CHE TEMPISMO! HARRY E MEGHAN RIVELANO CHE LA FONDAZIONE SOTTO IL QUALE VERRANNO RACCOLTE LE LORO OPERE DI BENE SARÀ “ARCHEWELL”, DAL GRECO “ARCHÈ”, OVVERO “SORGENTE DELL’AZIONE”, UNA PAROLA CHE LI HA ISPIRATI ANCHE PER IL NOME DEL FIGLIO – MA GLI INGLESI, ORMAI ABITUATI ALLE LORO USCITE FUORI TEMPO, NON SI LASCIANO SFUGGIRE L’OCCASIONE PER ASFALTARLI: “BORIS JOHNSON È RICOVERATO, IL PAESE SOFFRE E LORO FANNO ANNUNCI…”

-

Condividi questo articolo

Da "d.repubblica.it"

 

harry e meghan markle harry e meghan markle

Si sono ispirati alla cultura dell’antica Grecia il principe Harry e Meghan Markle per il nome della fondazione che hanno intenzione di lanciare non appena finirà l’incubo coronavirus.

 

La nuova vita di Harry e Meghan negli Stati Uniti comincia dunque a prendere forma. Abbandonate le terre di Sua Maestà la Regina Elisabetta II i duchi di Sussex sono momentaneamente a Los Angeles, per essere più vicini alla mamma di Meghan durante l’epidemia di coronavirus (sebbene l’attrice non abbia ancora incontrato la madre per precauzione), con i paparazzi che non vedono l’ora di catturare qualche scatto che li ritragga insieme: Mark Karloff, un veterano del settore, è arrivato a ipotizzare che la loro prima foto nitida insieme nella nuova residenza potrà avere un valore intorno ai 90.000 euro.

meghan markle e harry 8 meghan markle e harry 8

 

Ed è proprio dalla California che Harry e Meghan stanno gettando le basi del loro futuro lontano dagli impegni reali, pensando a come ricostruire, o costruire da zero, le loro nuove carriere. Quel che è certo è che i due vogliono impiegare parte del loro tempo, dei lori soldi e della loro travolgente immagine per dedicarsi alla filantropia con una fondazione benefica che si occupi di volontariato.

 

harry e meghan markle 9 harry e meghan markle 9

Non si sa ancora quando potrà essere lanciata ufficialmente, visto che il lockdown mondiale imposto dall’epidemia di Covid-19 impedisce sostanzialmente qualsiasi tipo di manifestazione pubblica, ma Harry e Meghan hanno svelato al The Telegraph il nome che hanno scelto per questo nuovo capitolo della loro avventura insieme, visto che sul marchio SussexRoyal, col quale erano approdati anche su Instagram, è stato posto il veto dalla stessa regina Elisabetta II.

 

harry e meghan markle 14 harry e meghan markle 14

La fondazione si chiamerà quindi “Archewell”, una parola composta da due termini, uno greco e uno inglese, con un significato profondo. “Prima ancora di SussexRoyal c’era l’idea di ‘Archè’, la parola greca per ‘sorgente dell’azione’. Ci siamo collegati a questo concetto per la charity che speriamo di poter lanciare un giorno, ed è diventata anche l’ispirazione per il nome di nostro figlio Archie”.

harry e meghan markle 13 harry e meghan markle 13

 

Dunque il concetto greco di “archè”, la forza primigenia che domina il mondo, è l’ispirazione principale per il nome scelto dai duchi di Sussex, alla quale però hanno deciso di unire la parola inglese “well” che “evoca le risorse profonde a cui ognuno di noi deve attingere”. Da qui Archewell, si suppone pronunciato all’inglese, che diventerà il nome sotto il quale verranno raccolte le opere di bene di Harry e Meghan “non appena il momento sarà opportuno”.

harry e meghan markle harry e meghan markle harry e meghan markle 12 harry e meghan markle 12 harry e meghan markle 1 harry e meghan markle 1 meghan markle in canada 7 meghan markle in canada 7 matrimonio harry e meghan matrimonio harry e meghan harry e meghan markle 10 harry e meghan markle 10 harry e meghan markle 11 harry e meghan markle 11 harry e meghan markle 9 harry e meghan markle 9 harry e meghan markle 16 harry e meghan markle 16 harry e meghan harry e meghan harry e meghan markle 15 harry e meghan markle 15

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“IL TEST CHE TROVA GLI ANTICORPI NON È SUFFICIENTE PER ESCLUDERE UN ALTRO CONTAGIO” - ALBERTO MANTOVANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DI HUMANITAS: “LA SARS DAVA AI GUARITI UN'IMMUNITÀ DI 2-3 ANNI E QUESTO VIRUS GLI È PARENTE. IL PROBLEMA È CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE CHE INCONTRA COVID-19 O NON SI AMMALA O LO FA IN MODO BLANDO: IN QUESTO CASO NON SAPPIAMO SE LA RISPOSTA IMMUNITARIA INDOTTA, DI CUI LA PRESENZA DI ANTICORPI È UNA SPIA, SIA DAVVERO PROTETTIVA O SE QUESTE PERSONE RISCHIANO UNA NUOVA INFEZIONE”