BRUCIA ROMA - ALTRO ROGO NELLA NOTTE IN UN LOCALE DI CENTOCELLE: DATO ALLE FIAMME IL “BARAKA BISTROT”: I PROPRIETARI SU FACEBOOK AVEVANO ESPRESSO SOLIDARIETA’ ALLA 'PECORA ELETTRICA', LA LIBRERIA INCENDIATA LÌ ACCANTO – NESSUNA IPOTESI VIENE ESCLUSA: DAL MOVENTE LEGATO ALLA MALAVITA A QUELLO POLITICO, FINO AL... – SI TRATTA DEL TERZO INCENDIO DOLOSO DA INIZIO OTTOBRE - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Da corriere.it

 

baraka bistrot baraka bistrot

Aveva dato la solidarietà alla Pecora elettrica. Ora anche il Baraka Bistrot in via dei Ciclamini, a poche decine di metri da via delle Palme, è stato distrutto da un incendio doloso appiccato alle 4.20 della notte di venerdì. A Centocelle, dove alcuni giorni fa un rogo aveva distrutto la libreria antifascista «La Pecora elettrica».. Una birreria dall’ambiente curato, punto di ritrovo della zona, aperto anche a piccoli live. Evacuato il palazzo soprastante, ma nessun ferito o intossicato. I danni sono ingenti: le fiamme hanno devastato gli arredi e tutte le strutture del bio bar di quartiere. I carabinieri indagano anche su questo episodio.

 

Nessuna ipotesi viene esclusa

baraka bistrot baraka bistrot

Sono stati acquisiti i filmati di alcune telecamere di vigilanza. Sentiti i proprietari del Baraka per capire se anche loro non avevano ricevuto minacce negli ultimi tempi. Tutte le ipotesi sono aperte, dal movente legato alla malavita a quello politico, fino al gesto folle di qualcuno che ha deciso di prendere di mira le attività commerciali della zona. Si tratta infatti del terzo incendio doloso da inizio ottobre. Senza contare il primo alla Pecora elettrica la notte del 24 aprile scorso. Anche allora rogo notturno con evacuazione del palazzo. Centinaia di persone sui social hanno intanto manifestato solidarietà al Baraka.

la pecora elettrica la pecora elettrica

 

la pecora elettrica corteo la pecora elettrica corteo la pecora elettrica corteo la pecora elettrica corteo

 

la pecora elettrica corteo la pecora elettrica corteo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute