ANCHE NELLA DELAZIONE ALL’ENNESIMA POTENZA I TEDESCHI SONO I PRIMI – IN GERMANIA LA POLIZIA È SOMMERSA DA SEGNALAZIONI DI CITTADINI CHE DENUNCIANO PASSANTI E VICINI: A MONACO ARRIVANO 150 “SOFFIATE” AL GIORNO E C’È CHI PRENDE LE TARGHE DELLE MACCHINE DI CHIUNQUE PASSI PER SEGNALARLE – NON C’È DA STUPIRSI PER CHI È CRESCIUTO A CRAUTI E STASI…  

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

MURALES IN GERMANIA SUL CORONAVIRUS MURALES IN GERMANIA SUL CORONAVIRUS

Anche nella delazione all’ennesima potenza i tedeschi primeggiano. Aumentano nel Paese le denunce alla polizia di persone che segnalano passanti e vicini avvistati in strada durante il lockdown per arginare l’emergenza coronavirus.

 

In un paese in cui la denuncia era all'ordine del giorno sotto i comunisti nella Germania dell’est e i nazisti di Hitler, le forze di polizia ricevono costantemente segnalazioni per denunciare il prossimo.

Dal 14 marzo, la polizia nella capitale tedesca ha ordinato la chiusura di 830 pub, bar e altri locali, registrando già 898 violazioni delle disposizioni.

 

angela merkel starnutisce 3 angela merkel starnutisce 3

«Stiamo ricevendo segnalazioni dai cittadini su ristoranti aperti o grandi raduni di persone nei parchi» ha detto una portavoce della polizia, aggiungendo che gli agenti sono sempre pronti a gestire le informazioni che giungono in centrale. Stessa situazione in altre città della Germania.

 

germania coronavirus germania coronavirus

La polizia di Monaco ha ricevuto fino a 150 chiamate in un solo giorno per una intera settimana mentre, come riporta il Mitteldeutsche Zeitung, le autorità di Magdeburgo hanno chiesto ai cittadini di non sovraccaricare la polizia, citando le parole di un agente che si lamentava dicendo che "le persone non dovrebbero fare rapporto ogni volta che vedono tre persone sedute su una panchina del parco".

 

germania coronavirus germania coronavirus

Mentre molti cittadini agiscono in modo responsabile, alcuni esperti affermano che frustrazione o rancore possono prendere il sopravvento.  

 

Rafael Behr, professore di criminologia e sociologia presso l'Accademia di polizia di Amburgo, ha citato il fenomeno dei cittadini nello stato orientale del Meclemburgo-Pomerania che denunciano i berlinesi che guidano verso le case di villeggiatura nel fine settimana prendendo le loro targhe per segnalarle alla polizia.

 

«Questa voglia di denunciare gli altri sta avvelenando un po’ la società – ha detto Behr a Reuters -

germania coronavirus germania coronavirus

Alcune persone non hanno il coraggio di confrontarsi con altre, ma denunciano alla polizia in modo anonimo» ha detto Behr, aggiungendo che persone potrebbero avere una nostalgia per come sono funzionate le cose per tre decenni quando c’era la Stasi. D’altra parte proprio la Stasi aveva schiacciato il dissenso infiltrandosi in quasi ogni aspetto della vita facendo affidamento su circa 200.000 informatori che spiavano amici, colleghi e parenti.

 

coronavirus germania 2 coronavirus germania 2

«Spiare gli altri era molto diffuso allora ed è più facile per le persone farlo se lo hanno già fatto prima - ha detto Behr - In ogni caso, è tipicamente tedesco aspettare fino a quando non ci sarà una legge che permetta alle persone di farlo».

CORONAPARTY IN GERMANIA CORONAPARTY IN GERMANIA coronavirus germania 4 coronavirus germania 4 angela merkel starnutisce 1 angela merkel starnutisce 1 angela merkel starnutisce 2 angela merkel starnutisce 2 angela merkel starnutisce angela merkel starnutisce germania coronavirus germania coronavirus coronavirus tampone germania coronavirus tampone germania coronavirus germania 1 coronavirus germania 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

DIO È MORTO E GUCCINI VOTAVA PSI - ''MAI STATO COMUNISTA, HO SCRITTO UNA CANZONE PER CHE GUEVARA MA NON CI SAREI ANDATO D'ACCORDO - CONTE NON MI DISPIACE - MIO PADRE NON MI HA MAI ABBRACCIATO IN VITA SUA. IN TV VEDO GENTE CHE SI LAMENTA DI FAMIGLIE ANAFFETTIVE. IO NON HO MAI AVUTO REGALI. MAI FESTEGGIATO IL COMPLEANNO. GUAI SE LASCIAVO QUALCOSA NEL PIATTO: IL BABBO ERA STATO IN CAMPO DI CONCENTRAMENTO'' - LA FANTASTICA BARZELLETTA DI BAGLIONI, IL PAPA, LE DELUSIONI D'AMORE E LA MORTE: ''A 80 ANNI INIZI AD AVERE DUBBI DELLA TUA IMMORTALITÀ''

politica

IL CASO BONAFEDE-DI MATTEO NON È AFFATTO CHIUSO: STASERA SANDRA AMURRI, GIORNALISTA CHE DA SEMPRE SEGUE L'ANTIMAFIA SICILIANA, SARÀ A ''NON È L'ARENA'' DI GILETTI. MA TRAVAGLIO, DIRETTORE DEL QUOTIDIANO PER CUI LAVORA, NON L'HA AUTORIZZATA A PARTECIPARE - MIELI: IL ''MARE DI MELMA'' CHE HA INVESTITO LA MAGISTRATURA: ''UN CAMBIAMENTO VIRTUOSO SI AVRÀ SOLO QUANDO UN MAGISTRATO DARÀ BATTAGLIA AL SISTEMA DEGENERATO DELLE CORRENTI. A TESTA ALTA, MENTRE È ANCORA IN SERVIZIO. METTENDO NEL CONTO CHE SUBIRÀ L' OSTRACISMO DEI COLLEGHI. TUTTI. O QUASI''

business

cronache

DIETRO A UNA DONNA CHE SBAGLIA CI PUÒ ESSERE UN GRANDE UOMO - PARLA IL PADRE DI PRATO, IL MARITO TRADITO DALLA MOGLIE CON UN RAGAZZINO DI 13 ANNI DA CUI HA POI AVUTO UN FIGLIO, E CHE SI È PRESO UNA CONDANNA PERCHÉ LO HA RICONOSCIUTO COME SUO, MENTENDO PER SALVARE LA FAMIGLIA E CRESCERLO SENZA TRAUMI: ''NON LO AVREI MAI ABBANDONATO SOLO PERCHÉ NON ERA MIO. MIA MOGLIE? È UNA GRANDE MAMMA. MI SONO INNAMORATO DI LEI DA RAGAZZO, ERA COSÌ BELLA E SOLARE. ORA SI FA SEGUIRE DA UNO PSICHIATRA. IL PERDONO? BEH…''

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute