BAMBOCCIONI ‘STO CAZZO: PER GLI UNDER 35 C’E’ POCO LAVORO E CONTRATTI DA FAME - IN ITALIA IL 67,4% DEI GIOVANI TRA I 18 E I 34 ANNI VIVE ANCORA A CASA CON MAMMA E PAPA’. LA PERCENTUALE E' AUMENTATA DI OTTO PUNTI PERCENTUALI TRA IL 2002 E IL 2022, SOPRATTUTTO NEL MEZZOGIORNO - IL LIVELLO PIÙ ALTO? IL 75,4% DELLA CAMPANIA - LA RELAZIONE TRA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE E NUMERO DI RAGAZZI CHE VIVONO CON I GENITORI: DOVE C'E' IL PICCO DELLA PRIMA, AUMENTA IL SECONDO...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Rosaria Amato per www.repubblica.it

 

bamboccione 4 bamboccione 4

L’espressione “bamboccioni” era infelice, e l’allora ministro Tommaso Padoa Schioppa venne molto criticato per averla usata per indicare i giovani italiani che vivono con i genitori. Ma l’intenzione era buona: un contributo per garantire affitti agevolati agli under 30.

 

Se si fosse proseguito su quella strada forse non ci ritroveremmo, come certifica oggi il Rapporto Annuale Istat, con il 67,4% dei giovani tra i 18 e i 34 anni che vivono con i loro genitori.

 

Una situazione che nel tempo è peggiorata, 8 punti percentuali in più tra il 2002 e il 2022. Soprattutto nel Mezzogiorno: il livello più alto è il 75,4% della Campania. Mentre nel Centro-Nord, con l’unica eccezione delle Marche (al 74,5%) si scende sotto la media nazionale.

bamboccione 3 bamboccione 3

 

L’Istat solleva anche un allarme sul benessere dei giovani: si osserva in particolare un peggioramento degli indicatori di salute mentale, soprattutto per le ragazze. L'indice di salute mentale già ridottosi nel 2021 in concomitanza del periodo pandemico (arrivando a 65,9 su 100 tra le ragazze), scende ulteriormente nel 2023 (da 68,2 del 2022 a 66,5).

 

Naturalmente nessuno oggi oserebbe più parlare di bamboccioni, e non solo per il discredito che ne è venuto a Padoa Schioppa, ma perché i giovani sono la fascia di età meno valorizzata e peggio trattata in Italia.

 

bamboccione 2 bamboccione 2

A cominciare dal mercato del lavoro, che li penalizza al punto che le condizioni lamentate dai predecessori della “Generazione Mille euro” a molti potrebbero sembrare un miraggio. Per esempio ai tanti intrappolati nel part-time involontario, una condizione che affligge oltre la metà dei lavoratori con contratto a tempo parziale, ma soprattutto giovani e donne.

 

[…] Senza contare che nelle Regioni in cui c’è il picco di giovani che vivono con i loro genitori c’è anche un tasso di disoccupazione particolarmente alto per quella fascia di età: in Campania e in Sicilia per esempio raggiunge il 30% per la fascia 18-34 anni.

bamboccione 1 bamboccione 1

 

[…] I giovani, sottolinea l’Istat, sono i principali protagonisti del calo demografico in atto nella società italiana. Nel 2023 in Italia si contano poco più di 10 milioni 330 mila persone tra i 18 e i 34 anni, con una perdita di oltre 3 milioni dal 2002 (-22,9%).

 

Mentre rispetto al picco del 1994, il calo è di circa 5 milioni (-32,3%). Ma tra “bamboccioni”, Neet (giovani che non lavorano e non studiano) e “cervelli in fuga”, l’Italia trascura con noncuranza questo capitale sempre più prezioso, e sempre più esiguo.

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)