ALT: LA DITTA PER CUI LAVORAVANO GLI OPERAI TRAVOLTI DA UN TRENO A BRANDIZZO NON ERA IN REGOLA: LA CERTIFICAZIONE RELATIVA ALLA SICUREZZA SUL LAVORO ERA SCADUTA IL 27 LUGLIO SCORSO – L’INTERVENTO SUI BINARI PROSEGUIVA DA TEMPO, SEMPRE TRA MEZZANOTTE E LE 6 DEL MATTINO, E LA LINEA FERROVIARIA NON È MAI STATA SOSPESA. COSA È ANDATO STORTO LA SCORSA NOTTE? LA SQUADRA NON HA COMUNICATO L'INIZIO DELL'INTERVENTO? - MATTARELLA ALLA STAZIONE DI BRANDIZZO - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Carlotta Rocci per www.repubblica.it

 

SERGIO MATTARELLA ALLA STAZIONE DI Brandizzo 1 SERGIO MATTARELLA ALLA STAZIONE DI Brandizzo 1

Cosa non ha funzionato correttamente nella notte tra mercoledì e giovedì a Brandizzo? Quando un treno regionale in fase di trasferimento da Milano a Torino è passato nella stazione ha travolto cinque operai che erano al lavoro per delle operazioni di sostituzione dei binari.

 

Secondo le prime informazioni raccolte da Repubblica, i lavori proseguivano da giorni, sempre nella fase notturna, dalla mezzanotte alle 6. In questi casi la linea ferroviaria (che non è la linea dell’alta velocità Torino-Milano) non viene sospesa. I casi a cui l’indagine della procura di Ivrea dovrà dare una risposta sono almeno due: gli operai al lavoro non dovevano essere su quel binario? Oppure il treno regionale non doveva passare proprio su quel binario, lasciando così gli operai al lavoro?

 

La certificazione relativa alla sicurezza sul lavoro mostrata sul sito di Sigifer, l'azienda appaltatrice di Rfi, è scaduta il 27 luglio scorso. Il sito Sigifer contiene i documenti relativi alle certificazioni di "qualità, rispetto ambientale, sicurezza sul lavoro" e, si legge, "aggiorna costantemente i propri certificati, simbolo di qualità, eccellenza e sicurezza".

SERGIO MATTARELLA ALLA STAZIONE DI Brandizzo SERGIO MATTARELLA ALLA STAZIONE DI Brandizzo

 

Una prima certificazione 'UNI ISO 45001:2018' è la numero 29442 rilasciata da una società appartenente alla Cisq, e ha una ultima emissione il 28 luglio del 2020 e una scadenza il 27 luglio 2023. Un secondo certificato, il numero IT-119334, ha eguali date di ultima emissione e di scadenza.

 

Forse si è trattato di un errore di comunicazione tra la squadra sul posto e chi doveva coordinare i lavori sui binari”, ha detto Paolo Bodoni, sindaco di Brandizzo, riferendo le prime versioni raccolte subito dopo l’incidente ferroviario. “È probabile ci sia stato un errore umano”, ha aggiunto il primo cittadino.

treno uccide 5 operai a brandizzo treno uccide 5 operai a brandizzo

 

L’indagine dovrà accertare le responsabilità e il processo decisionale che ha portato ad autorizzare i lavori, svolti dalla ditta Sigifer per Rete Ferroviaria Italiana, oltre alla gestione degli scambi ferroviari che ordinano il traffico in entrata e uscita dalle stazioni.  […]

michael zanera michael zanera

 

