COSA AVUTO PAPA FRANCESCO? UNA FIBRILLAZIONE ATRIALE - PARLA FRANCO ROMEO, EX PRESIDENTE DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI CARDIOLOGIA: “È L'ARITMIA PIÙ DIFFUSA NELLA POPOLAZIONE E SI VERIFICA QUANDO INVECE DEL NORMALE RITMO CARDIACO PARTONO DALL'ATRIO UNA SERIE DI STIMOLI INCONTROLLATI E IRREGOLARI - LE PROBLEMATICHE SONO DUE: DISTURBI RESPIRATORI ANCHE IMPORTANTI, DOVUTI ALLA RIDUZIONE DELLA QUANTITÀ DI SANGUE INVIATA DAL CUORE. DA QUANTO TRAPELA IL PAPA È STATO RICOVERATO NON PER LA FIBRILLAZIONE ATRIALE IN SÉ, MA PER UNA INSUFFICIENZA RESPIRATORIA. ALTRO RISCHIO GRAVE È QUELLO EMBOLICO”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Dom. Aga. Per “la Stampa”

 

Franco Romeo Franco Romeo

Franco Romeo, fino a pochi giorni fa presidente della Società italiana di Cardiologia, spiega perché la fibrillazione atriale non è un disturbo da prendere sottogamba.

 

Intanto professore ci aiuti a capire cos'è…

«È l'aritmia più diffusa nella popolazione generale e la sua prevalenza tende a crescere con l'avanzare dell'età. Si verifica quando invece del normale ritmo cardiaco, regolato dal "nodo del seno", che è il segnapassi naturale del cuore, partono dall'atrio una serie di stimoli incontrollati e irregolari, con frequenza superiore a 400 battiti al minuto».

 

PAPA FRANCESCO PAPA FRANCESCO

[…] E questo quali rischi comporta?

«Le problematiche sono fondamentalmente due. La prima è costituita da disturbi respiratori anche importanti. Questo perché si verifica una riduzione della quantità di sangue inviata dal cuore. Da quanto trapela il Papa è stato ricoverato non per la fibrillazione atriale in sé, ma per una insufficienza respiratoria legata a questa.

 

Ma nei casi più gravi si può andare incontro ad edema polmonate e allo scompenso cardiaco, qualora il ventricolo sia già danneggiato. Altro rischio grave è quello embolico. L'atrio sinistro del cuore si ferma e in una sua sacca si possono formare dei trombi che se vanno in circolo possono colpire a livello cerebrale e provocare ictus. Un rischio che si è ridotto da quando abbiamo cominciato a scoagulare i pazienti con fibrillazione atriale».

 

bergoglio ai funerali di ratzinger bergoglio ai funerali di ratzinger

Quando è necessario il ricovero?

«Quando si evidenzia una difficoltà respiratoria, come sembra sia il caso del Pontefice. In questo caso si somministrano dei farmaci che generano quella che noi chiamiamo cardioversione farmacologica. Ma quando con questa non si riesce a riportare alla normalità il ritmo cardiaco, allora si ricorre alla cardioversione elettrica, una specie di elettroshock cardiaco che serve ad azzerare l'attività elettrica del cuore per poi farlo riprendere con i normali ritmi». […]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

CRACK, ALLA FINE TUTTO CROLLERÀ (GIORGIA COMPRESA) - “MONTE DI PIETÀ”, LABIRINTICA E IMPIETOSA MOSTRA DELLO SVIZZERO CHRISTOPH BUCHEL ALLA FONDAZIONE PRADA DI VENEZIA, È UN PRECIPIZIO NELL’ABISSO DEL DENARO. LÀ DOVE COLLASSA LA NOSTRA PATOLOGICA COMPULSIONE DI ACCUMULARE TUTTO E DI PIÙ, TRA CELEBRITÀ DIVORATE DALLA POLVERE DELL OBLIO E STILISTI RIDOTTI A BARZELLETTA, LÀ, IN UN MONDO-PALUDE CHE HA SUCCHIATO TUTTO, TIZIANO E CANALETTO, “MERDA D’ARTISTA” DI MANZONI E LE TELE-VENDITE DI WANNA MARCHI, CARRI ARMATI E BORSETTE TAROCCATE PRADA, L’IMMAGINE CHIAMATA AD ACCOMPAGNARCI ALL’ULTIMA MINZIONE DELL’UMANITÀ, APPOGGIATA DAVANTI AL BAGNO, SOPRA UNA SCATOLA PRONTA PER ESSERE SPEDITA VIA, È LEI, GIORGIA DEI MIRACOLI CHE SORRIDE INCORNICIATA…

DAGOREPORT - FEDEZ E FABIO MARIA DAMATO OUT: MISSIONE COMPIUTA PER MARINA DI GUARDO! LA MAMMA DI CHIARA FERRAGNI IN QUESTI MESI HA RIPETUTO A CHIUNQUE CHE IL PANDORO-GATE E LE SUE CONSEGUENZE ERANO TUTTA COLPA DI FABIO MARIA DAMATO E DI FEDEZ. LA SIGNORA AGGIUNGEVA SOVENTE, CON IMBARAZZO DEGLI ASTANTI, CHE CHIARA AVREBBE DOVUTO SUBITO DIVORZIARE. E COSÌ SARÀ – D’ALTRONDE, CHIARA HA DATO DA VIVERE A TUTTA LA FAMIGLIA MATRIARCALE: DALL’IMPROVVISATA SCRITTRICE MARINA ALLE SORELLE INFLUENCER DI SECONDA FASCIA. DI COSA VIVREBBERO SE LA STELLA DI FAMIGLIA SMETTESSE DI BRILLARE?