''NON SONO UNA DONNA, SONO UN TRAVESTITO CON UNA MINCHIA COSÌ!'' - VIDEO CHOC-TRASH: MAURIZIA PARADISO LITIGA FURIOSAMENTE CON UNA SIGNORA ANZIANA DAVANTI AL SUPERMERCATO: ''CHE CAZZO VUOI TU DALLA MIA VITA? PERCHÉ NON MI BACI QUESTO CULO?'' (E MOSTRA LE TERGA). LA SIGNORA, CHE SI LAMENTAVA DEL SUO OCCUPARE UN POSTO PER DISABILI (MAURIZIONA È INVALIDA AL 100%), REPLICA A TONO, FINCHÉ LA PARADISO NON ALZA LA MAGLIETTA E…

-

Condividi questo articolo





Maurizia Paradiso litiga per strada e si denuda

 

Mattia G. Pagliarulo per Dagospia

 

Fuori dal Carrefour sito in viale Fulvio Testi a Milano, supermercato dove solitamente va a fare la spesa l’ex pornostar Maurizia Paradiso, si è assistito ad un vero e proprio show trash.

maurizia paradiso fa la spesa senza freni maurizia paradiso fa la spesa senza freni

L’ex conduttrice di ‘Colpo Grosso’ ha litigato in maniera accesa con una signora che le faceva presente che non poteva parcheggiare sul posto invalidi se non esponeva l’apposito tagliando; la Paradiso si giustificava dicendo che non ha parcheggiato ma che era solo in sosta senza aver abbandonato il suo veicolo.

 

maurizia paradiso 2 maurizia paradiso 2

La Maurizia nazionale è andata su tutte le furie urlando davanti a molti passanti della zona Bicocca di Milano dove tra l’altro abita: “io sono un invalida civile al 100%, ma che cazzo vuoi tu dalla mia vita?! Ma perché non mi baci questo culo? una bella leccata al culo!” - abbassando i pantaloni e facendo vedere il lato b - la signora imbarazzata e stupita le ha risposto: “come sei volgare, mi vergogno di essere una donna” - la Paradiso prontamene ribatte: “io non sono una donna sono un travestito, te l’ho già detto tre volte ok? Ti ho già detto che qui sotto ho una minchia così! Non rompermi i coglioni!!! Io non capisco perché questa cazzo di malattia non ha fatto il suo corso! (Segue bestemmia)” -

 

maurizia paradiso 5 maurizia paradiso 5

La signora le risponde con una frase in dialetto milanese: ''Sentenza d'asino non vola in cielo'', e la regina dei programmi erotici notturni replica concludendo “sai cosa dicono le mie tette?! Succhiamele troia!!!” Per poi andarsene dal parcheggio per recarsi a fare la spesa all’interno del supermercato.

maurizia paradiso 10 maurizia paradiso 10 maurizia paradiso 4 maurizia paradiso 4 maurizia paradiso 5 maurizia paradiso 5 maurizia paradiso 8 maurizia paradiso 8 maurizia paradiso ugo tognazzi maurizia paradiso ugo tognazzi maurizia paradiso sgarbi maurizia paradiso sgarbi intervista spettacolo di maurizia paradiso e vladimir luxuria (6) intervista spettacolo di maurizia paradiso e vladimir luxuria (6) maurizia paradiso paolo villaggio maurizia paradiso paolo villaggio maurizia paradiso maurizia paradiso

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

L'HARDOCORE DE MI' NONNO – DOMINATRICI ARMATE DI FRUSTA, SCENE LESBO E SPANKING. QUESTE FOTO DEGLI ANNI ’20 CI RICORDANO CHE NON ABBIAMO INVENTATO NIENTE. I DILDO NON ERANO ANCORA ARRIVATI, MA C’ERANO I CANDELIERI E I MANICI DI SCOPA - GIA' LO SCRITTORE CINQUECENTESCO PIETRO ARETINO, CONSIDERATO “IL PADRE DELLA PORNOGRAFIA”, AVEVA INSERITO NELLE SUE OPERE “DESCRIZIONI DETTAGLIATE DEL SESSO OMO ED ETEROSESSUALE, PARLÒ DI ORGE E MASTURBAZIONE IN MODO DIRETTO E SENZA RICORRERE A PERIFRASI O EUFEMISMI”.

Per molte persone la pornografia è un argomento tabù. Nonostante il sesso e l’immaginario sessuale facciano ormai parte della nostra cultura, tendiamo a considerare il materiale erotico ancora come qualcosa di privato, da nascondere in uno scaffale o dietro la televisione e da consumare di nascosto...

politica

FIATO ALLE TOMBE! L’ITALIA RIAPRE! – TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE PER RICOMINCIARE A VIVERE DAL 26 APRILE: VIA LIBERA AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI DELLO STESSO COLORE, MENTRE CI VORRÀ UN PASS PER ANDARE IN AREE DI COLORE DIVERSO – TORNA IL GIALLO RINFORZATO. IL COPRIFUOCO RIMANE ALLE 22, MA BAR E RISTORANTI CON TAVOLI ALL'APERTO RIMANGONO APERTI PURE LA SERA. PER GLI ALTRI LOCALI LA DATA DELLA LIBERAZIONE SCATTERÀ IL 1 GIUGNO. COME PER LE PALESTRE - CINEMA, TEATRI E I MUSEI AL 50% DELLA CAPIENZA E…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute