CHI È IL "NOTISSIMO CONDUTTORE TELEVISIVO CHE COMPRA 50 GRAMMI DI COCAINA A SETTIMANA”, DI CUI PARLAVA IERI SERA SALVATORE BUZZI DA GILETTI? – DURANTE LA PUNTATA DI “NON È L’ARENA”, È VENUTA FUORI “TRA LE RIGHE” UNA NOTIZIA-BOMBA: I ROS HANNO DEPOSITATO IN AULA DELLE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE “MUTILATE” PER COPRIRE IL NOME DEL CONDUTTORE – L’AVVOCATO DI BUZZI: “ABBIAMO RECUPERATO L’INTERCETTAZIONE ORIGINALE CON NOME E COGNOME E…” – VIDEO

Condividi questo articolo

 

Riceviamo e pubblichiamo:

 

SALVATORE BUZZI VS ALFONSO SABELLA A NON E' L'ARENA SALVATORE BUZZI VS ALFONSO SABELLA A NON E' L'ARENA

Caro Dago, ieri sera durante l’intervista di Giletti a Buzzi, “tra le righe” è venuta fuori una notizia-bomba: i Ros dei carabinieri hanno depositato in aula durante il processo Mafia capitale delle intercettazioni telefoniche “mutilate”: la parte tagliata riguardava un “notissimo anchorman televisivo che compra 50 grammi di cocaina a settimana”.

 

Parola dell’avvocato di Buzzi che ha aggiunto “ma noi abbiamo recuperato l’intercettazione originale dove si fa nome e cognome dell’anchorman che i carabinieri hanno stranamente coperto invece di segnalare il nominativo, come prevede la legge, al prefetto e disporre, tra l’altro, il ritiro della patente di guida”.

salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 1 salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 1

 

Essendo la trascrizione dell’intercettazione telefonica originale un atto pubblico in mano al legale di Buzzi non sarebbe complicato venirne in possesso e pubblicarla TUTTA!

Gli unici che possono farlo siete voi.

 

Aspetto fiducioso

Mario

 

Giletti sindaco di Roma parla con Buzzi a La7. “Se prima avevo dubbi, ora...”

Fabio Carosi per www.affaritaliani.it

 

Più che un sassolino dalla scarpa, Salvatore Buzzi in versione ospite d'onore, si toglie un sanpietrino. Sbarbato di fresco e con un taglio al mento ancora sanguinante affronta l'ex assessore di Marino, Alfonso Sabella, il giornalista Carlo Bonini e l'avvocato Alessandro Diddi.

salvatore buzzi ospite di non e' l'arena salvatore buzzi ospite di non e' l'arena

 

Si parte dai 5 anni di carcere a Tolmezzo, al confine con la Slovenia dove è stato spedito al momento dell'arresto. E Salvatore Buzzi parla al plurale, è un Noi che sintetizza la sua posizione rispetto ai fatti e alla storia sino all'affermazione di Giletti, “lei ha corrotto” alla quale Buzzi risponde secco: “Io non ho corrotto”.

 

Carlo Bonini traccia un profilo: “Buzzi è stato due cose; il campione delle cooperative sociali ed era portato in palmo di mano dalla sinistra come un esempio luminoso di un uomo che si era riabilitato dopo la condanna per omicidio. Lo stresso uomo appare in una veste diversa non solo per i reati di cui viene accusato ma per il compare Massimo Carminati.”

 

SALVATORE BUZZI VS ALFONSO SABELLA A NON E' L'ARENA SALVATORE BUZZI VS ALFONSO SABELLA A NON E' L'ARENA

Sulla testa di Buzzi si agita il fantasma di Riccardo Mancini, ex ad di Eur Spa, poi scomparso e Gianni Alemanno sindaco di Roma, nonché della “leggenda nera”, Massimo Carminati. E parte la santificazione del Nero: “Massimo Carminati nel 2001 era una persona rispettabilissima”. Le verità di Buzzi iniziano ad emergere: “Carminati non conosceva Gianni Alemanno; Carminati conosceva Riccardo Mancini”.

 

salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 2 salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 2

Il teorema del mondi di mezzo regala una rivelazione persa nella lunga storia processuale. Scorrono le intercettazioni, la madre di tutte le intercettazioni e sia Buzzi che l'avvocato Diddi denunciano il taglio di una registrazione: precisamente nella parte in cui si narra di un anchorman televisivo che aveva bisogno di 50 grammi di cocaina a settimana. E il cui nome sarebbe stato coperto dai carabinieri del Ros, poi diffuso in versione integrale durante il processo.

 

salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 5 salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 5

Buzzi narratore parte dagli appalti per il verde di Eur Spa, una gara che la Coop 29 giugno aveva vinto nel 2000 e poi rivinta prima in Ati con una società Australiana e poi con Carminati. Arriva una seconda sentenza e la pronuncia il magistrato ed ex assessore, Alfonso Sabella: “Io non penso che Alemanno sia un delinquente, anzi penso che si sia circondato di persone sbagliate”. E cade con una telefonata in diretta di Gianni Alemanno l'ipotesi che l'ex sindaco abbia avuto rapporti diretti con il Nero Carminati, tant'è che lo stesso avvocato Diddi precisa che agli atti del processo risulta evidente il “disprezzo di Carminati per Gianni Alemanno”.

salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 4 salvatore buzzi ospite di non e' l'arena 4

 

La domanda della staffa la fa l'avvocato Diddi: “Giletti lei vuole fare il sindaco?”. E Giletti risponde a metà: “Avevo già qualche dubbio, poi con quello che... “.

 

Buzzi e Giletti prenotano una seconda puntata. Non prima che Buzzi lanci l'anatema su Ignazio Marino sindaco: “Co' lui era pure peggio - a proposito di richieste favori – c'era tutto il Consiglio Comunale”.

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL CORTOMETRAGGIO SPOT SULLA CALABRIA, FIRMATO DA GABRIELE MUCCINO, E’ COSTATO 1,7 MILIONI DI EURO - LA DIFESA DI “LIBERO”: “VIENI FUORI UNA REGIONE PHOTOSHOPPATA. COI CALABRESI IN BRETELLE E COPPOLE A BIGHELLONARE E I VECCHIETTI A GIOCARE A CARTE; SONO CLICHÉ L'ASINELLO NEI CAMPI E LE CLEMENTINE MA PUR SEMPRE DI SPOT SI TRATTA. PER VENDERE UN PRODOTTO BISOGNA UN PO' DEFORMARE LA REALTÀ, A COSTO DI FARNE UNA CARTOLINA: SI VENDE LA CALABRIA CHE VORREMMO, NON QUELLA CHE ABBIAMO”

politica

IL DPCM CHE VERRÀ – BAR E RISTORANTI CHIUSI LA DOMENICA E GIORNI FESTIVI; ORE 18.00 CHIUSURA ALTRI GIORNI; SOSPESI TEATRI E CINEMA; DIDATTICA A DISTANZA SUPERIORE AL 75%; RACCOMANDAZIONE (MA SOLA RACCOMANDAZIONE) SPOSTAMENTO DA PROPRIA RESIDENZA O DOMICILIO SOLO PER MOTIVI DI URGENZA LAVORO E SALUTE; SOSPESI EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVE CHE NON SIANO RICONOSCIUTI DA CONI E FEDERAZIONI... - SE SIAMO ALLA VIGILIA DI UN NUOVO LOCKDOWN LA COLPA È CHE IN ESTATE NESSUNO, NÉ GOVERNO, NÉ REGIONI, HA FATTO NIENTE PER PREVENIRE LA SECONDA ONDATA

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute