CRISI DI NERVI A MOSCA - SECONDO FONTI UCRAINE, PUTIN AVREBBE "SOSPESO" IL GENERALE GERASIMOV, INVIATO IN UCRAINA PER RADDRIZZARE L'ESITO DELLA GUERRA, E LICENZIATO NUMEROSI ALTI UFFICIALI RITENUTI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO DELL'OPERAZIONE - "IL CAPO DI STATO MAGGIORE E' STATO DI FATTO SOSPESO. STANNO DECIDENDO SE DARGLI IL TEMPO DI AGGIUSTARE LE COSE OPPURE NO"

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dal Daily Mail

 

Valery Gerasimov, capo di Stato Maggiore Russia Valery Gerasimov, capo di Stato Maggiore Russia

Secondo un alto consigliere del presidente ucraino Zelensky, il comandante in capo dell’esercito russo, il generale Valery Gerasimov, sarebbe stato sospeso, mentre un gruppo di alti ufficiali è stato licenziato o arrestato nel pieno di un’epurazione ai vertici.

 

Oleksiy Arestovych, veterano dell'intelligence militare e parte della cerchia ristretta del presidente Zelensky, ha dichiaro mercoledì che Gerasimov - il capo di stato maggiore dell'esercito russo - è stato sospeso mentre Putin cerca comandanti di alto livello da incolpare per la sua errata invasione dell'Ucraina.

 

Vladislav Ershov, tenente generale esercito russo Vladislav Ershov, tenente generale esercito russo

Arestovych, parlando ieri sera con l'avvocato e politico russo dissidente Mark Feygin su YouTube, ha dichiarato: «Secondo le informazioni preliminari, Gerasimov è stato di fatto sospeso. Stanno decidendo se dargli il tempo di aggiustare le cose o no».

 

Ha aggiunto: «Anche il comandante del primo esercito di carri armati del distretto militare occidentale, il tenente generale Sergei Kisel, è stato arrestato e licenziato dopo che il primo esercito di carri armati è stato sconfitto vicino a Kharkiv».

 

Secondo il canale Telegram gestito dal ministero dell'Interno ucraino, altri due comandanti dell'esercito sono stati licenziati a causa di pesanti perdite sul campo di battaglia. Agli arresti, sempre secondo la fonte, anche il comandante della flotta del Mar Nero e il suo vice ammiraglio.

 

Il tenente generale russo Sergei Kisel Il tenente generale russo Sergei Kisel

Arestovych ha sottolineato che la sua informazione è «preliminare», ma arriva dopo che Gerasimov non si è presentato lunedì durante la parata russa del Giorno della Vittoria a Mosca, a cui era ampiamente previsto che partecipasse. Secondo quanto riferito, il generale sarebbe stato ferito da schegge in Ucraina dopo che Putin lo ha inviato lì per invertire la guerra.

 

L'esercito di Putin - una volta proclamato il secondo migliore al mondo - ha subito una serie di umilianti sconfitte sul campo di battaglia in soli due mesi di combattimenti in Ucraina: più di 10.000 soldati sono morti, centinaia di carri armati sono stati distrutti, la sua nave ammiraglia del Mar Nero è stata affondata.

 

Igor Osipov, ammiraglio della flotta russa Igor Osipov, ammiraglio della flotta russa

«Dopo il fallimento in Ucraina - repressioni ed epurazioni nell'esercito russo», ha detto ieri un post del feed Find Your Own Telegram, gestito dal ministero dell'Interno di Kiev. «Il comandante della flotta del Mar Nero, l'ammiraglio Igor Osipov, è stato rimosso dal suo incarico e arrestato. [Ci sono] azioni investigative in relazione al... primo vice comandante della flotta, il vice ammiraglio Sergei Pinchuk».

 

«A causa delle ingenti perdite di personale, armi e equipaggiamento militare, [la Russia] ha silurato: il comandante della 6a armata, tenente generale Vladislav Ershov; il comandante dell'esercito di carri armati del distretto militare occidentale, il tenente generale Sergei Kisel e uno dei vice comandanti».

 

Il maggiore generale Arkady Marzoev Il maggiore generale Arkady Marzoev

«[Anche] il comandante del 22° corpo d'armata del distretto militare meridionale, il generale maggiore Arkady Marzoev».

 

Se confermata, segnerebbe la più grande epurazione di alti comandanti militari durante il conflitto finora e rappresenterebbe un'ammissione tattica da parte di Putin che l'invasione è stata in gran parte un fallimento.

IL GENERALE GERASIMOV IL GENERALE GERASIMOV valerij gerasimov valerij gerasimov valerij gerasimov e vladimir putin valerij gerasimov e vladimir putin il vice ammiraglio Sergei Pinchuk il vice ammiraglio Sergei Pinchuk

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

ZAN! ZAN! SANNA MARIN NON SOLO COME RISORSA ORMONALE – L’ARRAPAMENTO ITALICO PER LA FASCINOSA PREMIER FINLANDESE HA COLPITO CONCITA DE GREGORIO (LA GUARDIANA DEL PRETORIO): ‘’QUI LE DONNE DI 37 ANNI LE USIAMO AL MASSIMO COME CANDIDATE DI BANDIERA DA USARE PER MOSTRARE CHE LE ABBIAMO MESSE IN ROSA, POI SCOMPAIONO E COMINCIANO A GIOCARE I MASCHI” – E POI NOTA CHE “SANNA È CRESCIUTA CON DUE MADRI (LA SUA BIOLOGICA, LA NUOVA COMPAGNA DI LEI) E HA PER QUESTO PROVATO, DICE, "UN SENSO DI INVISIBILITÀ" PERCHÉ "DELLE FAMIGLIE ARCOBALENO NON SI PARLAVA". PENSATE, NEPPURE IN FINLANDIA…”

business

SIAMO ALLE SOLITE: I TEDESCHI BLOCCANO L’INTESA SUI DAZI AL PETROLIO RUSSO! - IL GOVERNO DI BERLINO È SCETTICO (EUFEMISMO) RISPETTO ALLA PROPOSTA AMERICANA, PORTATA DAL SEGRETARIO AL TESORO USA, JANET YELLEN, AL G7 DEI MINISTRI DELLE FINENZE - È STATA LA STESSA YELLEN AD AMMETTERE: “NON È EMERSA UNA STRATEGIA CHIARA SUI DAZI” - LO STALLO CONTINUA ANCHE IN EUROPA, CON L’UNGHERIA CHE SI OPPONE AL SESTO ROUND DI SANZIONI CHE COLPIREBBERO IL GREGGIO (E SCHOLZ NON È COSÌ DISPIACIUTO)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute