FAR WEST TARANTO - UNA FESTA AL PUB SI TRASFORMA IN SPARATORIA: 10 FERITI - FERMATO UN 37ENNE PER DUPLICE TENTATO OMICIDIO: HA ESPLOSO I COLPI DI PISTOLA CALIBRO 9 FERENDO ALLE GAMBE UN PREGIUDICATO DI 28 ANNI, FORSE PER CONTRASTI LEGATI ALLO SPACCIO DI DROGA - QUANDO SONO PARTITI GLI SPARI SI È SCATENATO IL PANICO E ALTRI GIOVANI SONO RIMASTI SCHIACCIATI NELLA RESSA...

-

Condividi questo articolo


Da www.ansa.it

 

IL DISCOPUB DELLA SPARATORIA A TARANTO IL DISCOPUB DELLA SPARATORIA A TARANTO

Con l'accusa, tra l'altro, di duplice tentato omicidio, un 37enne tarantino con piccoli precedenti è stato sottoposto a fermo dalla Polizia per la sparatoria avvenuta la scorsa notte durante una festa universitaria nel discopub Yachting club di San Vito, a Taranto, in cui sono rimaste ferite dieci persone tra i 19 e i 28 anni. Nel locale c'erano circa 300 persone.

 

Quanto al motivo che ha scatenato la rissa culminata nella sparatoria, gli inquirenti stanno vagliando diverse ipotesi: dai futili motivi a contrasti legati allo spaccio di droga.

 

carabinieri carabinieri

Il 37enne fermato, del rione Tamburi di Taranto, avrebbe avuto una discussione con un pregiudicato 28enne di Grottaglie e poi avrebbe esploso i colpi di pistola calibro 9 ferendolo agli arti inferiori.

 

carabinieri carabinieri

Il 28enne al momento è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Chirurgia vascolare a Taranto. Durante la sparatoria, avvenuta nell'area all'aperto del discopub tra i più gettonati della movida, si è scatenato il panico e altri giovani sarebbero rimasti schiacciati nella ressa.

 

Altri sono stati feriti dai proiettili. Al momento, otto dei dieci feriti sono stati dimessi. Restano in ospedale il 28enne di Grottaglie e un altro ragazzo ricoverato nel reparto di Ortopedia.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI – OGGI 6.619 CASI E 18 DECESSI, CON 247.486 TAMPONI EFFETTUATI. IL TASSO DI POSITIVITÀ RIMANE STABILE AL 2,7% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 67,5 MILIONI, CON PIÙ DI 31,7 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (IL 58,82% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – IL PRESIDENTE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ BRUSAFERRO SUL POSSIBILE CAMBIO COLORE DELLE REGIONI: “OGGI È DIFFICILE FARE PREVISIONI, LA PROSSIMA SETTIMANA AVREMO UN QUADRO PIÙ DEFINITO”