ANNAMO BENE, BORIS JOHNSON TROVA SEMPRE UNA SCUSA PER FARSI UNA BIRRA – IL REGNO UNITO ESCE DAL LOCKDOWN, IL PREMIER INGLESE LANCIA LA CAMPAGNA DEI TAMPONI GRATIS A DOMICILIO E ANNUNCIA CHE IL 12 APRILE RIAPRIRANNO NEGOZI E LOCALI – “ANCHE IO ANDRÒ AL PUB A BERE UNA BIRRA” (E’ UNA PROMESSA O UNA MINACCIA?) – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Luigi Ippolito per il "Corriere della Sera"

 

Una campagna di tamponi di massa per riaprire in sicurezza la Gran Bretagna: da venerdì il governo di Boris Johnson offrirà a tutta la popolazione la possibilità di accedere a test rapidi per il coronavirus, gratuitamente e due volte alla settimana.

boris johnson 2 boris johnson 2

 

Sarà consentito effettuare il tampone a casa, da soli, facendoselo arrivare per posta o ritirandolo in farmacia: in caso di risultato positivo, bisognerà isolarsi per dieci giorni e sarà possibile accedere a un ulteriore test di laboratorio più accurato, sempre gratuitamente.

 

boris johnson 3 boris johnson 3

È una campagna che viene lanciata nel momento in cui è stato dato il via libera alla prima grande riapertura, dopo tre mesi e mezzo di lockdown: da lunedì prossimo ripartiranno i negozi, i parrucchieri, le palestre, nonché pub e ristoranti, anche se solo per il servizio all' aperto.

 

Dunque il governo vuole tenere sotto stretto controllo l' evoluzione dell' epidemia tramite i test di massa, in vista di successivi allentamenti del lockdown fra maggio e giugno. Ma la campagna di tamponi ha suscitato anche perplessità: perché spendere 2 miliardi di sterline per i test, ci si è chiesti, quando la vaccinazione sta procedendo a ritmo spettacolare e sta ormai dando risultati eccellenti, con soli 26 morti registrati nelle ultime 24 ore?

boris johnson 3 boris johnson 3

 

In realtà, i tamponi di massa servono probabilmente ad aprire la strada a un' idea molto più controversa: i «certificati Covid» per accedere a eventi pubblici.

 

Ieri Johnson ha escluso che possano essere richiesti per andare al pub, nei negozi o dal parrucchiere: ma ha fatto capire che potrebbero essere introdotti per far funzionare teatri, discoteche e stadi. È un progetto che incontra fortissime resistenze politiche, soprattutto all' interno dello stesso partito conservatore di Johnson: in Gran Bretagna, un Paese dove non esistono carte d' identità, molti vedono i «certificati Covid» come un attentato alla libertà personale. E se Boris, come è più che probabile, dovesse mettere la proposta ai voti in Parlamento, potrebbe rischiare una clamorosa sconfitta.

 

Sul fronte dei viaggi internazionali, è in arrivo un sistema «a semaforo»: e l' Italia sarà probabilmente nella lista «arancione», che comporta l' obbligo di test multipli (a pagamento) e di quarantena.

boris johnson in conferenza stampa boris johnson in conferenza stampa

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

MACRON E SCHOLZ HANNO NOSTALGIA DI DRAGHI – LA COPPIA NON BASTA, OCCORRE IL TRIANGOLO PER FRONTEGGIARE LA CRISI: MANCA MARIOPIO E IL SUO RUOLO DI CANALE DI MEDIAZIONE TRA EUROPA E USA –  IL MANDATO DI CHARLES MICHEL ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO EUROPEO SCADE A NOVEMBRE 2024. MA L'EMERGENZA E' ORA, E QUINDI LO TAMPINANO CON LUNGHE TELEFONATE CHIEDENDO CONSIGLI – LA PROPOSTA (SCARICA) DI BRETON-GENTILONI PER SEDARE I MAL DI PANCIA EUROPEI: “SE ANDIAMO AVANTI COSÌ, PRIMA O POI TUTTI DIRANNO CHE SULLE SANZIONI ALLA RUSSIA HA RAGIONE ORBAN...”

business

ENNESIMO SCHIAFFONE DELL’OPEC+ A BIDEN: IL CARTELLO DEL PETROLIO HA DECISO DI TAGLIARE LA PRODUZIONE DI 2 MILIONI DI BARILI AL GIORNO! È UNA MOSSA TELECOMANDATA DA PUTIN PER METTERE ANCORA PIÙ IN DIFFICOLTA L’OCCIDENTE E “SLEEPY JOE”, CHE AVEVA CHIESTO AGLI ARABI DI NON RIDURRE LE QUOTE, PER EVITARE UN'ULTERIORE AUMENTO DEI PREZZI. QUELLI SE NE SONO ALLEGRAMENTE FREGATI, E ORA LA CASA BIANCA PARLA DI “ATTO OSTILE”. CHISSÀ COME TREMANO “MAD VLAD” E BIN SALMAN, CHE ODIA CORDIALMENTE IL PRESIDENTE USA DAI TEMPI DEL RAPPORTO SULL'OMICIDIO KHASHOGGI

cronache

sport

cafonal

CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

viaggi

salute