BOLLETTINIAMOCI! - OGGI 55.829 NUOVI CASI (IERI SONO STATI 56.166) E 51 MORTI (IERI 75), CON 238.069 TAMPONI EFFETTUATI: IL TASSO DI POSITIVITÀ SALE AL 23,4% - I POSTI LETTO OCCUPATI NEI REPARTI ORDINARI CRESCONO DI 141 UNITÀ, MENTRE QUELLI IN TERAPIA INTENSIVA SONO 9 IN PIÙ DI IERI - L'INCINDENZA DEI CASI AUMENTA A 504 PER 100 MILA ABITATI E L'INDICE RT SALE ALL'1,07, SOPRA LA SOGLIA EPIDEMICA…

-

Condividi questo articolo


Paola Caruso per www.corriere.it

 

BOLLETTINO 24 GIUGNO 2022 BOLLETTINO 24 GIUGNO 2022

Sono 55.829 i nuovi casi di Covid in Italia (ieri sono stati 56.166). Sale così ad almeno 18.128.044 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 51 (ieri 75), per un totale di 168.018 vittime da febbraio 2020.

 

Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 17.281.848 e 30.753 quelle che sono diventate negative nelle ultime 24 ore (ieri 29.798). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 678.178, pari a +25.606 rispetto a ieri (+27.559 il giorno prima).

CURVA CONTAGI 24 GIUGNO 2022 CURVA CONTAGI 24 GIUGNO 2022

 

I tamponi e lo scenario

I tamponi totali (molecolari e antigenici) processati sono 238.069, ovvero 9.973 in meno rispetto a ieri quando erano stati 248.042. Il tasso di positività sale al 23,45% (l'approssimazione di 23,450%); ieri era 22,6%.

 

La tendenza della curva è in salita, come mostra il confronto con lo scorso venerdì (17 giugno) quando sono stati registrati +35.427 casi con un tasso del 19,1%: oggi infatti ci sono più nuovi contagi di quel giorno con una percentuale maggiore (23,4% contro 19,1%).

 

tampone tampone

Un incremento si osserva anche nei parametri settimanali forniti dal monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità: l'incindenza aumenta a 504 casi per 100 mila abitati (era 310 per 100 mila nel report precedente) e l'indice Rt calcolato sui sintomatici sale all'1,07, quindi sopra la soglia epidemica (era 0,83 la settimana scorsa).

 

«Data l’elevata velocità di circolazione virale è bene ricordare che si può ridurre il rischio di trasmissione dell’infezione utilizzando le mascherine, soprattutto in presenza di grandi aggregazioni di persone e, allo stesso tempo, proteggere le persone più fragili e più anziane con una ulteriore dose booster», ha affermato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, nel video di commento del monitoraggio.

 

ospedali covid 5 ospedali covid 5

Sono quindici le regioni con una crescita delle nuove infezioni a quattro cifre. Il maggior numero di contagiati in 24 ore è in Lombardia (+8.302 casi), Lazio (+7.042 casi), Campania (+5.810 casi) e Veneto (+5.709 casi).

 

ospedali covid 4 ospedali covid 4

Il sistema sanitario

Salgono le degenze in ogni area. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +141 (ieri +117), per un totale di 5.205 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva sono +9 (ieri 0) — si tratta del saldo tra le persone entrate e uscite in un giorno — per un totale di 225 malati gravi, con 29 ingressi in rianimazione (ieri 31).

 

I casi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, suddiviso per regione, riguarda il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore

 

Lombardia: +8.302 casi (ieri +8.507)

Veneto: +5.709 casi (ieri +6.154)

Campania: +5.810 casi (ieri +5.407)

Lazio: +7.042 casi (ieri +6.879)

Emilia-Romagna: +4.774 casi (ieri +4.170)

Sicilia: +4.436 casi (ieri +4.349)

Piemonte: +2.561 casi (ieri +2.594)

Toscana: +3.359 casi (ieri +3.316)

Puglia: +3.244 casi (ieri +3.817)

Marche: +1.323 casi (ieri +1.307)

Liguria: +1.277 casi (ieri +1.286)

Abruzzo: +1.245 casi (ieri +1.282)

Calabria: +1.247 casi (ieri +1.178)

Friuli Venezia Giulia: +1.136 casi (ieri +1.361)

Sardegna: +1.808 casi (ieri +1.999)

Umbria: +976 casi (ieri +956)

P. A. Bolzano: +416 casi (ieri +480)

P. A. Trento: +399 casi (ieri +382)

Basilicata: +420 casi (ieri +416)

Molise: +282 casi (ieri +282)

Valle d’Aosta: +63 casi (ieri +44)

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute