DITE AI TASSISTI CHE ORA PERSINO I PUSHER USANO IL POS - AD AVERSA, IN PROVINCIA DI CASERTA, UN 51ENNE FACEVA PAGARE LA COCAINA ANCHE CON LA CARTA (È INFATTI STATO ARRESTATO PER SPACCIO) - NELLA PERQUISIZIONE A CASA SUA, OLTRE A 172 GRAMMI DI COCAINA, È STATO TROVATO UN POS E NUMEROSE CARTE DI CREDITO CHE SERVIVANO AI CLIENTI PRIMA PER PAGARE E POI PER PREPARASI LA "STRISCIA"

-

Condividi questo articolo


POS COCAINA POS COCAINA

(ANSA) - Cocaina pagata attraverso un pos abilitato ad effettuare transazioni con carte di pagamento. È lo stratagemma ideato da un 51enne di Aversa (Caserta), che è stato arrestato dai carabinieri nel corso di un servizio di controllo del territorio volto a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

cocaina 1 cocaina 1

 

L'uomo è stato fermato in strada mentre erano auto; i militari del Comando provinciale di Caserta e della compagnia di Aversa gli hanno trovato subito addosso 4,8 grammi di cocaina ed 805 euro in contanti; nella successiva perquisizione eseguita a casa del 51enne, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato altri pochi grammi di coca, materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi e 2180 euro in contanti, ma soprattutto numerose carte bancomat e di credito risultate intestate a terzi, potenziali acquirenti, e un apparecchio pos. In una seconda abitazione i militari hanno poi trovato, occultati all' interno di alcuni contatori dell'energia elettrica, altri 172 grammi di cocaina.

donna cocaina donna cocaina

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

ULTIMA CHIAMATA PER TIM – GIORGIA MELONI RINVIA IL TAVOLO PERVISTO PER OGGI PER TROVARE UNA QUADRA SULLA RETE PUBBLICA: DOPO AVER STRACCIATO IL MEMORANDUM DI MAGGIO TRA CDP E OPEN FIBER, LE IPOTESI FIOCCANO, SEMPRE TENENDO APERTO UN CANALE CON BRUXELLES. SCARTATA L’OPA TOTALITARIA SU TUTTA TIM (DI CUI ERA UN GRANDE FAUTORE IL SOTTOSEGRETARIO BUTTI, CON IL SUO “PIANO MINERVA”), ORA SI PENSA A UN’OFFERTA PARZIALE CHE PORTI ALLO SPIN-OFF PROPORZIONALE DELLA RETE, CON GLI STESSI AZIONISTI. A LANCIARLA DOVRÀ ESSERE UN SOGGETTO PUBBLICO…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

COPRITEVI, STA ARRIVANDO UN'ONDATA DI INFLUENZA “AUSTRALIANA”: NELLA SETTIMANA DAL 20 AL 27 NOVEMBRE, E' STATO COLPITO IL 13% DEGLI ITALIANI COME CI PROTEGGE? CON I FARMACI ANTIPIRETICI, PER FAR ABBASSARE LA FEBBRE. NON SONO INDICATI GLI ANTIBIOTICI PERCHÉ L'INFLUENZA È UNA MALATTIA VIRALE, NON BATTERICA. POSSONO ESSERE UTILI SEDATIVI PER LA TOSSE E AEROSOL - I SINTOMI TIPICI DELL'INFLUENZA SONO TRE: FEBBRE ALTA, TOSSE E DOLORI MUSCOLARI - LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE GUARISCE IN 7-10 GIORNI…