UNO DEGLI EROI CHE HA FERMATO E DISARMATO IL TERRORISTA È UN OMICIDA IN LIBERTÀ VIGILATA (E LA FAMIGLIA DELLA VITTIMA HA QUALCOSA DA DIRE), UN ALTRO HA COMBATTUTO USMAN KHAN BRANDENDO UN CORNO DI NARVALO (ECCO COS'E' - VIDEO). UNO LO HA SPRUZZATO CON UN ESTINTORE, L'UOMO CHE GLI TOGLIE IL COLTELLO E' DELLA POLIZIA DEI TRASPORTI

Condividi questo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Alberto Custodero per www.repubblica.it

 

james ford james ford

C'è una storia nella storia di questo nuovo episodio terroristico di Londra. L'aggressore, prima dell'arrivo della polizia, è stato affrontato e bloccato da alcuni civili. Uno di questi eroi, che si è buttato addosso al terrorista cercando di salvare la vita di una donna, è James Ford, un assassino che da poco ha ottenuto - come il terrorista - la libertà vigilata.

 

lo rivela il Mail online. Uno strano gioco del destino ha voluto che proprio lui, condannato per aver ucciso una donna a coltellate, diventasse eroe per un giorno per aver difeso una donna dal coltello di Usman Khan. Ora 42enne, Ford è stato incarcerato a vita - con una pena minima di 15 anni - nell'aprile 2004 per l'omicidio di Amanda Champion, strangolata e sgozzata: il suo corpo fu  trovato abbandato su un mucchio di rifiuti vicino alla sua casa di Ashford, nel Kent, nel luglio precedente. Aveva 21 anni, ma un'età mentale di 15.

 

 

usman khan usman khan

Ai tempi del delitto la polizia non aveva indizi, la svolta nelle indagini arrivò quando un dipendente dei Samaritani - infrangendo la rigorosa politica di riservatezza dell'organizzazione - confidò alla polizia che Ford (allora operaio in fabbrica e lottatore amatoriale) aveva telefonato decine di volte confessando di avere ucciso una ragazza e minacciando di suicidarsi. Una volta arrestato, non ha mai dato spiegazioni al suo gesto.

 

I parenti della donna uccisa hanno saputo solo ieri, vedendo i video in televisione, che era stato liberato. Commentando l'accaduto, hanno dichiarato di non considerarlo affatto un eroe, ma un assassino. E di essere contrari alla sua liberazione.

 

 

 

UNA ZANNA DI NARVALO E UN ESTINTORE: ECCO COME DUE PASSANTI BLOCCANO IL TERRORISTA ASSASSINO DEL LONDON BRIDGE

Da www.ilmessaggero.it

 

stevie hurst stevie hurst

C'è un'immagine dell'attacco sul Londron Bridge che più di ogni altra sta facendo il giro dei social: è quella in cui si vede l'assalitore messo all'angolo da due passanti armati uno di un estintore e l'altro di una zanna di narvalo. Il Daily Mail pubblica in esclusiva non solo le foto ma anche il video del coraggioso intervento dei due uomini che sono riusciti a bloccare il terrorista prima che la polizia lo uccidesse.

 

Una zanna di narvalo? Perché un automobilista a Londra avesse con un sé una zanna di narvalo (non commercialzzabile o esportabile) è una storia nella storia, un dettaglio impazzito in una vicenda tragica, che verrà magari chiarita oggi: il narvalo è un cetaceo  dei mari artici che ha solo due denti nell'arcata superiore uno dei quali non si sviluppa mentre l'altro, nei maschi, si allunga fino a 3 metri. Questi denti non servono per mangiare o cacciare, mentre quello più sviluppato, ricco di terminazioni nervose, forse è usato dal narvalo (parola norvegese) per orientarsi "sentendo" temperature dell'acqua e correnti. 

L AGENTE CHE HA TOLTO IL COLTELLO AL TERRORISTA DEL LONDON BRIDGE L AGENTE CHE HA TOLTO IL COLTELLO AL TERRORISTA DEL LONDON BRIDGE L AGENTE CHE HA TOLTO IL COLTELLO AL TERRORISTA DEL LONDON BRIDGE L AGENTE CHE HA TOLTO IL COLTELLO AL TERRORISTA DEL LONDON BRIDGE

 

narvalo narvalo usman khan bloccato con idranti e un corno di narvalo usman khan bloccato con idranti e un corno di narvalo usman khan terzo da destra usman khan terzo da destra usman khan ucciso usman khan ucciso londra, il momento in cui la polizia ha sparato all'assaltatore del london bridge 1 londra, il momento in cui la polizia ha sparato all'assaltatore del london bridge 1 thomas gray thomas gray

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute