E' CARLO IL RAZZISTA DI BUCKINGHAM PALACE? - SECONDO IL LIBRO "BROTHERS AND WIVES", IN USCITA OGGI NEGLI STATI UNITI, NEL 2017 IL PRINCIPE DEL GALLES AVREBBE CHIESTO ALLA MOGLIE CAMILLA UN'OPINIONE SUL COLORE DELLA PELLE DEI FIGLI DI HARRY E MEGHAN - DURANTE L'INTERVISTA CON OPRAH, LA COPPIA AVEVA PARLATO DI UN CLIMA POCO FAVOREVOLE ALL'INTERNO DELLA FAMIGLIA REALE, SENZA INDICARE PERO' UN RESPONSABILE...

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dal Sun

 

Carlo e Camilla Carlo e Camilla

Secondo un nuovo libro in uscita oggi negli Stati Uniti, il principe Carlo avrebbe fatto commenti razzisti sui figli di Meghan e Harry. Nel suo libro “Brohers And Wives: Inside the Private Lives of William, Kate, Harry e Meghan”, l’autore Christopher Andersen racconta infatti di un colloquio a colazione tra Carlo e Camilla.

 

I due sono seduti a tavola, intenti a fare colazione. Carlo dice alla moglie: «Mi chiedo a cosa somiglieranno i bambini di Harry e Meghan». E Camilla, sorpresa, risponde: «Beh, saranno assolutamente stupendi, ne sono certa». A quel punto Carlo abbassa la voce e aggiunge: «Voglio dire, quale pensi possa essere la loro carnagione?».

 

I dettagli del libro sono stati pubblicati ieri sul sito web Page Six del New York Post, sollevando gran clamore. Secondo le fonti, il principe ha chiamato i suoi avvocati perché a suo dire questa conversazione non ha mai avuto luogo.

 

Harry, Meghan e Archie Harry, Meghan e Archie

Secondo un insider le affermazioni di Andersen sono «assolutamente ridicole». L’autrice Ingrid Seward, specializzata nella famiglia reale: «Penso che Carlo sarebbe molto irritato e infastidito da questo tipo di affermazione, perché l’ultima cosa che è, è essere razzista. Se ha fatto quest’osservazione sono sicura che è lo ha fatto in modo innocente, come avrebbe fatto chiunque altro. Penso sarebbe sorpreso che qualcuno possa attribuirgli una frase del genere, e sono abbastanza certa che non fa neanche colazione con Camilla».

 

L’autore, Christopher Andersen, ha suggerito che i presunti commenti del principe, che risalgono al 27 novembre 2017, sono stati fatti innocentemente. Secondo Page Six sono stati «cortigiani intriganti» a dare un’accezione razzista alle affermazioni di Carlo, che «ha raggiunto proporzioni tossiche» nel momento in cui Harry e Meghan sono stati informati.

 

Il principe Carlo Il principe Carlo

Aggiunge Andersen: «La domanda posta da Carlo echeggiava in modo meno innocente nelle sale di Buckingham Palace». Secondo il libro Harry avrebbe affrontato con rabbia suo padre, ma Carlo gli avrebbe detto che era «troppo sensibile riguardo alla questione».

 

Anche il principe William ha minimizzato la discussione, definendo i commenti di suo padre «senza tatto» ma non «un segno di razzismo all’interno della famiglia».

 

Secondo il libro di Andersen, anche la decisione della Regina di spostare un ritratto di Harry, Meghan e Archie fuori dalla telecamera prima del suo discorso di Natale del 2019 ha provocato una grave spaccatura. Andersen racconta che Harry avrebbe detto a un amico di sentirsi come «se lui, Meghan e Archie fossero stati cancellati dalla famiglia».

 

Brothers and Wives Brothers and Wives

Ieri sera Buckingham Palace ha fatto sapere che «non commentiamo libri di questo tipo perché farlo rischia di dargli una qualche forma di autorità o credibilità».

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute