ADDIO ALLA PRIMA MODELLA TRANSGENDER - È MORTA A 86 ANNI APRIL ASHLEY: CAMBIO' SESSO A 25 ANNI E OTTENNE SUCCESSO NELL’UNIVERSO FASHION QUANDO ANCORA NON ERA TUTTO FLUID COME ORA - FU PROTAGONISTA CONTROVERSA E SCANDALOSA DELLA “SWINGING LONDON” DEGLI ANNI 60, IMMORTALATA SULLE COPERTINE DELLE PIÙ CELEBRI RIVISTE DI MODA, A PARTIRE DA "VOGUE" - LA CARRIERA BRUSCAMENTE INTERROTTA, IL MATRIMONIO ANNULLATO, LA FUGA NEGLI USA, LA LOTTA PER I DIRITTI LGBT...

-

Condividi questo articolo


Da www.lastampa.it

april ashley 3 april ashley 3

 

Come ricorda il quotidiano The Guardian, annunciando la scomparsa, George Jamieson - questo il vero nome -, nato il 29 aprile 1935 a Liverpool, è stato uno dei primi cittadini britannici a sottoporsi alla chirurgia di riassegnazione del sesso.

 

april ashley 2 april ashley 2

Nel 2012 la regina Elisabetta aveva insignito la modella e attrice della medaglia dell'Ordine dell'Impero britannico, la massima onorificenza del Regno Unito, per il suo impegno a favore dei diritti dei transgender.

 

E proprio la comunità transgender ha reso omaggio al personaggio considerato pioniere della comunità in Gran Bretagna. Il cantante Boy George ha twittato: «Rip April Ashley! Una forza della natura e sacerdotessa transgender!».

 

april ashley 5 april ashley 5

Peter Tatchell, attivista per i diritti Lgbtq+, l'ha definita «la grande pioniera trans per decenni» ed «eroe». «Sono stato così onorato di conoscerla e sostenerla in un’epoca in cui è stata vituperata dopo essere stata dichiarata trans», ha detto Tatchell.

 

april ashley 8 april ashley 8

L'attivista e attore trans Jake Graf ha scritto sui social: «Una vera pioniera della comunità trans ci ha lasciato. April Ashley era la definizione di grazia e umiltà, nonostante abbia combattuto duramente per tutta la vita per il suo posto nella società. Una vera regina».

 

Cresciuto a Liverpool, figlio di padre cattolico e madre protestante, con altri cinque fratelli, George Jamieson da adolescente dal corpo efebico è entrato nella Marina Mercantile, da cui fu congedato poco dopo.

 

april ashley 4 april ashley 4

Ashley nel suo libro di memorie “The First Lady” (2006) racconta la traumatica esperienza vissuta in Marina, parla dello stupro subito dal suo compagno di stanza, che gli provocò ferite indelebili sia a livello fisico che psicologico.

 

Dopo ripetuti tentativi di suicidio e un periodo in manicomio, nel 1957 si trasferì a Parigi, esibendosi al nightclub “Le Carrousel”, famoso per i suoi spettacoli di drag queen, capitanate dal trans francese Coccinelle.

 

april ashley 6 april ashley 6

All'età di 25 anni, dopo aver messo da parte un po’ di soldi, volò in Marocco, destinazione Casablanca, per sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso.

 

april ashley prima del cambio di sesso april ashley prima del cambio di sesso

Rientrata a Londra con il nome di April Ashley, la sua carriera di modella prese il volo: iniziando a sfilare e a essere fotografata dai nomi più importanti di quegli anni nel settore della moda, come Brian Duffey, Richard Dormer e Terence Donovan.

 

«Sapevano tutti della mia operazione, sapevano tutti chi ero - ha raccontato April Ashley - A nessuno dei fotografi fregava niente del mio passato. Mi volevano nel loro portafoglio e basta».

 

la trans april ashley la trans april ashley

L'apice del successo fu la copertina conquistata su Vogue scattata dal fotografo David Bailey e il ruolo da interprete nel film Astronauti per forza (1962, Road to Hong Kong) con Bob Hope, Bing Crosby e Joan Collins.

 

april ashley 1 april ashley 1

La sua carriera di modella fu bruscamente interrotta nel 1961 quando il Sunday People rivelò che era transgender, generando scandalo e stupore collettivo. Al tempo stesso nella Swinging London, Ashley divenne una delle ospiti più richieste della mondanità.

 

Nel 1963 sposò l'aristocratico Arthur Cameron Corbett a Gibilterra. Il matrimonio annullato nel 1970 perché il cambio di sesso intervenuto era motivo di nullità. L’esito della sentenza fu utilizzato come base per negare ai cittadini transessuali il più fondamentale dei diritti civili.

 

april ashley 7 april ashley 7

Emigrata sulla costa occidentale degli Stati Uniti per sfuggire, è tornata in Gran Bretagna nel 2005 quando è stata legalmente riconosciuta come femmina grazie al Gender Recognition Act.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute