghi mondocane alessandro borghi mondocane

“Mondocane” è un po’ un concentrato di tutte queste forze fortemente indirizzate al ritorno del cinema di genere in versione moderna, diretto da un regista che si è fatto le ossa nelle fiction italiane e nei casting e che sembra avere però una precisa idea di cosa vuole fare e in che direzione portare la sua storia.

 

mondocane mondocane

Interpretato da due veri ragazzini di Taranto, Dennis Prestopapa e Giuliano Soprano, da un Alessandro Borghi ancora una volta in versione cattiva, un bel po’ sopra le righe, è il capo della gang delle Formiche, che lotta contro la polizia che difende i cittadini borghesi di “Taranto Nuova” e pensa a una restaurazione della Vecchia Taranto, rivela presto la sua struttura di film coi ragazzini amici/nemici.

alessandro borghi mondocane alessandro borghi mondocane

 

Pietro e Christian, detti Pisciasotto e Mondocane, sono due orfanelli che vivono malamente con un vecchio e brutale pescatore. Grazie a un atto di brutto vandalismo, danno fuoco a un negozio di animali dove una gang spaccia droga, riescono a entrare come soldati della potente gang di Testacalda, Borghi con spacco laterale sulla capoccia e occhio da pazzo (si sa…). Anche se è stato Mondocane a voler far entrare a tutti i costi il suo amico Pisciasotto, che ha continue crisi epilettiche, nella banda, presto i due amici sembrano trovare strade diverse, come nei grandi film di gangsters.

mondocane 3 mondocane 3

 

Il più debole Pisciasotto si lega a Testacalda, mentre Mondocane ha incontrato una ragazzina di Taranto Nuova, che lavora in fabbrica, e intende scappare dalla violenza di Testacalda e delle Formiche. Certo.

 

il cast di mondocane a venezia il cast di mondocane a venezia

I set di Taranto e il casting di giovani attori che parte di quella realtà hanno tragicamente vissuto e continuano a viverla, rende il film qualcosa di diverso da una fiction televisiva volenterosa e girata per un pubblico giovanile. A Celli si possono perdonare la musica a tratti eccessiva e qualche carpenterata di troppo. Anche perché deve costantemente conciliare, e non è facilissimo, l’idea di cinema popolare, che mi sembra abbia ben presente, con la voglia di far qualcosa di molto diverso e innovativo. In sala dal 3 settembre.

mondocane 2 mondocane 2 alessandro borghi mondocane 2 alessandro borghi mondocane 2 mondocane mondocane

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

DOVE VAI IN VACANZA? A GRADO! – LO STORICO DELL'ARTE LUIGI FICACCI: "PROPRIO DOVE L’ADRIATICO SI CONCLUDE IN UNA LAGUNA SI POSSONO RINTRACCIARE I CARATTERI DELLA PIÙ ELEVATA CIVILTÀ BIZANTINA, IN UN AVORIO CONSERVATO AL BRITISH MUSEUM. E’ MOLTO PROBABILE CHE NEL VII SECOLO, QUELLA TAVOLETTA VENISSE ESEGUITA E INSERITA IN UNA CATTEDRA VESCOVILE EBURNEA, DEDICATA ALL’APOSTOLO PIETRO – E POI LA CATTEDRALE DI SANT'EUFEMIA, LA BELLISSIMA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE, IL CAMPO DEI PATRIARCHI, UN ORGANISMO URBANO CHE…" - VIDEO

salute