ECCO COME SCARDINARE LA LOBBY DEI TASSISTI: I TAXI A GUIDA AUTONOMA (CHE PRENDONO SEMPRE PIU' PIEDE IN AMERICA) - LE DUE AZIENDE PRINCIPALI, LA "CRUISE" E "WAYMO" (SUSSIDIARIA DI GOOGLE) HANNO GIA' DEI MEZZI CHE CIRCOLANO PER LE STRADE DI SAN FRANCISCO: I "ROBOTAXI" DELLA PRIMA SONO STATI BLOCCATI, PERCHE' ANCORA INSICURI, MA QUELLI DELLA SECONDA SONO LIBERI DI SCARROZZARE - LE MACCHINE CON IL "PILOTA AUTOMATICO" HANNO IL 76% DI INCIDENTI IN MENO RISPETTO A QUELLE GUIDATE DA PERSONE E...

-

Condividi questo articolo


robotaxi waymo 3 robotaxi waymo 3

Estratto dell'articolo di Paolo Mastrolilli per “la Repubblica”

 

[…] Queste strane creature della notte iniziano a comparire verso le nove di sera. Allora capita di fermarti al semaforo rosso, girare la testa verso il finestrino, e notare un’auto senza guidatore affiancata alla tua […], con tanto di passeggero accomodato sul sedile posteriore.

robotaxi cruise 4 robotaxi cruise 4

 

Curiose apparecchiature sono installate sul tetto. […] Sulla fiancata, c’è scritto “Waymo” o “Cruise”, e allora capisci di essere davanti al futuro del trasporto umano, oppure alla sua minaccia più imminente: le auto senza guidatore. I taxi autonomi della Cruise, compagnia della General Motors, in primavera erano stati autorizzati a percorrere le strade complicate di San Francisco, ma ora sono stati bloccati in tutti gli Usa perché insicuri. Waymo, invece, è la sussidiaria di Alphabet/Google ed è ancora autorizzata a far viaggiare le sue auto. Soprattutto di notte, quando c’è meno gente, traffico, e quindi scendono i rischi di combinare guai.

robotaxi waymo 2 robotaxi waymo 2

 

[…]da una parte, si tratta dell’esperimento che potrebbe aprire le porte alle auto senza guidatore in tutta l’America, e forse il mondo; dall’altra, però, viene considerato un pericolo pubblico, al punto che la National Highway Traffic Safety Administration della California ha aperto un’inchiesta. E il Department of Motor Vehicles (Dmv) dello Stato ha deciso di sospendere la licenza per Cruise, in attesa che confermi l’affidabilità.

robotaxi cruise 3 robotaxi cruise 3

 

[…] Qualche anno fa ero stato a Chandler, in Arizona, per provare i taxi autonomi di Waymo. Avevo chiamato il mio attraverso una app non troppo diversa da quelle ormai diventate di uso comune con Uber, Lyft e altri servizi simili. L’auto, una Chrysler Pacifica, si era fermata dove l’aspettavo, mi aveva gentilmente lasciato salire, e si era messa in moto verso la mia destinazione premendo un semplice tasto sullo schermo piazzato dietro lo schienale del sedile anteriore[…]  Paragonate ora questo servizio all’odissea di trovare un taxi alla stazione o l’aeroporto di Roma, Milano, Napoli, Torino, o qualsiasi altra grande città italiana, e capirete perché incarna il sogno del nostro futuro.

 

robotaxi waymo 1 robotaxi waymo 1

Al posto di guida del taxi di Waymo, però, c’era allora un ingegnere di Google pronto a intervenire, perché il servizio era ancora in fase sperimentale e la compagnia non voleva rischiare incidenti. Ora non più. Le auto di San Francisco sono completamente senza pilota e funzionano grosso modo come quelle provate a Chandler, per una modica cifra, inferiore a quella richiesta dai tassinari in carne, ossa, e magari insulto pronto. Un grande schermo mostra il percorso, consentendo ai clienti di seguire e dirigere gli spostamenti.

 

L’auto è dotata di Gps che la guidano sterzando il volante e di sensori che l’avvertono della presenza di altri veicoli, semafori rossi o verdi, pedoni che attraversano la strada e ostacoli vari.

robotaxi cruise 2 robotaxi cruise 2

Il problema è che, come accade in tutte le imprese degli esseri umani, non sempre vanno perfettamente lisce. Nell’agosto scorso, ad esempio, una Cruise che viaggiava a 1,4 miglia orarie, quindi pianissimo, aveva investito un pedone che aveva attraversato la strada quando il semaforo indicava il verde per l’auto.

robotaxi waymo 4 robotaxi waymo 4

 

La colpa dunque era dell’essere umano, ma i sensori non avevano fermato in tempo la macchina autonoma, come forse invece avrebbe fatto una persona intuendo in anticipo il pericolo. Il 14 agosto, invece, a lamentarsi erano stati i pompieri, perché una Cruise aveva bloccato il traffico mentre un’ambulanza doveva soccorrere un altro pedone investito da un essere umano. […]

