AVEVANO GIÀ PREVISTO CHE SAREMMO DIVENTATI UNA MASSA DI RINCOJONITI – IN “TÉLÉVISION: OEIL DE DEMAIN”, CORTOMETRAGGIO FRANCESE DEL 1947, LE PERSONE GUARDANO I LORO “SMARTPHONE” MENTRE SI ANNOIANO AL RISTORANTE E LE MACCHINE SONO DOTATE DI SCHERMI: IMMAGINI CHE RIESCONO A COGLIERE IL NOSTRO ATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DEI DISPOSITIVI MOBILE – LA RAPPRESENTAZIONE DI UN MONDO DISTOPICO CHE È DIVENTATA LA NOSTRA REALTÀ… VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

DAGONEWS

 

television, oeil de demain 4 television, oeil de demain 4

Persone che usano piccoli dispositivi su cui scorrono immagini e vetture dotate di schermi. Se questo vi sembra normale è ovvio, siamo nel 2020. Ma queste immagini fanno parte di un cortometraggio francese del 1947 che prevedeva quello che sarebbe stato il futuro.  

 

"Télévision: Oeil de Demain" si basa su un saggio di René Barjavel e prodotto da JK Raymond-Millet: si vedono uomini che camminano come automi guardando i loro dispositivi per strada, una donna che per ammazzare la noia mentre è seduta a un ristorante prende dalla sua borsetta il suo mini-schermo con una grande antenna che ricorda i primi cellulari.

 

television, oeil de demain 7 television, oeil de demain 7

C’è anche un uomo alla guida di un’auto che, per guardare il notiziario su uno schermo, finisce per andare a sbattere. All’epoca tutto doveva sembrare uno scenario distopico: sono immagini incredibili non solo perché anticipano i nostri dispositivi moderni, ma captano anche il modo in cui gli umani del futuro si sarebbero rapportati a tali “diavolerie”.

 

television, oeil de demain 6 television, oeil de demain 6 television, oeil de demain 1 television, oeil de demain 1 television, oeil de demain 3 television, oeil de demain 3 television, oeil de demain 2 television, oeil de demain 2 television, oeil de demain 5 television, oeil de demain 5

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute