FERMATA ALLE URNE – TORNA UN GRANDE CLASSICO ELETTORALE: A ROMA GLI AUTISTI DELL'ATAC IN MASSA HANNO FATTO RICHIESTA PER FARE GLI SCRUTATORI E I RAPPRESENTANTI DI LISTA AI SEGGI (GUADAGNANO DI PIU’ E LAVORANO DI MENO) – IN 1.229, UNO SU SEI, SI SAREBBERO ASSENTATI, BLOCCANDO PER TRE GIORNI I TRASPORTI DELLA CITTÀ CHE SONO GIÀ AL COLLASSO – E COSÌ L'AZIENDA PER LA PRIMA VOLTA HA RESPINTO GRAN PARTE DELLE RICHIESTE

-

Condividi questo articolo


Estratto dall'articolo di Simone Baglivo per www.ilfoglio.it

 

atac autobus fermi atac autobus fermi

In occasione delle prossime elezioni politiche, Atac ha ricevuto dai lavoratori necessari ad assicurare l’erogazione del servizio un numero abnorme di richieste di permessi per svolgere le funzioni di rappresentante di lista". Inizia così la lettera (lunga due pagine) inviata dal direttore generale della municipalizzata dei trasporti di Roma Alberto Zorzan al prefetto della capitale Matteo Piantedosi, all’assessore alla Mobilità Eugenio Patané e al sindaco Roberto Gualtieri.

 

autista atac guarda la partita autista atac guarda la partita

Il "numero abnorme" di cui parla Zorzan è 1.229. Un record, visti i precedenti. La passione elettorale dei dipendenti di via Prenestina non è nuova. Lo scorso ottobre, durante le comunali di Roma, erano stati in 650 ad assentarsi per lavorare alle urne. A marzo 2018, quando si è votato contemporaneamente per le regionali del Lazio e le politiche, sono stati quasi 1.000 a non presentarsi sul posto di lavoro. […]

 

autista atac guarda la partita autista atac guarda la partita

Insomma, quando il direttore Zorzan (ingegnere già direttore operativo di Atm a Milano, arrivato da poco a Roma in soccorso della giunta Gualtieri) si è visto recapitare sulla scrivania 1.229 richieste dagli aspiranti rappresentanti di lista, scrutatori e presidenti di seggio, ha deciso di accettare esclusivamente quelle dei componenti di seggio (30 domande per fare il presidente, 26 per lo scrutatore, 14 per il segretario: 70 su 1.229) rifiutando la stragrande maggioranza delle istanze di chi avrebbe voluto assistere alle operazioni di voto per conto di un partito (cioè fare il rappresentante di lista).

 

autobus atac autobus atac

Se le avesse accettate tutte, l'Atac avrebbe perso almeno 915 autisti (il 15 per cento del totale), bloccando per ben tre giorni il servizio di trasporto pubblico locale, proprio quando invece può essere ancora più utile per lo spostamento degli elettori verso i seggi. […]

 

L'assenteismo tra i dipendenti di Atac è già altissimo in situazioni normali: 18 per cento nel primo trimestre del 2022. A questo si sommano i guasti tecnici, i disservizi e gli scioperi. Venerdì scorso l'ultimo, eclatante, caso: 200 passeggeri sono stati sequestrati all'interno della metropolitana durante l'ennesimo sciopero.

tweet atac 2 tweet atac 2 autobus pieni a roma autobus pieni a roma atac atac autobus pieni a roma autobus pieni a roma tweet atac 1 tweet atac 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

“LE SUE INTERVISTE ILLUMINANO PIÙ LEI CHE L’INTERVISTATO” – LA STILETTATA DI SELVAGGIA LUCARELLI A FRANCESCA FAGNANI: “VUOLE VINCERE, NON CONOSCERE L’INTERVISTATO” – “MI SONO GIUSTIFICATA PIÙ VOLTE PER NON ESSERE ANDATA DA LEI CHE PER NON AVER BATTEZZATO MIO FIGLIO, NON HO BEN CAPITO PERCHÉ! COMINCIO A PENSARE CHE BELVE SIA UNA SPECIE DI LEVA OBBLIGATORIA. SONO OBIETTORE DI COSCIENZA!" - “SE È VISSUTO COME ATTO DI CORAGGIO, È UN PROBLEMA: VUOL DIRE CHE È PERCEPITA COME UN’IMBOSCATA. NON C’È ASCOLTO, MA...

politica

E TANTI SALUTI ALLA SEGRETEZZA DELLE FONTI – LA PROCURA DI ROMA HA ACQUISITO I TABULATI TELEFONICI DI SIGFRIDO RANUCCI E GIORGIO MOTTOLA, DI “REPORT”, PER IDENTIFICARE LA FONTE DELLA NOTIZIA DELL’INCONTRO TRA RENZI E MARCO MANCINI, IL 23 DICEMBRE 2020 – LA QUESTIONE È QUANTOMENO DELICATA: POTREBBERO MONITORARE TUTTI I CONTATTI AVUTI DAI CRONISTI NEGLI ULTIMI MESI, ENTRANDO IN POSSESSO DI UN NUMERO NOTEVOLE DI POSSIBILI FONTI - L'INSEGNANTE CHE HA FILMATO L'INCONTRO NON HA LEGAMI CON I SERVIZI, COME IPOTIZZATO DA RENZI

business

cronache

GIANDAVIDE DE PAU HA AGITO CON “ESAGERATA VIOLENZA” – IL KILLER DI PRATI HA COLPITO LE DUE PROSTITUTE CINESI CON CINQUANTA COLTELLATE: NELLA FOGA, LE AVREBBE FERITE PIÙ VOLTE NEGLI STESSI PUNTI TANTO DA ALLARGARE I TAGLI E RENDERE COMPLICATO CAPIRE QUALE SIA L’ARMA DEL DELITTO (CHE ANCORA NON È STATA RITROVATA) – IL MISTERO DELL’INCIDENTE: L’UOMO AL VOLANTE DELLA SUA TOYOTA IQ, CHE SI È RIBALTATA VICINO AL POLICLINICO TOR VERGATA, NON ERA LUI. DOVE STAVA CORRENDO? E PERCHÉ SI È ALLONTANATO RIFIUTANDO LE CURE?

sport

cafonal

CAFONALISSIMO SBANCATO! – ALLA GALLERIA DORIA PAMPHILJ SI SONO PRESENTATI I CARICHI DA NOVANTA PER LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO “BANCOR” (DALLO PSEUDONIMO USATO DA GUIDO CARLI PER I SUOI ARTICOLI SULL’’“ESPRESSO”) – IL RICONOSCIMENTO, ISTITUITO DALL'ASSOCIAZIONE GUIDO CARLI CON IL PATROCINIO DI BANCA IFIS, È ANDATO A SIR MERVYN KING, EX GOVERNATORE DI BANK OF ENGLAND – A MODERARE LUCIA ANNUNZIATA. SONO INTERVENUTI IL GOVERNATORE DI BANKITALIA, IGNAZIO VISCO, E IL PRESIDENTE DELLA CONSOB, PAOLO SAVONA. AVVISTATI ANCHE GLI EX MINISTRI DANIELE FRANCO, TIZIANO TREU E  L’INAFFONDABILE "LAMBERTOW" DINI…

viaggi

salute