 

robotaxi cruise 1 robotaxi cruise 1

Gli ingegneri del settore notano che ogni anno oltre 1,3 milioni di persone muoiono in tutto il mondo a causa di incidenti automobilistici, nella stragrande maggioranza dei casi provocati da errori umani. I computer invece non sbagliano, non violano le regole o gli ordini ricevuti e non si stancano. Secondo uno studio realizzato da Waymo con la compagnia assicurativa Swiss Re, le sue auto autonome hanno il 76% di incidenti in meno rispetto a quelle guidate da persone.  Se anche riducessero gli scontri mortali del 10%, sarebbero comunque più di 130.000 vite salvate ogni anno. […]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - VIKTOR ORBÁN ASSUMERÀ IL 1° LUGLIO LA PRESIDENZA DI TURNO AL CONSIGLIO EUROPEO MA HA GIÀ FATTO INCAZZARE MEZZO CONTINENTE: IL MOTTO SCELTO DAL PREMIER UNGHERESE È MEGA (‘’MAKE EUROPE GREAT AGAIN’’). UN'EVIDENTE RIFERIMENTO AL MANTRA MAGA (‘’MAKE AMERICA GREAT AGAIN’’) CHE DA ANNI MARCHIA LE CAMPAGNE ELETTORALI DI DONALD TRUMP – NON BASTA: SFANCULATA LA DUCETTA PRO-KIEV, IL FILO PUTINIANO ORBAN MINACCIA DI ENTRARE NEL GRUPPO DI LE PEN-SALVINI – ASPETTANDO IL CAOS-ORBAN A PARTIRE DA LUGLIO, MACRON-SCHOLZ-TUSK VOGLIONO CHIUDERE LE NOMINE DELLA COMMISSIONE EU ENTRO IL 28 GIUGNO…

DAGOREPORT – COM’È STATO POSSIBILE IDENTIFICARE UNO DEI DUE UOMINI DEI SERVIZI CHE LA SERA DEL 30 NOVEMBRE 2023, UN MESE DOPO LA ROTTURA TRA MELONI E GIAMBRUNO, TENTAVA DI PIAZZARE “CIMICI” NELLA PORSCHE DEL VISPO ANDREA, PARCHEGGIATA DAVANTI CASA DELLA DUCETTA? - LA POLIZIOTTA, DI GUARDIA ALLA CASA DI GIORGIA, HA CHIESTO LORO DI IDENTIFICARSI, E VISTO I DISTINTIVI DEGLI 007 COL SIMBOLO DI PALAZZO CHIGI, HA ANNOTATO NOMI E COGNOMI - PER GLI ADDETTI AI LIVORI, UN “CONFLITTO” INTERNO AI SERVIZI HA FATTO ESPLODERE IL FATTACCIO: UNA PARTE DELL’AISI NON HA GRADITO L’OPERAZIONE “DEVIATA” (LO SCOOP DEL "DOMANI" ARRIVA 20 GIORNI DOPO LA NOMINA DI BRUNO VALENSISE AL VERTICE DELL’AISI)

C’EST FINI: DALLA CASA DI MONTECARLO ALLA SEPARAZIONE IN CASA - LA VICENDA MONEGASCA È STATA LA MINA CHE HA FATTO SALTARE IL MATRIMONIO DI GIANFRANCO FINI ED ELISABETTA TULLIANI - NON C’È NULLA DI UFFICIALE MA CHI ERA AMICO DELLA COPPIA DICE: “SI SONO LASCIATI DA UN BEL PO'” – GIÀ, A VEDERLI INSIEME NELL’AULA DEL PROCESSO SULLA CASA DI MONTECARLO, LONTANI E SENZA MAI INTRECCIARE UNO SGUARDO, ERANO LA RAPPRESENTAZIONE DI DUE CHE NON STANNO PIÙ INSIEME – NEGLI ULTIMI TEMPI, ALLA CENE IN CASA DEGLI AMICI, FINI SI PRESENTA SOLO, IL VOLTO SEMPRE PIÙ SOLCATO DA RUGHE E DAL DOLORE DI AVER BUTTATO VIA UNA CARRIERA POLITICA PER AMORE…

LE LODI A GIORNALI UNIFICATI PER ELISABETTA BELLONI, SHERPA AL G7, HANNO MANDATO IN TILT GLI OTOLITI FRAGILI DI GIORGIA MELONI - DELLA SERIE: MA ‘STA BELLONI LAVORA PER LO STATO O PER SE STESSA? - LA DUCETTA NON VUOLE NESSUNO A FARLE OMBRA, TANTOMENO UNA “SERVITRICE DELLO STATO” DALLE AMICIZIE TRASVERSALI CHE HA IL QUIRINALE NEL MIRINO - IL “DINAMISMO DI POTERE” DI ELISABETTA BELLONI, CHE HA APPESANTITO IL FEGATO DELLA MELONI, E’ DILAGATO SUI MEDIA GRAZIE ALL’OPERA DEL SUO CAPO DELLA COMUNICAZIONE AL DIS, LUCREZIA PAGANO - IL DAGOREPORT SU VITA, MIRACOLI E SUCCESSI DI LADY BELLONI, SEMPRE ABILE A DESTREGGIARSI NEL MARE AGITATO DELLA POLITICA ITALIANA