"La norma è chiara: non puoi lavorare su un binario se non hai la certificazione che non passa più un treno lungo quella tratta. E un treno è passato, voglio sapere per quale motivo. Anche se ovviamente quelle cinque vite non tornano indietro". Così il vicepremier e ministro dei Trasporti e delle infrastrutture, Matteo Salvini, parlando a margine di una conferenza stampa al Lido di Venezia. […]

treno uccide 5 operai a brandizzo 1 treno uccide 5 operai a brandizzo 1 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 4 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 4 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 5 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 5 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 6 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 6 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 7 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 7 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 8 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 8 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 9 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 9 kevin lagana kevin lagana giuseppe aversa giuseppe aversa giuseppe saverio lombardo giuseppe saverio lombardo giuseppe servillo giuseppe servillo treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 2 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 2 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 10 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 10 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 1 treno uccide cinque operai alla stazione di brandizzo torino 1 michael zanera 1 michael zanera 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ZELENSKY, T’HANNO RIMASTO SOLO: L’EX COMICO, CHE SI È AVVITATO SU UNA POSIZIONE DI TOTALE INTRANSIGENZA AI NEGOZIATI CON PUTIN, DEVE FARE I CONTI NON SOLO CON LA CHIUSURA DEI RUBINETTI DEGLI AIUTI DA PARTE DEGLI USA, MA ANCHE CON L’OPPOSIZIONE INTERNA. GLI UCRAINI SONO STANCHI DELLA GUERRA, COME DIMOSTRANO LE ACCUSE DEL SINDACO DI KIEV, VITALY KLITSCHKO – DI FRONTE AL FLOP DELLA CONTROFFENSIVA, INVECE DI TRATTARE CON PUTIN, ZELENSKY HA RISPOSTO CON LE PURGHE – BIDEN VUOLE LA PACE PRIMA DELLE ELEZIONI NEGLI USA: PER ASSENZA DI ALTERNATIVE, SI ARRIVERA' ALLA CESSIONE AI RUSSI DI CRIMEA E PARTE DEL DONBASS…

DAGOREPORT! - LA SCALA SPACCATA: IN PALCO REALE COL FEZ, IN "SALA" CON LILIANA SEGRE E LA CGIL! DAVANTI ALL'INCUBO DI SEDERE ACCANTO A LA RUSSA, SALVINI E SANGIULIANO, AL SINDACO DI MILANO (E PRESIDENTE DEL TEATRO) GIUSEPPE SALA È VENUTO UN COLPO. E SICCOME AVEVA DA TEMPO INVITATO LA SENATRICE A VITA, CHE NON CI PENSA PROPRIO DI STARE ACCANTO AI LA RUSSA E AI SALVINI, SALA SIEDERÀ NELLA FILA D'ONORE IN PLATEA, VICINO A SEGRE - DEL RESTO, SERGIO MATTARELLA L'AVEVA CAPITO SUBITO COME SAREBBE FINITA E SE L'È DATA A GAMBE LEVATE - LA COMPAGINE GOVERNATIVA SARÀ NUTRITA ANCHE DA CASELLATI E SGARBI – IN PLATEA L'AD RAI ROBERTO SERGIO, PATTI SMITH, ORNELLA VANONI, STEFANO BOERI E, FORSE, PEDRO ALMODOVAR…

DAGOREPORT! LA SUCCESSIONE DI FRANCESCO TALÒ, CONSIGLIERE DIPLOMATICO DI PALAZZO CHIGI E CAPRONE ESPIATORIO DELLA TELEFONATA-BURLA A MELONI DI DUE COMICI RUSSI, HA VISSUTO MOMENTI MOLTO ACCESI - LA SCELTA PIÙ PREVEDIBILE ERA LUCA FERRARI MA LA DUCETTA NON È MAI ENTRATA IN SINTONIA CON IL DIPLOMATICO E SCEGLIE FABRIZIO SAGGIO. LA FARNESINA NON CI STA PERCHE' SAGGIO E' ‘’MINISTRO PLENIPOTENZIARIO’’, DI GRADO IMMEDIATAMENTE INFERIORE ALL'AMBASCIATORE – LUCA FERRARI MIRA ALL'AMBASCIATA DI WASHINGTON MA TAJANI LO IMPALLINA: C’È RICCARDO GUARIGLIA…