CI MANCAVA LA PATENTE PER I CICLISTI: LA VUOLE INTRODURRE IL SINDACO DI NEW YORK BILL DE BLASIO PER METTERE FINE ALL’EMERGENZA DEGLI INCIDENTI PROVOCATI DALLE BICI - NELLA GRANDE MELA (E NON SOLO) I CICLISTI SI CONSIDERANO ESENTI DAL RISPETTO DELLE REGOLE DELLA STRADA: PASSANO COL ROSSO, VANNO CONTROMANO, SALGONO SUI MARCIAPIEDI - I CRITICI DICONO CHE COSÌ DE BLASIO FINIRÀ PER...

-

Condividi questo articolo

Paolo Mastrolilli per la Stampa

 

de blasio bici de blasio bici

Una patente per i ciclisti di New York. È una delle misure che il sindaco de Blasio sta considerando, per cercare di mettere fine all' emergenza degli incidenti subiti e provocati dagli abitanti che vanno in bicicletta.

 

Nel luglio scorso il primo cittadino ha annunciato un piano per investire 58,4 milioni di dollari, allo scopo di moltiplicare le piste ciclabili espandendole di circa 100 miglia. Il Department of Transportation di New York assumerà 80 nuovi dipendenti per gestire il programma, che punta a favorire l' uso delle biciclette non solo per divertimento, ma anche per gli spostamenti quotidiani di lavoro, in modo da alleggerire il traffico e diminuire le emissioni di gas.

 

new york bici new york bici

Troppo indisciplinati L' iniziativa è certamente lodevole, ma l' altra faccia della medaglia è l' allarme che il comportamento dei ciclisti sta suscitando, insieme a quello degli automobilisti che li ignorano o li investono. A New York chi va in bici si considera sostanzialmente esente dal rispetto delle regole della strada: molti passano col rosso, vanno contromano, salgono sui marciapiedi. Il problema di evitare gli scontri lo lasciano agli altri, che devono preoccuparsi di inchiodare nel caso delle auto, o di saltare nel caso dei pedoni.

 

bici new york bici new york

Questo atteggiamento, secondo i dati del Department of Transportation, ha provocato dal 2011 ad oggi ben 2.250 incidenti in cui le persone sono rimaste ferite, e in 7 casi sono morte. Nel corso del 2019, i pedoni colpiti che hanno dovuto farsi curare dai medici sono aumentati del 12%. Il comportamento irresponsabile riguarda anche gli automobilisti, che quest' anno hanno ucciso 20 ciclisti negli scontri provocati dallo loro imprudenza, o da quella di chi va in bici. Questa emergenza ha creato una forte pressione su de Blasio, affinché oltre a favorire l' uso dei pedali, cerchi anche il modo di limitare gli incidenti. Perciò il sindaco ha annunciato che sta considerando alcune misure per limitare i danni.

 

Un' ipotesi è quella di istituire la patente per i ciclisti, che dovranno essere tutti dotati del permesso di circolare, dopo essere stati istruiti su come farlo in sicurezza e nel rispetto delle leggi. Poi l' amministrazione sta valutando l' obbligo di indossare l' elmetto, almeno per chi prende in affitto le bici fornite dalla città. I critici dicono che così de Blasio finirà per scoraggiare l' uso delle bici, ma lui ritiene che la sicurezza debba venire prima di tutto, e la pressione ricevuta gli impedisce di ignorare l' emergenza.

bill de blasio e la moglie bill de blasio e la moglie

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute