ANNULLATA CON RINVIO LA SENTENZA DI CORTE D’APPELLO CIVILE DI FIRENZE CHE AVEVA VISTO TIZIANO RENZI VINCERE CONTRO MARCO TRAVAGLIO – IL BABBO DI MATTEONZO AVEVA FATTO CAUSA CIVILE PER DIFFAMAZIONE CONTRO IL DIRETTORE DEL “FATTO” E AVEVA VINTO 50 MILA EURO IN PRIMO GRADO PERCHÉ LA SUA CONTROPARTE ERA RIMASTA CONTUMACE, PER MANCATA NOTIFICA DELL’ATTO DI CITAZIONE. VITTORIA CONFERMATA IN APPELLO PERCHÉ A TRAVAGLIO ERA STATO IMPEDITO DI FAR VALERE LE SUE DIFESE - MA LA CASSAZIONE HA CAMBIATO TUTTO…

-

Condividi questo articolo


Vincenzo Iurillo per il “Fatto quotidiano”

 

matteo tiziano renzi matteo tiziano renzi

Annullata con rinvio la sentenza di Corte d’appello civile di Firenze che aveva visto Tiziano Renzi “vincere facile” anche in secondo grado, come aveva fatto in primo, per mancanza di avversario, come nelle vecchie pubblicità del Gratta e Vinci. Tiziano Renzi aveva fatto causa civile per diffamazione contro il direttore del Fatto e aveva vinto 50 mila euro in primo grado perché la sua controparte era rimasta contumace, per mancata notifica dell’atto di citazione.

 

marco travaglio 6 marco travaglio 6

Vittoria poi confermata in Appello perché a Marco Travaglio era stato impedito di far valere le sue difese. Motivo? Non essendosi costituito in primo grado perché ignaro del processo, aveva omesso “di invocare l’esimente del diritto di cronaca o critica e, conseguentemente di fornire la prova della veridicità del fatto narrato” ed era troppo tardi per farlo in Appello, avevano scritto i giudici.

 

Insomma, Travaglio non si era potuto difendere in ben due gradi di giudizio. E non aveva potuto ricondurre nel perimetro del diritto di cronaca e di critica le affermazioni perle quali era stato condannato. Pronunciate durante una puntata di Otto e Mezzo il 9 marzo 2017, rispondendo a una domanda di Lilli Gruber.

 

MATTEO E TIZIANO RENZI MATTEO E TIZIANO RENZI

Erano i giorni in cui impazzava il caso Consip e Travaglio disse: “Se il padre del capo del governo si mette in affari o si interessa di affari che riguardano aziende controllate dal governo, magari a beneficio di imprenditori che finanziano o hanno finanziato il capo del governo, questo non so se sia un reato questo è un gigantesco conflitto d’interessi”.

 

Ora, che il padre di Renzi si fosse interessato delle gare di Consip era un dato pacifico, persino ribadito dal suo coinvolgimento nell’inchiesta con l’accusa di traffico d’influenze illecite, a cui il direttore non aveva fatto cenno nel suo intervento. Ma per la Corte d’appello, come per il tribunale prima, queste parole erano state “demolitive sul fronte etico, politico e della dignità personale” dei Renzi. E andavano risarcite con 50 mila euro. Per fortuna c’è un giudice a Roma.

marco travaglio 5 marco travaglio 5

 

La Cassazione, accogliendo il ricorso degli avvocati Caterina Malavenda e Antonio Sigillò, ha stabilito che “l’esistenza o meno della scriminante del diritto di cronaca o di critica integra una eccezione in senso lato, rilevabile d’ufficio a prescindere dalla specifica e tempestiva allegazione della parte e anche in Appello”. I giudici di secondo grado avrebbero dovuto valutarla di propria iniziativa e la Cassazione ora ordina loro di farlo.

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…