ANCHE I RICCHI PIANGONO - TRE YACHT DI OLTRE 20 METRI SONO STATI DISTRUTTI NELL'INCENDIO DIVAMPATO NEL PORTO DEL CIRCEO, DUE SONO COLATI A PICCO - A CAUSARE IL ROGO È STATO UN CORTO CIRCUITO IN UNA DELLE BARCHE CHE SONO BRUCIATE MA LA POLIZIA STA VISIONANDO I FILMATI DELLE TELECAMERE DI SICUREZZA PER ESCLUDERE LA PISTA DOLOSA - POTEVA FINIRE MOLTO PEGGIO VISTO CHE NEI SERBATOI DELLE NAVI C'ERANO 4 MILA LITRI DI CARBURANTE - I TESTIMONI: "SEMBRAVA DI ESSERE IN UN DISASTER MOVIE!"

-

Condividi questo articolo


INCENDIO AL PORTO DEL CIRCEO

 

 

Estratto dell'articolo di Vittorio Buongiorno per "Il Messaggero"

 

incendio nel porto del circeo 5 incendio nel porto del circeo 5

«Sembrava di essere in un disaster movie» racconta un testimone dell'incendio di sabato notte al porto del Circeo. «Pioggia battente, vento fortissimo, mare molto mosso con le onde che si schiantavano sui contrafforti del porto, e poi le fiamme. Altissime. Il fumo nero, la puzza acre di bruciato» continua il racconto.

 

In queste condizioni i vigili del fuoco e la guardia costiera hanno lavorato tutta la notte con le squadre della Cooperativa ormeggiatori Circeo I, con la polizia locale e con i carabinieri per domare le fiamme che hanno distrutto tre yacht di oltre 20 metri. Due, con gli scafi in vetroresina, sono colate a picco nella notte. Sulla terza il rogo è stato spento prima dell'alba. Ma è cambiato poco: anche il terzo scafo è colato a picco sul fondale del porto alle otto di ieri mattina.

incendio nel porto del circeo 4 incendio nel porto del circeo 4

 

Nessuno si sbilancia ma si propende per le cause accidentali. Un corto circuito, il surriscaldamento dell'impianto elettrico o del riscaldamento, potrebbero aver scatenato le fiamme sulla prima imbarcazione, quella in alluminio. La vicinanza con le altre due barche e gli scafi in vetroresina hanno fatto il resto.

 

Resta in piedi anche le ipotesi del dolo, ma molti la ritengono poco probabile perché gli accessi ai pontili sono sorvegliati e perché non sono stati rinvenute tracce o indizi riconducibili a un attentato incendiario. Ma per evitare sorprese è stato chiesto alla polizia locale di visionare le immagini delle telecamere di videosorveglianza del porto per verificare eventuali presenze sospette e controllare tutte le auto transitate in zona tra le 17 e le 21. [...]

incendio nel porto del circeo 7 incendio nel porto del circeo 7

 

Tre quelle coinvolte. Un Leopard 21 e un Tecnema 70 quelle affondate accanto al molo di cemento, un Admiral 22 è rimasto ormeggiato al primo pontile dove è affondato ieri mattina. E' stato un miracolo che le fiamme non abbiano raggiunto altri scafi, che erano ormeggiati a pochi metri di distanza. «Quando è scattato l'allarme - raccontano gli ormeggiatori - ci siamo precipitati e siamo riusciti a spostare diverse barche mettendole al sicuro». Ma poi vigili del fuoco e carabinieri hanno interdetto l'area e impedito ulteriori spostamenti: troppo alti i rischi di esplosioni [...]

incendio nel porto del circeo 6 incendio nel porto del circeo 6

 

Domato l'incendio la guardia costriera ha posizionato le barriere antinquinamento per evitare che il gasolio fuoriuscito dagli yacht potesse uscire dal porto e inquinare la costa. «Nel pomeriggio sono state posizionate anche delle "panne" assorbenti che con il calare del vento - spiegano i tecnici - contribuirà a ridurre gli effetti della fuoriuscita di carburante». Difficile sapere con certezza quanto carburante ci fosse nei serbatoi, secondo le prime stime complessivamente c'erano almeno 4 mila litri di carburante. [...]

incendio nel porto del circeo 2 incendio nel porto del circeo 2 incendio nel porto del circeo 1 incendio nel porto del circeo 1 incendio nel porto del circeo 8 incendio nel porto del circeo 8 incendio nel porto del circeo 3 incendio nel porto del circeo 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È UN MUSCOLOIDE “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GONFIAVA I MUSCOLI E GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, DI FATTO, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE